Integratori alimentari di proteine: benefici e svantaggi

Gli integratori alimentari di proteine dovrebbero essere assunti con cautela, visto che comportano dei benefici per la salute e non ci sono prove certe su eventuali effetti collaterali negativi

da , il

    Integratori alimentari di proteine: benefici e svantaggi

    Gli integratori alimentari sono a volte usati anche da chi, per problemi di salute, non può mangiare cibi che contengono determinate sostanze nutritive importanti per l’organismo. È il caso per esempio di quegli integratori alimentari di proteine, che tuttavia dovrebbero essere assunti con più cautela, visto che, oltre a comportare benefici per la salute, non sono esenti da possibili danni in cui si potrebbe incorrere. Di certo l’alimentazione è alla base del nostro benessere generale. Ecco perché bisognerebbe fare la massima attenzione a ciò che si consuma.

    Da un lato alcune ricerche hanno dimostrato che gli integratori di proteine del latte o della soia sono capaci di mantenere bassa la pressione arteriosa e questo sicuramente può essere vantaggioso, in quanto si può effettuare una prevenzione dell’ipertensione e delle malattie cardiache.

    Ma quali garanzie ci forniscono questi integratori alimentari? Da una ricerca del National Sun Yat-Sen University è emerso che il rapporto fra uso degli integratori e salute è inversamente proporzionale a svantaggio della salute stessa.

    Proprio per questa mancanza di certezza è bene essere prudenti, consultarsi sempre con il proprio medico di fiducia, prima di procedere all’assunzione di integratori alimentari, specialmente nel caso dei bambini e delle donne in gravidanza.

    Integratori proteici: i rischi

    Gli esperti avvisano di fare molta attenzione a non esagerare con gli integratori proteici, in quanto potrebbero danneggiare i reni. Purtroppo molti sportivi dilettanti hanno l’abitudine di abusare con i classici “bibitoni” proteici, non valutando il danno, che un eccesso di queste sostanze causa a livello renale. Oltre agli integratori proteici, si parla anche di amminoacidi e quantità elevate di carne rossa.

    La dottoressa Annamaria Bernardi, specialista in Nefrologia, avvisa i giovani sportivi, che seguire una dieta caratterizzata, soprattutto, da una sostanza, in questo caso le proteine, causa dei problemi (a lungo andare) a livello renale. È anche vero che una dieta carente di queste ultime causa lo stesso dei disturbi. Insomma, occorre assumere un giusto equilibrio di ogni sostanza, e soprattutto, sfatare dei “miti” su alcuni alimenti, che secondo “dicerie”, bisognerebbe evitare per salvaguardare la salute dei nostri organi.