Gli ospedali italiani sono tra i migliori del mondo: ecco la speciale classifica

Sala operatoria ospedaliera
Sala operatoria ospedaliera – Pixabay – Pexels.com

Articolo aggiornato il 3 Gennaio 2024

La sanità italiani ha le sue eccellenze ed i suoi punti deboli. Tuttavia, in una classifica generale, è comunque da considerarsi una vera e propria eccellenza del nostro paese. Il sistema sanitario italiano è stato classificato al secondo posto nel mondo dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) già nel 2020.

Gli ospedali italiani sono tra i migliori del mondo: ecco la speciale classifica
  1. La speciale classifica mondiale

La valutazione si basa sulla parità di accesso alle cure mediche e su statistiche sanitarie come l’aspettativa di vita. I cittadini italiani sono, infatti, tra i più sani al mondo. Secondo il Bloomberg Global Health Index, l’Italia è effettivamente il secondo paese più sano al mondo. Siamo infatti il secondo paese al mondo per aspettativa di vita, secondi solo ai nostri amici giapponesi.

Nel dicembre 1978, l’Italia ha creato un sistema sanitario nazionale universale, chiamato Servizio Sanitario Nazionale, o semplicemente SSN. Il SSN copre automaticamente tutti i cittadini italiani e gli stranieri legalmente residenti. Fornisce una gamma completa di servizi sanitari con una libera scelta dei fornitori.

Il servizio è gratuito al punto di servizio ed è guidato dai principi di copertura universale, solidarietà, dignità umana e salute. In linea di principio, funge da sistema sanitario pubblico italiano. Il Servizio Sanitario Nazionale italiano mira a garantire l’accesso universale ai servizi sanitari per tutti i cittadini.

In Italia non esistono distinzioni in termini di condizioni individuali, sociali ed economiche. I cittadini sono tenuti al pagamento di una tariffa (“ticket”), che varia per ciascuna prestazione medica e può essere diversa da Regione a Regione. Sono esenti dal pagamento alcune categorie, come i bambini fino a 6 anni, gli over 65 e alcuni pazienti affetti da particolari patologie e forme di disabilità.

Dopo la riforma sanitaria del 2020, l’esenzione dal pagamento del ticket è stata estesa anche a chi ha un reddito basso. Lo Stato garantisce il livello di assistenza nel sistema sanitario nazionale. Mentre ogni Regione italiana gestisce l’assistenza sanitaria in piena autonomia, avvalendosi delle Aziende sanitarie locali (ASL). Tuttavia, in alcuni casi, ogni cittadino ha il diritto di scegliere liberamente, su tutto il territorio nazionale, il servizio o la struttura sanitaria a cui affidarsi per curarsi.

Solitamente il biglietto, per chi non è esente, ha un limite massimo di 36,15 euro. A fare la differenza è il Sistema Sanitario Nazionale. L’accesso al pronto soccorso, codice bianco, quindi per i casi non gravi, prevede anche il pagamento di una quota fissa di 25 euro. Anche per i medicinali specifici, detti medicinali di classe A, è previsto un ticket simbolico da 2 euro da pagare, se si utilizza la ricetta fornita dal proprio medico. Il Sistema Sanitario Nazionale è finanziato attraverso le imposte generali e le entrate dirette riscosse dalle autorità sanitarie locali. Inoltre, gli immigrati che vivono regolarmente in Italia hanno il diritto di avere accesso ai servizi essenziali come emergenze, vaccinazioni obbligatorie, ecc., semplicemente aderendo al SSN.

La speciale classifica mondiale

Gli Stati Uniti hanno alcuni dei migliori ospedali del mondo, incluso il miglior ospedale n. 1 in assoluto, secondo una recente classifica degli ospedali stilata da Newsweek.

La classifica arriva mentre gli ospedali di tutto il mondo sono ancora alle prese con la pandemia di COVID-19 e gli ospedali statunitensi hanno dovuto affrontare un ambiente operativo difficile dopo aver perso l’assistenza ricevuta nei due anni precedenti durante la pandemia. Newsweek ha compilato l’elenco basandosi non solo sulla qualità delle cure ma anche sull’impegno nella ricerca e nell’innovazione.

“Le migliori istituzioni condividono anche un’altra qualità: la coerenza”, ha scritto Newsweek. “I migliori ospedali del mondo attirano costantemente le persone migliori e forniscono i migliori risultati ai pazienti, nonché le nuove terapie e ricerche più importanti. Di tutti gli ospedali del mondo, relativamente pochi possono fare tutte queste cose anno dopo anno. I migliori appartengono ad un club molto esclusivo”.

Newsweek ha stilato l’elenco con la società di dati globale Statista per il quinto anno, classificando più di 2.3000 ospedali in 28 paesi, incluso un nuovo paese, Taiwan. Sempre per la prima volta quest’anno, Newsweek ha classificato tutti i 250 migliori ospedali a livello mondiale e ha elencato i migliori ospedali per paese. Newsweek ha aggiunto anche un altro parametro e gli ospedali sono stati intervistati riguardo allo stato di implementazione dei PROM.

La lista completa secondo Newsweek:

Clinica Mayo (Stati Uniti)
Clinica Cleveland (Stati Uniti)
Ospedale generale del Massachusetts (Stati Uniti)
Ospedale Johns Hopkins (Stati Uniti)
Toronto Generale (Canada)
Karolinska Universitetssjukhuset (Svezia)
Charité – Universitätsmedizin Berlino (Germania)
AP-HP – Hôpital Universitaire Pitié Salpêtrière (Francia)
Ospedale Generale di Singapore (Singapore)
UCLA Health – Centro medico Ronald Reagan (USA)