Un nuovo studio suggerisce di eliminare questo alimento che usiamo spesso

Arriva un nuovo studio sulla pericolosità dei dolcificanti, da cui emerge che possono alterare il microbiota intestinale. Come possiamo sostituirli?

Dolcificanti
Foto Shutterstock | Eskymaks

I dolcificanti artificiali sono sostanze edulcoranti che vengono comunemente utilizzate al posto dello zucchero per risparmiare qualche caloria ed evitare problemi alla linea. Tuttavia, nel corso degli anni sono emersi alcuni dubbi sulla sua sicurezza per la salute. Dubbi che ora trovano conferma in un nuovo studio: i dolcificanti possono alterare il microbiota intestinale. Vediamo cosa hanno scoperto gli scienziati.

Dolcificanti pericolosi per la salute, lo studio

Sono molte le ricerche effettuate nel corso dei decenni a proposito della possibile pericolosità di dolcificanti quali l’aspartame, la saccarina e il sucralosio. Sebbene non si sia ancora approdati a conclusioni definitive, vi sono numerosi sospetti sulla loro sicurezza in caso di consumo eccessivo per un lungo periodo di tempo. Senza contare, ovviamente, i rischi “collaterali”: dal momento che apportano una minore quantità di calorie, si può essere tentati dal non prestare attenzione a quanto dolcificante si usa, andando incontro a disturbi di salute come sovrappeso e obesità.

Ora arriva un nuovo studio che mette in luce un nuovo problema. Gli scienziati della Ben-Gurion University in Israele hanno condotto una ricerca, pubblicata sull’International Journal of Molecular Sciences, che evidenzia la capacità dei dolcificanti artificiali di alterare il microbiota intestinale. Nel nostro intestino vivono infatti numerosi batteri “buoni”, fondamentali per le normali funzioni metaboliche dell’organismo – e anche per il sistema immunitario. Secondo lo studio israeliano, l’aspartame, il sucralosio e la saccarina interferirebbero con il metodo di comunicazione usato da tali batteri, influenzando il delicato equilibrio del microbiota.

Come sostituire i dolcificanti artificiali

Viene allora spontaneo chiedersi: in che modo possiamo sostituire i dolcificanti artificiali, eliminandoli (o quantomeno riducendone le quantità) dalla nostra dieta? Lo zucchero è ovviamente la prima risposta che viene alla mente. Ma in realtà ci sono numerosi altri prodotti che possiamo utilizzare, alcuni anche a calorie 0 per tenere sotto controllo il peso. Stiamo parlando dei dolcificanti naturali, sostanze che possono ritenersi a tutti gli effetti dei sostituti del comune zucchero da cucina – ma anche dello zucchero di canna.

Questi alimenti hanno un grande potere dolcificante, e sono solitamente molto meno calorici delle loro alternative artificiali o dello zucchero vero e proprio. Naturalmente, questo non significa che possiamo consumarne in quantità eccessive. Tuttavia ci permette di ridurre l’apporto calorico giornaliero e di evitare l’utilizzo di altre sostanze che possono poi rivelarsi pericolose per la salute (proprio come i dolcificanti artificiali).