Giornata dell'antibiotico

Nella giornata per l'uso consapevole dell'antibiotico l'allarme europeo: abusare di questi farmaci causa il proliferare di batteri resistenti che diventano incurabili

900 milioni di euro l’anno di costo, aumento della antibioticoresistenza, aumento dei batteri insensibili alle cure, malattie che diventano più gravi e aumento dei costi di 600 milioni di euro l’anno per la perdità di produttività per malattia: sono alcune delle conseguenze della somministrazione di antibiotici eccessiva e dell’uso errato del medicinale della generazione moderna. Il 18 novembre è la giornata dedicata all’uso consapevole dell’antibiotico.
Cure intensive, trapianti di organo, protesi dell’anca, terapia intensiva neonatale: che fare quando in questi casi ci si trova senza la possibilità di curare perché la farmacoresistenza si è sviluppata nei soggetti e le terapie sono inefficaci?  
 
L’allarme per l’abuso di antibiotici e di medicinali è stato lanciato in tutta Europa, ancora di più oggi, nella giornata dedicata all’uso consapevole degli antibiotici, in una situazione di estremo pericolo: il 21% dei medici che sono stati intervistati ha ammesso di essersi trovato in un caso du 5 a trattare pazienti con delle cure che non hanno sortito effetti a causa della antibioticoresistenza.  
 
Se a scoraggiare l’abuso di medicinali non bastano il miliardo e mezzo di euro di costi che alla fine paga il contribuente, almeno conti pensare che curare delle malattie con antibiotici quando servono medicinali porta a rendere l’antibiotico inutile nei casi in cui è estrema la necessità per salvarsi la vita.  
 
L’8% dei medici europei ha ammesso, inoltre, di essersi imbattuto in almeno 10 casi di batteri resistenti alle terapie, nei suoi pazienti, durante l’ultimo anno di pratica.  
 
Fonte: Sanità News
Le imamgini sono tratte dal sito internet Tv Locales Depays