Dolori al fianco destro, tutte le possibili malattie

dolore fianco destro possibili cause
Dolore al fianco: cosa sapere e a cosa fare attenzione (tantasalute.it)

Articolo aggiornato il 1 Novembre 2023

Avere forti dolori al fianco destro può essere sintomo di possibili malattie o problematiche fisiche alle quali è bene fare molta attenzione. 

Fare attenzione ai segnali che invia il nostro corpo quando si tratta di malesseri fisici, è molto importante per il benessere personale. Essere consapevoli dei campanelli d’allarme che invia il corpo è anche un modo per poter intervenire in modo tempestivo, per questo è importante non ignorare alcuni dolori.

Tra questi, il dolore al fianco destro può essere un avvertimento per segnalare problematiche di diverso tipo. Il più delle volte si può trattare di falsi allarmi e normalissime fisse momentanee. Qualora il problema dovesse persistere e diventare insopportabile e presentarsi più volte durante un certo arco di tempo, allora potrebbe trattarsi di qualcosa di più importante di una semplice fitta al fianco. In questo articolo analizzeremo insieme le cause, i sintomi e i possibili trattamenti per affrontare il dolore al fianco destro.

Dolore al fianco destra: le possibili cause

Tra i motivi più comuni associati al dolore al fianco destro, ci sono possibili malattie del tratto destro intestinale, come un’infiammazione all’appendice. L’appendicite infatti può causare dolori acuti e costanti, che spesso si diramano fino all’addome inferiore destro. Nei casi peggiori, può portare a condizioni febbrili, nausea, vomito, ecc. e potrebbe essere necessario intervenire con la chirurgia per rimuovere l’appendice.

Un altro motivo potrebbe essere un’infiammazione del colon, ovvero la sindrome del colon irritabile, che richiederà un trattamento specifico. In alcuni casi potrebbe trattarsi anche di problemi legati ai reni e all’apparato urinario, come calcoli renali o infezioni. In questi casi il dolore sarebbe molto frequente e forte tanto da distribuirsi anche nella parte posteriore della zona lombare.

In casi più gravi invece, i dolori potrebbero essere causati da una importanti patologie, come nel caso delle malattie epatiche. Queste possono riguardare epatite, problemi al fegato e cirrosi, che richiedono un percorso più complesso per essere trattate e curate.

Molti dei problemi legati al dolore al fianco destro, possono trovare risposta attraverso delle analisi del sangue, delle urine e delle feci, che possono essere prescritte dal proprio medico curante, qualora non si trattasse di una soluzione immediata. In alcuni casi è anche possibile che venga fatta un’ecografia per osservare le condizioni dell’intestino e dei reni.

Dolore al fianco - Foto di ROCKETMANN TEAM/ Pexels.com
Dolore al fianco – Foto di ROCKETMANN TEAM/ Pexels.com

Nei casi meno gravi, per far passare il dolore, spesso potrebbe bastare semplicemente del riposo, cessando anche attività fisiche, che possono peggiorare la situazione. In casi più importanti invece è possibile che si presenti la necessità di seguire una terapia farmacologica o antibiotica. In queste situazioni è possibile che si richieda anche la necessità di iniziare una dieta o cambiare piano alimentare in base alla diagnosi del problema, rimanendo sotto osservazione per un bel po’ di tempo.

È bene ricordare che qualora si sentissero dolori molto forti, pungenti e/o costanti, è necessario rivolgersi subito a un medico per diagnosticare e curare il problema il prima possibile e scoprirne le cause. Nella maggior parte dei casi, un dolore momentaneo al fianco destro non rappresenta situazioni allarmanti.

I sintomi più comuni legati a questo dolore

Il dolore al fianco destro è una preoccupazione comune per molte persone e come abbiamo potuto capire può avere diverse cause sottostanti. Ma adesso, vediamo insieme quali sono i sintomi associati a questo dolore.

  • Dolore acuto o dolore sordo: Il dolore al fianco destro può variare da acuto a sordo e il tipo di dolore di cui si soffre può fornire indizi sulla possibile causa.
  • Localizzazione: Il dolore al fianco destro può verificarsi nella parte superiore o inferiore, nella zona addominale o nella schiena.
  • Irradiazione: Questo dolore può irradiare verso altre aree, come la parte bassa della schiena o l’addome, rendendo difficile identificare l’origine esatta.
  • Altri sintomi: Alcuni pazienti possono anche sperimentare sintomi, come nausea, vomito, febbre o cambiamenti nelle abitudini intestinali in associazione a questo dolore.

Quando il dolore al fianco deve preoccupare?

Il dolore al fianco destro può variare da lieve e molto grave e abbiamo visto che può essere causato da molte condizioni diverse tra loro. Ci sono alcuni segnali che ci fanno capire che questo dolore potrebbe essere motivo di preoccupazione, ecco quali. In primis, se il dolore è improvviso e molto intenso, allora potrebbe essere un segno di un problema grave, come l’appendicite o una rottura di organo interno. Se il dolore è così forte e insopportabile, allora anche in questo caso è una ragione per preoccuparsi. Se il dolore persiste per ore o addirittura giorni senza mai migliorare, è importante consultare subito un medico. Ancora, se il dolore è associato a sintomi come febbre, nausea, vomito, gonfiore addominale e cambiamenti nelle abitudini intestinali, potrebbe essere un segno di un problema grave.

Inoltre, anche nel caso in cui si soffre di malattie del fegato, calcoli biliari o altre condizioni mediche, è importante prestare attenzione ai sintomi manifestati e cercare subito un consiglio medico. Se il dolore al fianco destro ci rende la respirazione faticosa, allora anche qui potrebbe essere segno di una condizione grave legata ad un problema ai polmoni.

Quando il dolore è preoccupante - Foto di Karolina Grabowska/ Pexels.com
Quando il dolore è preoccupante – Foto di Karolina Grabowska/ Pexels.com

Opzioni di trattamento

Il trattamento del dolore al fianco destro dipende ovviamente dalle cause sottostanti. Tuttavia, ci sono alcune opzioni generali da poter prendere in considerazione:

  1. Consultare il medico: Se si soffre di dolore al fianco destro grave, prolungato o accompagnato da altri sintomi, bisogna subito consultare un medico professionista.
  2. Trattamenti conservativi: Per questo tipo di dolore, il riposo, il ghiaccio e gli antidolorifici possono essere molto efficaci.
  3. Colecistectomia: Se la causa del dolore al fianco destro sono i calcoli biliari, allora in questo caso è necessario un intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea.
  4. Trattamento dell’appendicite: Se l’appendicite è la causa di dolore al fianco destro, è necessario un intervento chirurgico urgente.
  5. Gestione delle malattie del fegato: Le malattie del fegato richiedono un trattamento ben mirato, che può includere cambiamenti nella dieta, farmaci e monitoraggio regolare.

Il dolore al fianco destro può essere causato da tante condizioni diverse, alcune delle quali richiedono interventi medici immediati. Quindi, consultare un bravo medico è fondamentale per identificare la causa e panificare il trattamento appropriato. La diagnosi precoce e il trattamento adeguato sono fondamentali per garantire una buona salute.

Quale fianco fa male con il colon irritabile?

In presenza del colon irritabile è il fianco sinistro a fare male e non quello destro. Questa patologia è nota anche come sindrome dell’intestino irritabile ed è una condizione gastrointestinale che può causare sintomi come dolore addominale, gonfiore, diarrea e stitichezza. Ovviamente il dolore associato al colon irritabile può variare da persona a persona e può verificarsi in qualsiasi parte dell’addome, spesso diversi punti.

In ogni caso è importante consultare un medico prima di confermare la diagnosi di IBS e sviluppare un piano di gestione dei sintomi. La gestione di questa sindrome può coinvolgere cambiamenti nella dieta, riduzione dello stress e, in alcuni casi, farmaci per alleviare i sintomi.

Le opzioni di trattamento al dolore al fianco - Foto di Daria Liudnaya/ Pexels.com
Le opzioni di trattamento al dolore al fianco – Foto di Daria Liudnaya/ Pexels.com

Quanto dura il dolore al fianco?

La durata del dolore al fianco può variare notevolmente a seconda della causa sottostante, della gravità del dolore e anche dalla risposta durante e post trattamento. Il dolore al fianco può essere temporaneo, cronico, acuto o a lungo termine.

  • Dolore temporaneo: Il dolore al fianco può essere temporaneo e quindi andare via in poche ore o giorni. Ad esempio, nel caso in cui il dolore si manifesta per uno sforzo muscolare, solitamente va via con il riposo e l’uso di ghiaccio.
  • Dolore cronico: Alcuni tipi di dolore al fianco, come quelli associati a condizioni croniche come il colon irritabile o le malattie gastrointestinali, possono essere persistenti o ricorrenti. In questi casi, il dolore dura settimane o mesi.
  • Dolore acuto: Il dolore acuto al fianco può manifestarsi improvvisamente e può richiedere intervento medico immediato. Questo tipo di dolore può durare fino a quando non viene affrontata la causa sottostante.
  • Dolore a lungo termine: In alcune situazioni, il dolore al fianco può essere persistente e richiedere una gestione per un lungo periodo.

La durata del dolore al fianco dipende quindi dalla causa, dalla gravità e dal trattamento. Se il dolore al fianco è grave e persistente, è necessario consultare subito il medico per una valutazione e una diagnosi adatta. Il medico sarà, infatti, in grado di determinare la causa del dolore e consigliare un piano di trattamento appropriato.

Conclusioni

Concludendo, se il dolore al fianco destro è grave, persistente o associato ad altri sintomi preoccupanti, è essenziale consultare subito un professionista medico. In queste situazioni è meglio essere cauti e cercare un’opinione medica per escludere o affrontare tempestivamente qualsiasi problema sottostante che potrebbe richiedere trattamento urgente. La prevenzione è fondamentale. Poi, come abbiamo visto le cause sottostanti a questo dolore sono davvero tante, così come i sintomi, per questo è importante capire da dove proviene per iniziare il trattamento adeguato. L’aiuto del medico è essenziale, i suoi consigli possono essere davvero preziosi per mandar via questo dolore, che nella maggior parte dei casi risulta fastidioso.