Febbre da fieno, cos’è e quanto durano i sintomi

Febbre da fieno sintomi
Febbre da fieno: cos’è, cause e sintomi – tantasalute.it

Articolo aggiornato il 29 Aprile 2024

In Primavera è facile soffrire di febbre da fieno, una condizione che provoca starnuti e prurito agli occhi. Scopri cos’è e come liberartene.

La primavera non è solo la stagione degli amori, ma è anche quella degli starnuti e del prurito agli occhi per tante persone che soffrono di febbre da fieno. Ma che cos’è? E quali sono i suoi sintomi?

Chiamata anche “rinite allergica stagionale”, è una forma di allergia ai pollini di erba e piante, che si verifica in primavera e/o in estate. Solo in Italia si conta che ne soffrano oltre 12 milioni di persone!

Quali sono i sintomi della febbre da fieno e cosa la differenzia dalla ‘classica’ allergia

La febbre da fieno si scatena come reazione allergica del corpo al polline degli alberi, delle graminacee e delle piante. Si tratta di piccole particelle che vengono sparse facilmente dal vento ovunque in primavera e in estate. I pollini, poi, sono presenti anche nella muffa e nella polvere di casa.

differenze febbre fieno allergia
Quali sono le differenze tra febbre da fieno e allergia – tantasalute.it

Ci si accorge di avere la febbre da fieno per la comparsa di uno o più di questi sintomi:

  • Starnuti
  • Tosse
  • Secrezioni che colano dal naso
  • Minore sensibilità agli odori
  • Prurito a gola, bocca, naso e orecchie
  • Dolore alle tempie e alla fronte

Tra i sintomi più frequenti della rinite allergica, invece, ritroviamo:

  • Senso di oppressione al torace
  • Fiato corto
  • Affanno e tosse

Come puoi notare, i suoi sintomi sono molto simili a quelli di un comune raffreddore, tuttavia ci sono delle differenze. La febbre da fieno inizia immediatamente dopo l’esposizione agli allergeni (polline) e dura qualche settimana o comunque fino a che ci si espone agli agenti allergici. Il raffreddore, invece, spunta dopo 1-3 giorni dall’esposizione ad un virus e può durare da 3 a 7 giorni. Quanto ai sintomi, se è vero che in entrambi i casi si verifica naso che cola, con la febbre da fieno la secrezione nasale è chiara e liquida. Con il raffreddore è densa, grigia o giallastra. Infine, la rinite allergica stagionale non porta febbre (nonostante il nome ambiguo), mentre il raffreddore a volte sì.

Come si cura?

La febbre da fieno è un disturbo davvero fastidioso in primavera e in estate e liberarsene sarebbe davvero un sollievo. 

Febbre da fieno rimedi
Attenuare i sintomi della febbre da fieno con lacrime artificiali – tantasalute.it

Sebbene non esista alcuna cura, fortunatamente è possibile limitarne i sintomi seguendo alcuni accorgimenti:

  • Evitare di uscire di casa (soprattutto andando in luoghi alberati come parchi o spazi verdi)
  • Tenere chiuse finestre e porte di casa
  • Impedire il passaggio del polline nel naso applicando un po’ di vaselina
  • Fare una doccia e lavare i vestiti indossati dopo aver trascorso una giornata all’aperto (per eliminare eventuali residui di polline)
  • Passare l’aspirapolvere a casa ogni giorno
  • Evitare di fare giardinaggio, soprattutto tagliare l’erba
  • Asciugare i vestiti dentro casa e non all’aperto
  • Evitare di tenere animali in casa (che possono portare dentro il polline)

Comunque, se sospetti di soffrire di rinite allergica stagionale, contatta il tuo medico che ti prescriverà i prodotti migliori per alleviarne i sintomi. Ad esempio lacrime artificiali contro gli occhi secchi o spray per il naso contro il gonfiore.

In questo modo anche tu potrai trascorrere una serena e solare primavera ed estate!