Il segreto contro la depressione? Potrebbe essere in questa erba aromatica

Una sostanza contenuta in una particolare specie di erba aromatica potrebbe nascondere il segreto contro la depressione: ecco di cosa si tratta.

Depressione
Foto Unsplash | okeykat

Dalle piante arrivano moltissimi preparati utili per combattere malattie di vario genere. Merito di sostanze potentissime, come quella contenuta in una particolare specie di alloro. Un nuovo studio ha infatti scoperto la presenza di un vero e proprio antidepressivo naturale, la riparina III. In che modo agisce e perché potrebbe presto diventare una nuova arma contro la depressione? Scopriamo qualcosa in più.

Dall’alloro una nuova arma contro la depressione

La depressione è una malattia che colpisce tantissime persone in tutto il mondo, soprattutto nei Paesi sviluppati. Oltre ad essere un problema sottostimato (c’è ancora un grande stigma contro i disturbi di salute mentale), alcune ricerche hanno evidenziato che dal 30% al 40% dei pazienti non risponde adeguatamente alle cure. Abbiamo dunque bisogno di nuovi antidepressivi, e quello che è emerso da uno studio brasiliano sembra davvero promettente.

I ricercatori della UFC Universidade Federale do Cearà stanno analizzando da tempo la riparina III, una sostanza alcaloide estratta da una particolare specie d’alloro. Si tratta dell’Aniba riparia, che cresce prevalentemente nell’Amazzonia. Le sue proprietà sono rimaste per molti anni sconosciute, ma ora è venuta alla luce un suo interessante effetto antidepressivo. Lo studio preclinico, i cui risultati sono pubblicati sull’European Journal of Pharmaceutical Sciences, ha analizzato l’azione di questa sostanza su cavie da laboratorio.

Alcuni topi hanno ricevuto della riparina III per via orale, mentre ad altri è stata somministrata solo dell’acqua distillata. Poi tutti loro sono stati sottoposti a situazioni stressanti: la loro risposta ha generato uno stato simile alla depressione. Tuttavia, gli esemplari che avevano assunto l’alcaloide hanno dimostrato molta più resistenza allo stress. Gli scienziati hanno anche analizzato i loro livelli di neurotrasmettitori, associati alla condizione depressiva. Anche in questo caso, i topi che avevano ricevuto la riparina III hanno presentano effetti simili a quelli derivanti dall’assunzione di antidepressivi.

Ciò apre la strada a nuove possibilità nella lotta contro lo stress, l’ansia e la depressione. Naturalmente questi sono solamente studi preliminari, ma ancora una volta la natura (e in particolare le erbe aromatiche) sembra venirci incontro offrendo le loro proprietà a beneficio della nostra salute. Gli studiosi sono sempre alla ricerca di nuovi farmaci antidepressivi che abbiano un’azione più rapida e minori effetti collaterali rispetto a quelli attualmente disponibili sul mercato.