Lo sfizio che inaspettatamente fa bene al tuo corpo

La frutta secca è più di un delizioso spuntino: i suoi benefici sono tantissimi, da quelli contro il colesterolo a quelli (inaspettati) per la dieta.

Frutta secca
Foto Shutterstock | Monticello

La frutta secca è da sempre considerata un buono spuntino di metà giornata o una deliziosa aggiunta ad altri piatti, dallo yogurt alle insalate. Tuttavia ci siamo sempre guardati dal portarne in tavola più dello stretto necessario per farne un assaggio, timorosi di eccedere con le calorie. Ebbene, ormai sono molti gli studi che hanno dimostrato i numerosi benefici dei vari tipi di frutta secca come noci, mandorle, arachidi e pistacchi. Ma c’è di più: una ricerca ha evidenziato che i grassi in essi contenuti non sono correlati ad alcun aumento di peso. Vediamo quali sono le proprietà della frutta secca.

La frutta secca fa bene, lo dice la scienza

Fibre, antiossidanti, vitamine, sali minerali, acidi grassi: la frutta secca è un concentrato di sostanze importanti per la salute del nostro organismo, e a sorpresa non ci fa ingrassare. Quindi non c’è più motivo per rinunciarvi, purché sempre con moderazione. Le tante varietà di noci, le squisite mandorle e tutti quei frutti che, dietro processo di essiccazione, possono essere considerati parte della categoria (come le albicocche e le prugne, ad esempio) sono un vero toccasana. Numerosi studi scientifici hanno indagato a fondo le loro proprietà, portando a galla alcuni benefici straordinari della frutta secca.

1-È ricca di probiotici

Una ricerca dell’azienda Importaco, svolta in collaborazione con la Darwin Bioprospecting Excellence, ha analizzato i batteri presenti in alcuni tipi di frutta secca individuando tre diversi probiotici, dei generi Lactobacillus e Pediococuss. Questi batteri svolgono un ruolo molto importante, perché vanno a colonizzare il nostro microbiota intestinale favorendo il generale benessere dell’organismo. Quelli contenuti nella frutta secca, in particolare, hanno dimostrato una notevole azione antiossidante, antinfiammatoria e immunostimolante. Ad essere più ricchi di probiotici si sono rivelati i pistacchi, le mandorle, le nocciole e le arachidi.

2-Fa bene contro il colesterolo e il diabete

Le noci, in particolare, possiedono poi altri benefici interessanti. Le loro proprietà antiossidanti e antinfiammatorie migliorano la salute cardiovascolare su diversi fronti: riducono i livelli di colesterolo nel sangue, migliorano il tono dei vasi sanguigni e tengono sotto controllo i marcatori dell’infiammazione. Merito (tra le altre cose) della vitamina B9, che è utilissima anche in gravidanza, per lo sviluppo del sistema nervoso del feto. Secondo gli studi dell’Humanitas Research Hospital, le noci sono inoltre un ottimo alleato in caso di diabete di tipo 2, abbassando i livelli di glicemia nel sangue.

3-Riduce il rischio di cancro

Sempre le noci sono state coinvolte in uno studio pubblicato sull’International Journal of Cancer, nel quale i ricercatori hanno indagato sul rapporto tra il consumo di questa frutta secca e il rischio di morte o di recidiva del cancro al seno. La correlazione, dopo un’attenta analisi svolta su quasi 3.500 donne che hanno combattuto contro questo tumore, ha evidenziato che coloro che hanno consumato una maggior quantità di noci ha avuto un rischio più basso di eventi avversi. Un legame che si è mostrato più forte se il cancro era stato individuato in stadio precoce.

4-Non fa ingrassare

Ed eccoci alla proprietà più curiosa della frutta secca. Abbiamo sempre creduto che noci e simili facessero ingrassare, ma da un recente studio è emersa una verità diversa. La metanalisi pubblicata su Obesity Review ha analizzato ben 92 ricerche condotte sul rapporto tra frutta secca e peso corporeo. I risultati dimostrano che non solo questi alimenti non aumentano il rischio di obesità, ma possono addirittura aiutare a dimagrire. Questo per diversi motivi: innanzitutto sono ricchi di fibre, che aumentano il senso di sazietà e ci aiutano a ridurre le porzioni. Inoltre i grassi insaturi in essi contenuti hanno un effetto termogenico, contribuendo a ridurre il tessuto adiposo. L’importante, come sempre, è nella moderazione. Secondo gli studi, dovremmo consumare tra i 30 e i 45 grammi di frutta secca al giorno per beneficiarne al meglio.