Il potere della speranza sul nostro benessere

La speranza è uno dei fattori più potenti del nostro benessere. In malattie come il cancro o il diabete, è stato dimostrato che avere speranza porta a migliori risultati terapeutici. Ma come possiamo aumentare la nostra fiducia e la nostra speranza nel futuro? Scopriamolo!

pietra con su una scritta hope
speranza e benessere Foto Unsplash | Nick Fewings

La speranza è uno dei fattori più potenti del nostro benessere. In malattie come il cancro o il diabete, è stato dimostrato che avere speranza porta a migliori risultati terapeutici. Ma come possiamo aumentare la nostra fiducia e la nostra speranza nel futuro? Scopriamolo!

La speranza influisce positivamente sul nostro benessere e sulla nostra salute

hope
hope
Foto Unsplash | Ronak Valobobhai

“La speranza è un dono sociale. Uno dei prerequisiti più importanti per la speranza è che posso entrare in contatto con gli altri. La speranza non è qualcosa che viene dall’autoisolamento. In genere, la speranza viene dalle relazioni e dalle connessioni che abbiamo con gli altri”.
Il professore di psicologia Chan Hellman ha dedicato la sua carriera alla speranza.

Da un punto di vista scientifico, la speranza è inizialmente un processo cognitivo, dice il professore: “La speranza è l’aspettativa che il futuro sarà migliore di oggi e che abbiamo la forza per realizzarlo“.

Per alimentare la speranza, stabilisci nuovi obbiettivi

Per il professor Chan Hellman la speranza è particolarmente importante per le persone che soffrono di malattie croniche.

La speranza ci aiuta a non scivolare nella disperazione, che può essere molto pericolosa. Ma la capacità di fissare nuovi obiettivi per noi stessi è il motivo per cui la speranza è così importante per il nostro benessere psico-fisico.

Gli studi scientifici non hanno ancora indagato su come la speranza influisca su queste malattie. Tuttavia, ci sono studi su come la fiducia può aiutare con altre malattie:

Ad esempio nella cura del cancro o delle lesioni del midollo spinale, ma anche nel diabete, la ricerca mostra che se medici e infermieri possono alimentare la speranza, i risultati del trattamento saranno migliori. Stiamo assistendo a miglioramenti nella tolleranza al dolore o a tassi più elevati di aderenza ai piani di trattamento“, dice il professor Hellmann.

Chan Hellmann lo chiama empowerment, un auto-aiuto che diventa un’ottima strategia in periodi di crisi:”Questo empowerment è molto importante per gli individui in modo che abbiano la sensazione di poter fare qualcosa che è sotto il loro controllo”.