Frutto della passione o maracuja: proprietà benefiche, come si mangia e valori nutrizionali

Il frutto della passione nasce da una pianta rampicante originaria dei paesi tropicali e subtropicali, in particolare il Brasile, dove è conosciuto anche con il suo nome portoghese, maracuja; in altre regioni viene invece chiamato granadilla: questo nome spagnolo prende spunto dai piccoli semini presenti nella polpa del frutto, che ricordano vagamente un melograno. Si tratta di un frutto tropicale dal sapore squisito e dal profumo inebriante, che apporta molti benefici al nostro organismo, in particolare al sistema gastrointestinale e a quello cardiovascolare; ultimamente, il frutto della passione è stato anche associato a un miglioramento della patologia del diabete e ad una pelle più sana e radiosa. Le varietà più comuni sono due, una dalla buccia rossa tendente al violaceo e una dalla buccia gialla; entrambe le varietà presentano un profumo gradevolissimo e una polpa dolce e morbida, che ha reso questo frutto esotico molto apprezzato anche in Italia. In questo articolo scopriremo tutte le caratteristiche del frutto della passione, le sue numerose proprietà benefiche, i valori nutrizionali e tutti i modi per mangiarlo.

Questa pagina contiene:

Origini e caratteristiche del frutto della passione

frutto della passione caratteristiche

Il frutto della passione è originario del Brasile ma viene coltivato anche in altri paesi del mondo a clima tropicale e subtropicale; conosciuto anche col suo nome portoghese, maracuja, il frutto della passione appartiene alla famiglia delle Passifloracee e le piante da cui nasce sono principalmente la Passiflora Edulis (che dà origine a frutti dalla buccia violacea) e la Passiflora Edulis Flavicarpa (da cui nascono maracuja dalla buccia gialla).

Il frutto della passione ha una forma ovale e rotondeggiante, può raggiungere un diametro di circa 6-8 cm nel caso della maracuja gialla e di 5-7 cm nel caso della variante viola. Il frutto della passione ha un profumo molto intenso e gradevole; la polpa è la parte commestibile, contiene moltissimi semini commestibili ed è abbondante, morbida e gelatinosa, con un sapore dolce-acidulo e una tonalità che può andare dal giallo al rosa. La buccia, invece, non è commestibile ed è spessa, robusta e diventa leggermente grinzosa quando il frutto è maturo al punto giusto.

I valori nutrizionali del frutto della passione

Il frutto della passione è composto per la maggior parte da acqua, è povero di grassi e di zuccheri; non contiene colesterolo ed è un vero e proprio concentrato di vitamina C. Ecco i valori nutrizionali del maracuja nel dettaglio.

Sostanze nutritiveQuantità per 100 grammi di prodotto
Acqua 72,93 g
Proteine 2,2 g
Grassi 0,7 g
di cui saturi 0,059 g
Carboidrati 23,38 g
di cui zuccheri 11,2 g
Fibre 10,4 g
Vitamina C 30 mg
Indice glicemico 30
Colesterolo 0 g
Sodio 23 mg
Potassio 348 mg

La polpa del frutto della passione è dolce e profumata e rappresenta un’ottima fonte di betacarotene, carotenoidi e fibre alimentari; contiene inoltre una buona dose di sali minerali, in particolare ferro, potassio, magnesio, zinco e selenio, e di vitamine, principalmente vitamina C e vitamina A. Tra le altre sostanze che contiene, ci sono gli Omega 6, gli Omega 3 e diverse tipologie di antiossidanti. Grazie alla presenza della pectina, inoltre, il frutto della passione è facile da digerire e favorisce la regolarità intestinale; la stessa pectina è in grado di regalare un effetto saziante, ha un’azione ritardante sull’assorbimento dei carboidrati e incide positivamente sull’accumulo di colesterolo.

I semi del frutto della passione vengono utilizzati per l’alimentazione degli animali mentre dalla buccia si ricava un prezioso olio che ritroviamo in diversi prodotti cosmetici dedicati alla cura della pelle.

Le calorie del frutto della passione

Le calorie del frutto della passione sono 97 ogni 100 grammi di polpa, calorie che derivano prevalentemente dagli zuccheri naturali. Anche se apparentemente non sono poche, è bene considerare che un unico maracuja pesa circa 18 grammi, quindi fornirà al nostro organismo soltanto 17 calorie.

I benefici del frutto della passione

Il frutto della passione presenta numerosi benefici per la nostra salute e, se consumato regolarmente, può aiutarci a prevenire l’invecchiamento grazie all’elevato contenuto di antiossidanti; queste sostanze sono in grado di combattere i radicali liberi, i principali responsabili dell’invecchiamento cellulare. La ricchezza di fibre alimentari contribuiscono a regolare il funzionamento dell’intestino e dell’apparato digerente, tenendo sotto controllo il livello del colesterolo nel sangue; il frutto della passione ha anche un leggero effetto lassativo ed è un valido aiuto nella protezione delle mucose intestinali e del colon da sostanze potenzialmente nocive.

Ricchissimo di vitamina C, il maracuja aiuta a rinforzare le difese immunitarie e ad accelerare la guarigione in caso di influenza, raffreddamento e malanni stagionali; la vitamina A, invece, protegge la vista e la salute degli occhi e mantiene la pelle luminosa e tonica. Il frutto della passione è anche ricchissimo di potassio, un sale minerale che ha effetti rigeneranti e regolatori della pressione sanguigna e del battito cardiaco. Oggi si studiano invece gli effetti protettivi che il frutto della passione potrebbe avere rispetto ad alcune tipologie di tumore.

Un mito da sfatare riguarda le proprietà afrodisiache che spesso si associano a questo frutto per via del suo nome: in realtà, è la forma della corolla del fiore che ha dato origine al nome “frutto della passione” perché ricorda l’immagine della corona di spine indossata da Cristo durante la crocifissione.

Proprietà contro l’invecchiamento

Grazie al suo ricco contenuto di antiossidanti, il frutto della passione è un ottimo alleato contro l’invecchiamento: aiutando l’organismo a proteggersi dall’azione dei radicali liberi, che causano l’invecchiamento cellulare, il frutto della passione aiuta a prevenire l’eventuale insorgenza di numerose patologie legate all’età come neoplasie e problematiche cardiovascolari. Vista l’alta percentuale di betacarotene in esso contenuta, il frutto della passione aiuta in particolare a proteggere la pelle dall’invecchiamento e dagli agenti atmosferici, mantenendola bella e in salute.

Proprietà per l’apparato digerente

Il frutto della passione è molto utile in caso di problemi gastrointestinali: in particolare, essendo ricco di pectina, una fibra molto solubile, aiuta a mantenere attive e regolari le funzioni intestinali, combattendo la stipsi e preservando la salute del colon. La presenza di mucillagini, invece, rende il maracuja utile in caso di gastrite e può essere di aiuto nella prevenzione della colite.

Proprietà per l’apparato cardiovascolare

La pectina, oltre a garantire il buon funzionamento intestinale, è utile per mantenere in salute il cuore e per regolare la circolazione sanguigna: sarebbe proprio questa sostanza, simile alla gelatina, in grado di saziare e ritardare l’assorbimento dei carboidrati, che avrebbe un effetto benefico sulla metabolizzazione dei grassi e quindi sull’accumulo di colesterolo.

Proprietà contro il diabete

Infine, uno studio pubblicato nel 2012 dal Nutrition Journal ha valutato che la maracuja dalla buccia gialla avrebbe un effetto benefico nei soggetti affetti da diabete di tipo 2 perché sarebbe in grado di ridurre l’insulino-resistenza: i pazienti diabetici, infatti, presentano una resistenza all’insulina e hanno quindi bisogno di somministrazioni di questa sostanza per tenere sotto controllo i livelli di glucosio nel sangue; il frutto della passione sarebbe in grado di ridurre questa insulino-resistenza, tipica dei pazienti diabetici, aiutando così il controllo della glicemia in modo del tutto naturale.

I risultati dello studio, anche se non possono ancora essere considerati definitivi, sono molto incoraggianti: 43 pazienti di età compresa tra 57 e 73 anni avrebbero registrato effetti positivi nella prevenzione e cura del diabete di tipo 2, consumando in modo regolare il frutto della passione.

Come si mangia

Il frutto della passione si può mangiare semplicemente così com’è oppure è possibile utilizzarlo per diverse ricette dolci: se volete gustarlo al naturale, vi sarà sufficiente tagliarlo a metà e mangiare la polpa con un cucchiaino. Potete altrimenti utilizzarlo per preparare torte fredde, mousse, sorbetti, cocktail, gelati, succhi e marmellate; particolarmente apprezzato risulta l’abbinamento con lo yogurt grazie al contrasto che si crea tra il sapore acidulo dello yogurt e la dolcezza del frutto della passione.

Dal maracuja, inoltre, si ricava un succo dolce e fresco, che può essere bevuto da solo o in abbinamento ad altri succhi tropicali come quello all’ananas, al mango o alla papaya, per un cocktail dolce ed estivo; per ottenere il succo basterà frullare la polpa di 3 o 4 frutti con un po’ d’acqua. In alcune parti del mondo, il frutto della passione viene utilizzato anche per dare un retrogusto agrodolce a piatti salati, solitamente a base di pesce, oppure per preparare dei liquori profumati ed esotici.

Controindicazioni

Il frutto della passione non presenta particolari controindicazioni o effetti collaterali, ovviamente a patto che non si abbiano allergie al maracuja o ad alcune delle sostanze che contiene; se si assumono farmaci per l’ansia, la depressione o anticoagulanti, si dovrebbe prima chiedere consiglio al proprio medico perché alcune componenti del frutto della passione potrebbero interagire con questi medicinali. Una buona accortezza è comunque non abusarne perché un consumo eccessivo potrebbe portare a disturbi transitori a livello di stomaco e intestino.

Inoltre, potrebbero esserci delle controindicazioni per le persone che presentano allergia al lattice: le proteine della gomma, infatti, somigliano molto a quelle che si trovano in alcuni alimenti, tra cui appunto il frutto della passione ma anche banane, avocado, castagne, albicocche, papaya e kiwi. In caso di allergie al lattice, il consumo di questi cibi potrebbe portare ad alcuni spiacevoli effetti collaterali, dall’orticaria al ben più grave shock anafilattico.