Il frutto della passione: origine, varietà, benefici e usi culinari

Il frutto della passione - tantasalute.it
Il frutto della passione – tantasalute.it

Articolo aggiornato il 3 Gennaio 2024

Il frutto della passione, con il suo nome affascinante e il suo sapore esotico, è un frutto tropicale ampiamente apprezzato in tutto il mondo. In questo articolo, esploreremo insieme l’origine di questa meraviglia tropicale, le diverse varietà disponibili, i benefici per la salute associati e gli usi culinari che rendono la frutta della passione così unica e saporita.

Partiamo dalle origini e dalla storia, il frutto della passione, conosciuto scientificamente come Passiflora edulis, è originario dell’America tropicale, in particolare delle regioni dell’America del Sud e dell’America Centrale. Questo frutto è stato scoperto dai primi colonizzatori europei nel XV secolo durante l’esplorazione delle Americhe.

Il nome “frutto della passione” è stato attribuito dai missionari spagnoli nel 1500, che videro la pianta come simbolo religioso. I fiori della pianta, con le loro parti centrali a forma di corona di spine, furono interpretati come simbolo della Passione di Cristo, da cui deriva il nome. Sebbene si tratti di una pianta tropicale, alcune sue varietà riescono a sopravvivere anche in climi subtropicali. Per questo, viene coltivata in tutto il mondo: Asia, Europa, Australia e Sud e Nord America.

Vitamina C nel frutto della passione
Vitamina C nel frutto della passione

Varietà di frutta della passione

Esistono diverse varietà di frutta della passione, ciascuna con caratteristiche diverse:

  1. Passiflora edulis: Questa è la varietà più comune e coltivata. Ha una buccia liscia e dura, generalmente di colore viola o giallo, e contiene la polpa aromaticamente succosa e dolce, piena di piccoli semi commestibili.
  2. Passiflora lingularis: Conosciuta anche come granadilla, ha una buccia più sottile e fragile, di solito di colore giallo o arancione. La polpa è dolce, trasparente e ha meno semi rispetto alla varietà edulis.
  3. Passiflora quadrangularis: Questa varietà ha un frutto più grande con una buccia spessa e dura. La polpa è meno dolce rispetto ad altre varietà ed è spesso utilizzata per preparare succhi.
  4. Passiflora mollissima: Conosciuta anche come curuba o banana passion fruit, questa varietà ha una forma allungata e una buccia rugosa di colore giallo o verde. La polpa è dolce e ha un sapore unico che ricorda una combinazione di banana e maracuja.

Benefici per la salute

La frutta della passione offre una serie di benefici per la salute grazie alla sua ricca composizione nutrizionale. Ecco alcuni dei principali vantaggi:

  • Ricca di vitamina C: La frutta della passione è una fonte eccellente di vitamina C, che svolge un ruolo fondamentale nel sostenere il sistema immunitario, migliorare la salute della pelle e favorire la formazione del collagene.
  • Antiossidanti: Questo frutto è ricco di antiossidanti, come i flavonoidi, che possono contribuire a proteggere le cellule dallo stress ossidativo e a ridurre il rischio di malattie croniche.
  • Ricca di vitamina A: La frutta della passione fornisce anche vitamina A, che è importante per la salute della vista, la crescita delle cellule e il mantenimento della pelle sana.
  • Poche calorie: La frutta della passione è poco calorica, il che la rende una scelta sana per chi cerca di gestire il peso corporeo.

Inoltre, la frutta della passione è una ricca fonte di nutrienti, in particolare fibre, sali minerali e vitamine. Un singolo frutto contiene: 17 calorie, 2 gr di fibre, vitamina C, vitamina A, ferro, potassio, magnesio e fosforo.

ecco le vitamine che contiene il frutto della passione - tantasalute.it
ecco le vitamine che contiene il frutto della passione – tantasalute.it

Usi culinari

La frutta della passione è versatile in cucina ed è utilizzata in molti piatti e bevande. Ecco alcuni modi comuni per gustare questa prelibatezza tropicale. La modalità più semplice di consumo è tagliare la frutta a metà e consumare la polpa direttamente con un cucchiaino. È una deliziosa esperienza sensoriale grazie al suo sapore agrodolce e aromatico.

La polpa di frutta della passione è spesso utilizzata per preparare frullati e succhi freschi. Basta semplicemente mescolarla con altra frutta o yogurt, così da creare bevande deliziose e rinfrescanti.

La frutta della passione viene utilizzata anche come guarnizione per torte, gelati e dessert. La sua consistenza gelatinosa e il sapore unico lo rendono perfetto perfetto per dolci.

Ancora, la frutta della passione può essere trasformata in salse per accompagnare piatti di carne o pesce. Il suo sapore contrastante aggiunge una nota esotica a molte pietanze.

La polpa di frutta della passione è adatta per preparare marmellate e confetture che possono essere spalmate su pane, biscotti o utilizzate come condimenti.

Alcune curiosità sulla frutta della passione

  • La Passiflora edulis è la varietà più coltivata e diffusa al mondo, ed è spesso utilizzata per produrre il succo di frutta della passione.
  • La frutta della passione è anche conosciuta come “maracuja” in molte parti del mondo, soprattutto in America Latina.
  • Il sapore della frutta della passione è stato descritto come una combinazione di fragola, ananas e agrumi.
  • In alcune culture, la frutta della passione è stata associata a significati simbolici, come la passione, l’amore e la spiritualità.

Concludendo, la frutta della passione è un frutto esotico con una storia affascinante e numerosi benefici per la salute. La sua versatilità in cucina la rende un’aggiunta interessante a molte ricette e bevande. Sia che la gustiate fresca, in un succo o come ingrediente in un dessert, la frutta della passione continua a stupire i palati di tutto il mondo con il suo sapore unico e la sua bellezza.