Il ruolo degli integratori oggi: un aiuto indispensabile per la nostra salute

Se fino a poco tempo fa gli integratori venivano utilizzati solo per le carenze nutrizionali, ora sono alleati di salute

integratori alimentari utilizzo

Articolo aggiornato il 11 Giugno 2015

integratori alimentari utilizzo

Il ruolo degli integratori alimentari oggi è di primaria importanza: nel corso degli anni si è registrato, infatti, un aumento progressivo della domanda. Ma, se fino a qualche tempo fa, l’integrazione alimentare svolgeva un ruolo di compensazione delle carenze nutrizionali, oggigiorno è motivata, sempre più spesso, dalla volontà di mantenere uno stato di salute ottimale. Basti pensare che, da quanto si è potuto appurare tramite ricerche e statistiche ad hoc, il consumatore medio conduce una vita sana, è ben informato in materia e sceglie consapevolmente di farne uso per migliorare, nel complesso, il proprio stato psicofisico.
Gli integratori hanno ormai conquistato una larga fetta di mercato, in Italia come all’estero e, a quanto pare, nonostante la crisi, la crescita è costante. Basti pensare che secondo i dati Nielsen relativi al periodo aprile 2013-marzo 2014 si è registrato un aumento delle vendite pari al 3% rispetto all’anno precedente. La percezione generale, difatti, è molto positiva tant’è che aumentano di giorno in giorno i consumatori abituali che si dichiarano per lo più soddisfatti, se non addirittura entusiasti, dei risultati conseguiti. Sono in particolare gli integratori a base di fermenti lattici ad attirare le simpatie degli acquirenti consapevoli, seguiti dagli integratori salini e dai multivitaminici, a dimostrazione di come l’approccio verso questo settore sia profondamente cambiato nel tempo.
Merito anche di campagne informative che hanno contribuito a sdoganare il settore, inducendo le singole aziende a migliorare l’approccio con la clientela, privilegiando chiarezza e trasparenza nella descrizione dei prodotti. La direttiva europea 2002/46/CE, recepita in Italia con il DLG 169/2004, nacque a suo tempo proprio a questo scopo: regolamentare gli integratori alimentari assicurando un livello di tutela elevato in tutta l’Unione Europea. Grazie a questa normativa oggi gli integratori non possono essere comercializzati se non presentano determinate caratteristiche nutritive e fisiologiche, provate scientificamente. La selezione passa attraverso le Autorità Sanitarie competenti, cui le aziende produttrici sono obbligate a inviare i prodotti per un’analisi accurata. Per quanto riguarda le etichette, esse devono riportare tipologia di integratore, concentrazione delle sostanze in esso contenute, modalità d’uso e funzioni, così da garantire al consumatore un quadro d’insieme il più possibile corretto e chiaro. Ecco spiegato il perché di tanto successo!