Dormire bene e favorire il riposo: qual è il cuscino giusto? Cosa sapere per fare la scelta giusta

cuscino letto
Come scegliere il cuscino perfetto (tantasalute.it)

Il cuscino ha un ruolo fondamentale per garantire il sonno ma anche il giusto riposo di schiena, spalle e testa.

Sottovalutiamo la sua importanza eppure scegliere quello giusto non è affatto facile e non bisogna né acquistarlo troppo rigido né troppo morbido e soprattutto è fondamentale fare delle prove.

L’obiettivo è infatti garantire riposo e la linea retta della colonna vertebrale che deve essere integra sempre, anche quando si dorme. Qual è il cuscino adatto e come capirlo: occhio a questi dettagli.

Come scgliere il cuscino giusto

Ognuno ha delle preferenze quando si parla di cuscino come anche per il materasso, per questo motivo è consigliabile fare una prova e non acquistarlo senza aver visto se può o meno andare bene. Oggi ci sono tantissimi materiali e forme e quindi scegliere non è così intuitivo. Un sonno disturbato causa malattie, predispone il corpo a sviluppare ictus, diabete, depressione, patologie cardiovascolari.

Modelli cuscino scegliere
Tipologie di cuscino per ogni posizione (tantasalute.it)

Ci sono delle buone regole da seguire per avere il cuscino perfetto, la prima è che va sostituito con cadenza regolare da un minimo di tre anni ad un massimo di cinque. Non deve essere troppo alto ma nemmeno piatto, meglio orientarsi su una misura di un minimo di 10 centimetri e un massimo di 20. Attenzione alla larghezza, anche questo è un dato importante.

Se avete problemi di postura scegliete quello in lattice, ad esempio in memory foam. Questo materiale è indicato anche per chi soffre di allergia e per combattere gli acari. Attenzione a strumenti innovativi come i cuscini riscaldati, queste pratiche non sono indicate per tutti. Per orientarvi al meglio considerate se dormite a pancia in su, in giù oppure sul lato, questo vi aiuterà sicuramente a capire cosa va meglio.

Ad esempio chi dorme sul fianco deve prediligere un cuscino di circa 15 centimetri duro, chi invece dorme in posizione supina un cuscino basso e morbido, coloro che dormono a pancia in giù un cuscino basso e piatto. Per coloro che soffrono di insonnia è utile valutare con ancora più attenzione il proprio cuscino perché potrebbe diventare un fattore di ulteriore difficoltà nell’addormentarsi.

È utile ricordare che i materiali come lana e simili non vanno bene per soggetti allergici e asmatici perché tendono ad accumulare molta polvere, quelli in lattice non sono indicati per chi ha problemi di cervicale e di postura perché risultano troppo rigidi, meglio un modello in microfibra che sicuramente si adatta di più alle proprie esigenze.

Cerca su Google