Gli adolescenti che usano anfetamine sono a rischio di danni cerebrali

Uno studio condotto dai ricercatori canadesi ha messo in evidenza come l’assunzione di anfetamine da parte degli adolescenti causi dei disturbi cerebrali che scaturiscono in depressione e dipendenza

adolescenti anfetamine danni cerebrali

adolescenti anfetamine danni cerebraliIl rischio di insorgenza di danni cerebrali, a causa dell’assunzione di anfetamine, è alto negli adolescenti che ne fanno uso. Purtroppo, negli ultimi anni l’uso e abuso di queste sostanze, anche tra i giovanissimi è sempre più in aumento. Nonostante le raccomandazioni, pubblicizzate dagli specialisti in ogni modo, gli adolescenti non recepiscono il messaggio del pericolo che corrono.

Continua a leggere
Continua a leggere

Inoltre, secondo un recente studio, questi ultimi presentano un alto rischio di danni neurologici permanenti e alterazioni del comportamento. La ricerca è stata condotta dagli studiosi canadesi della McGill University Health Centre (MUHC), e guidati dalla dottoressa Gabriella Gobbi. I ricercatori hanno eseguito gli studi sugli animali, precisamente dei topi “adolescenti” seguendoli e monitorandoli sino all’età adulta. Perché gli studi sono stati condotti proprio sui topi? In quanto, secondo gli specialisti, la struttura chimica del cervello di questi animali è molto simile a quella dell’uomo.
 
Le alterazioni cerebrali sono state visionate monitorando l’attività di tre sostanze neurochimiche: noradrenalina, serotonina, e dopamina. Analizzando questi tre neurotrasmettitori e la loro concentrazione a livello cerebrale. Lo studio, pubblicato su International Journal of Neuropsychopharmacology, ha scoperto che i danni cerebrali, che fanno scaturire patologie come la depressione e la dipendenza, sono il risultato dell’assunzione di anfetamine durante l’adolescenza.