Sport contro la cellulite: attività che aiutano a ridurla

Alcuni sport sono ideali per combattere la cellulite e per stimolare il sistema circolatorio, perché agiscono su ritenzione idrica e grasso localizzato. Scopriamo come.

Sport contro la cellulite
Foto Shutterstock | Standret

L’attività fisica è fondamentale contro gli inestetismi: esistono infatti sport che aiutano a ridurre la cellulite. Il movimento, infatti, riattiva la circolazione, evitando il possibile ristagno di liquidi, ed è anche uno dei preziosi alleati di bellezza.

Continua a leggere
Continua a leggere

Una corretta routine quotidiana include anche una sana alimentazione e l’utilizzo di creme anticellulite specifiche e mirate (meglio se farmacologiche) così da contrastare il disturbo a 360 gradi.

Sport e cellulite: quali scegliere

L’attività fisica apporta molteplici benefici al corpo e alla mente. Tuttavia, non tutti gli sport sono efficaci contro la cellulite. Questo inestetismo cutaneo, infatti, è un problema legato principalmente ad uno stile di vita sedentario, a cattive abitudini alimentari e alle conseguenze che esse determinano sul metabolismo.

Per un risultato ottimale, dunque, via libera a corsa, roller, jogging e ciclismo. Senza dimenticare che anche pilates, nuoto, squat e camminate a passo spedito sono dei veri toccasana se si soffre di cuscinetti localizzati e cellulite.

Continua a leggere
Continua a leggere

Per rimodellare il fisico, comunque, le parole d’ordine sono due: gradualità e costanza. È bene, infatti, iniziare con brevi sessioni sportive da praticare più volte a settimana, avendo cura di incrementare nel tempo sia la durata dell’allenamento che la quantità di esercizi praticati.

I benefici dell’attività fisica sull’organismo

Quando ci si allena le fasce muscolari si rinforzano: contraendosi ed allungandosi, infatti, i muscoli sconfiggono la loro resistenza, si ossigenano, aumentano la loro massa e di fatto si scolpiscono. Ma non è tutto: quando si pratica attività fisica l’organismo brucia i grassi ed elimina le tossine, con risultati visibili in termini di dimagrimento.

Continua a leggere

Tuttavia, per valutare la reale efficacia dell’allenamento bisogna monitorare anche l’attività del cuore, avendo cura di rimanere tra il 65 e il 75% della massima frequenza cardiaca, così da ottimizzare la prestazione senza correre rischi per la salute.

Continua a leggere

Lo sport agisce sul tono muscolare, ma al tempo stesso permette di ridurre la ritenzione idrica e di bruciare il grasso sottocutaneo. Soprattutto se il lavoro coinvolge la cintura addominale, i glutei e le gambe, ovvero le zone maggiormente esposte all’accumulo di adiposità localizzate ed inestetismi cutanei.

L’importanza di una corretta routine quotidiana

Per combattere la cellulite si deve agire su più fronti, ovvero sport, alimentazione corretta e creme mirate. Per prima cosa, infatti, si deve puntare su una dieta equilibrata e varia, cercando di limitare il consumo di zuccheri, sale e grassi, che favoriscono gli accumuli adiposi e incrementano la ritenzione idrica localizzata.

Continua a leggere

Vanno prediletti i cibi ricchi d’acqua, senza dimenticare di bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno così da idratare adeguatamente l’organismo. Via libera anche a tisane, centrifughe ed infusi, mentre vanno abolite le bibite zuccherate e gli alcolici.

Continua a leggere

In commercio, infine, sono disponibili delle creme anticellulite specifiche che permettono di contrastare nel dettaglio gli inestetismi cutanei. Alcuni prodotti farmaceutici, ad esempio, migliorano la circolazione e hanno effetti antinfiammatori e drenanti, aiutano a ridurre cuscinetti e pelle a buccia di arancia ed incrementano la tonicità della cute.