Articolo aggiornato il 22 Giugno 2024

Con l’arrivo dell’estate molte persone fanno attenzione alla forma fisica. Le fragole potrebbero essere un valido alleato della dieta?

Se siete impegnati nel migliorare la vostra forma fisica, potrebbe interessarvi scoprire se le fragole possano contribuire alla perdita di peso. Dopo tutto, sono un frutto e, di solito, si considerano gli alimenti di origine vegetale come salutari. Ecco quindi tutte le informazioni rilevanti sul rapporto tra fragole e perdita di peso.

La risposta semplice alla domanda è sì, ma bisogna comunque fare attenzione. Nonostante non siano stati condotti studi specifici sull’effetto delle fragole sulla perdita di peso, ci sono buone ragioni per ritenere che questi frutti rossi siano un’ottima aggiunta alla maggior parte delle diete orientate alla perdita di peso. Ciò significa che sì, possiamo mangiarle anche se vogliamo dimagrire!

Per perdere peso è necessario creare un deficit calorico, che significa consumare meno calorie, aumentare l’attività fisica o entrambi. Ridurre l’apporto calorico può essere una sfida, ma può risultare più semplice praticando il “volume eating“, cioè consumando porzioni abbondanti di alimenti a basso contenuto calorico ma ricchi di sostanze nutritive, in modo da soddisfare il senso di sazietà. Tra gli esempi rientrano gli spinaci, la lattuga, i broccoli, la maggior parte delle verdure e, appunto, le fragole.

I benefici delle fragole: si possono mangiare anche quando siamo a dieta?

Con sole 48 calorie per tazza, le fragole sono un alimento a basso contenuto calorico ma di grande volume, rendendole un’aggiunta perfetta per la nostra dieta. Le fragole e altri frutti di bosco, come le more e i lamponi, contengono meno zuccheri rispetto alla maggior parte degli altri frutti, il che li rende adatti alle diete a basso contenuto di carboidrati. Tuttavia, è consigliabile evitare di abusarne, poiché contengono comunque 8,5 grammi di carboidrati netti per tazza.

Sostituire gli zuccheri aggiunti con alternative meno dolci (come le deliziose fragole) può contribuire alla perdita di peso, aiutando a stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue e gli ormoni della fame, riducendo così gli attacchi di fame e le voglie di cibo.

si possono mangiare le fragole a dieta
Anche se le fragole non hanno troppi effetti collaterali, è meglio mangiarne in quantità moderata, come tutti gli altri alimenti – tantasalute.it

Anche se le fragole non sono particolarmente ricche di fibre, ne contengono comunque 3 grammi per tazza, che corrispondono a circa il 10% dell’apporto giornaliero raccomandato di fibre. Le fibre sono notoriamente benefiche per la regolarità intestinale, ma la ricerca ha anche dimostrato che un aumento dell’assunzione di fibre può contribuire alla perdita di peso senza altri cambiamenti nella dieta.

Inoltre, le fibre fungono da fonte di nutrimento per i batteri intestinali benefici che vivono nel nostro intestino. E quando questi piccoli compagni sono ben alimentati, fanno bene anche a noi. Una presenza abbondante di batteri intestinali sani è associata a un migliore controllo dei livelli di zucchero nel sangue, che può aiutare a regolare l’appetito e mantenere un metabolismo sano. Insomma, le fragole sono una buona aggiunta alle nostre diete, purché si rispetti la regola che vale per quasi tutti gli altri alimenti: un po’ sì, ma senza abusarne.