Ecco cosa succede se fai attività fisica dopo il vaccino anti-Covid

Secondo un recente studio, chi pratica attività fisica moderata nelle settimane seguenti l'inoculazione del vaccino anti-Covid ha notevoli benefici.

Primo piano di scarpe di una ragazza che cammina
Foto Freepik | wayhomestudio

Sono tantissime le domande che riguardano il vaccino anti-Covid, il nostro più importante alleato contro la pandemia. D’altronde, sono gli stessi medici a scoprire, mese dopo mese, sempre qualcosa di nuovo su questo argomento. Ed è proprio uno studio molto recente che ha portato alla luce un inatteso collegamento tra l’attività fisica e il vaccino.

Vaccino anti-Covid, perché fare sport

Sappiamo che, tra gli effetti collaterali più comuni del vaccino anti-Covid, ci sono febbre e sintomi influenzali. Nulla di preoccupante, naturalmente: bastano pochi giorni perché questi sintomi scompaiano da soli. Ma viene spontaneo chiedersi se, nel periodo subito successivo all’inoculazione, sia possibile fare attività fisica. Ebbene, una nuova ricerca svela che non solo non vi sono controindicazioni, ma è persino consigliabile.

Gli studiosi del Dipartimento di Kinesiologia dell’Università Statale dell’Iowa hanno condotto alcuni esperimenti per verificare l’effetto dello sport sull’organismo dopo la vaccinazione. Hanno quindi coinvolto alcuni volontari che si erano appena sottoposti alla somministrazione, chiedendo loro di dividersi in tre gruppi: il primo non ha praticato alcuna attività, mentre gli altri due hanno fatto una camminata a passo veloce o sono andati sulla cyclette per 45 o 90 minuti. Nello svolgere questi esercizi, i partecipanti hanno dovuto mantenere un’intensità lieve o moderata, con frequenza cardiaca tra i 120 e i 140 battiti al minuto.

In seguito, i ricercatori hanno sottoposto i volontari ad esami del sangue periodici nelle quattro settimane dopo la vaccinazione. Chi aveva fatto esercizio fisico per 90 minuti aveva una concentrazione di anticorpi di gran lunga superiore. Le persone che avevano invece praticato attività sportiva per 45 minuti non avevano avuto alcun beneficio immunitario – i loro livelli di anticorpi erano uguali a quelli di coloro che non avevano fatto alcuna attività. Questi risultati sono molto interessanti e ci rivelano che il movimento è utile per stimolare in maniera naturale le nostre difese immunitarie.

“Ci sono molti cambiamenti che avvengono quando ci esercitiamo: metabolici, biochimici, neuroendocrini, circolatori” – ha spiegato la professoressa Marian Kohut, autrice dello studio. “C’è probabilmente una combinazione di fattori che contribuisce alla risposta anticorpale”. Lo studio ha inoltre verificato che questi risultati si ottengono anche a seguito della vaccinazione antinfluenzale.