Kamut: origini e proprietà benefiche e nutrizionali

Se ne sente parlare spesso, ma quali sono le origini e le proprietàKamut? Il grano khorasan è un cereale integrale della famiglia delle Graminacee, e più precisamente è una varietà di grano duro la cui denominazione ufficiale è QK-77. Il Kamut è considerato tra i cereali più completi dal punto di vista nutrizionale: ha, infatti, un alto contenuto di proteine e di fibre alimentari. Il colesterolo è, invece, assente per il bene del nostro cuore e del sistema circolatorio. ll Kamut viene coltivato quasi esclusivamente con metodi di agricoltura biologica: questo cereale, infatti, non ha bisogno di fertilizzanti chimici per dare un buon raccolto. Inoltre, forse non tutti lo sanno, ma il khorasan viene chiamato Kamut, che è un nome totalmente inventato e che significa “anima della terra”. Scopriamo perché fa così bene alla salute e quali sono i benefici e le proprietà del Kamut che lo rendono importante nutritivo da inserire fin da subito nella propria alimentazione.

Questa pagina contiene:

Valori nutrizionali

kamut proprieta benefici controindicazioni
Foto di Moving Moment / Shutterstock.com

I valori nutrizionali del khorasan Kamut mostrano come questo cereale sia ricco di proprietà e possa avere effetti benefici sul nostro corpo.

Tra i tanti minerali del Kamut vanno annoverati il calcio, il ferro, il magnesio, il fosforo, il potassio, il rame, lo zinco, il sodio ed il selenio.

Questo cereale contiene alcune vitamine del gruppo B e vitamina E. Molti amminoacidi, infine, sono presenti in una concentrazione di molto superiore rispetto a quella del grano tradizionale.

ElementoQuantità per 100 gr
Calorie146 kcal
Acqua9,8 gr
Carboidrati30 gr
Fibre3,9 gr
Grassi0,9 gr
Colesterolo0 gr
Proteine6 gr
Potassio202 mg
Sodio6 mg
Magnesio56 mg
Calcio10 mg
Ferro2 mg
Vitamina A4 lU

Come si può notare dalla tabella, il Kamut è particolarmente povero in calorie e in grassi; senza colesterolo e ricco di proteine e fibre, il Kamut è davvero prezioso per il nostro organismo.

Benefici

Il Kamut è considerato uno dei cereali più completi dal punto di vista nutrizionale, grazie al suo contenuto di vitamine, selenio e proteine, molto maggiori rispetto a quelle contenute nel frumento tradizionale.

Grazie alla presenza di nutritivi fondamentali per il benessere, il Kamut è in grado di aiutare nei processi digestivi, così come può rallentare l’invecchiamento contrastando l’azione dei radicali liberi. Scopriamo nel dettaglio le proprietà più importanti del khorasan Kamut.

Proprietà per gli intolleranti al grano

Recenti studi condotti negli Stati Uniti hanno dimostrato che circa il 70% delle persone che non tollerano il grano tradizionale a causa di reazioni allergiche, possono consumare tranquillamente il Kamut. Le stesse indicazioni, però, non valgono per chi è celiaco: esso, infatti, contiene glutine allo stesso modo degli altri tipi di grano.

Proprietà per la digestione

Oltre che per le proprietà nutritive, il Kamut è apprezzato per la sua buona digeribilità e assimilabilità: essendo meno lavorato del grano classico, mantiene più facilmente le caratteristiche nutrizionali originarie, pertanto è paragonabile a un cereale integrale in quanto a capacità nutrizionali.

Proprietà antiossidanti

La presenza di selenio permette di proteggere l’organismo anche dagli effetti dei radicali liberi; non solo, anche la presenza della vitamina E è in grado di combattere l’avanzata dell’invecchiamento a livello dei tessuti, con effetti antiossidanti.

Proprietà per la pressione

Il Kamut è particolarmente indicato per “tenere a bada” la pressione, grazie al contenuto di selenio che ne fa un vero alleato del sistema circolatorio e aiuta a combattere l’ipertensione.

Proprietà contro il colesterolo

Grazie alla totale assenza di colesterolo e al fatto che sia quasi privo di grassi, il Kamut è un cereale perfetto per combattere il colesterolo LDL alto nel sangue: contribuisce quindi al benessere di vene e arterie, garantendo una protezione dal colesterolo cattivo.

Come cucinarlo

Questo cereale si trova in commercio sotto forma di chicchi al naturale, farina, pane, pasta, gallette, Kamut soffiato e fiocchi di Kamut che lo rendono particolarmente versatile in cucina per la preparazione di svariate ricette.

La pizza con farina di Kamut, infine, è particolarmente digeribile e viene consigliata anche per persone a dieta; questo cereale viene usato ad esempio anche per la preparazione di gustose insalate con Kamut, leggere e gustose.

Unica accortezza è quella di ricordare di mettere in ammollo i chicchi di Kamut in acqua fredda per almeno 8 ore, e cuocerli poi successivamente per circa 40-50 minuti.

Origini: cos’è il Kamut

Il khorasan è una tipologia di grano iraniano molto antico, tanto che si pensa venisse coltivato dagli egizi già 6000 anni fa.

Il suo aspetto è simile a quello del grano, con la differenza che i suoi chicchi hanno dimensioni più grandi e per questo motivo viene anche chiamato grano gigante.

Questo cereale è stato riscoperto nel secolo scorso, più a meno attorno al 1940, ma la sua diffusione su larga scala è cominciata praticamente negli anni ’70 ad opera di un agricoltore americano di nome Bob Quinn, al quale si deve anche l’attribuzione del nome Kamut (ovvero “anima della terra”).

Controindicazioni

Infine, non sono state rilevati particolari controindicazioni per l’assunzione di questo cereale. Ci si chiede spesso se la farina di Kamut fa male, ma la risposta è negativa: è pur vero che è più calorica delle altre farine, ma se non si soffre di celiachia la sua assunzione non è sconsigliata.

I celiaci, infatti, dovrebbero evitare di consumare questo alimento perché il Kamut contiene glutine, anche in misura superiore ad altri cereali: pare, invece, che possa essere tollerato da chi ha sviluppato un’intolleranza al grano. E’ sempre bene, però, consultare il proprio medico curante per capire se il Kamut fa al caso proprio.