Digitopressione: come applicare questo efficace metodo di guarigione

Come l'agopuntura, la digitopressione è un metodo di trattamento che deriva dalla Medicina Tradizionale Cinese (MTC). A differenza dell'agopuntura, però, non vengono utilizzati aghi, ma vengono premute le dita su punti specifici del corpo per attivare determinati punti di stimolo.

Signora che fa digitopressione sui polsi di una ragazza
Foto Unsplash | Antonika Chanel

Articolo aggiornato il 3 Aprile 2024

Ti sei mai massaggiato le tempie quando hai mal di testa? Se sì, allora hai effettuato, senza saperlo, la digitopressione.
Come l’agopuntura, la digitopressione è un metodo di trattamento che deriva dalla Medicina Tradizionale Cinese (MTC).

A differenza dell’agopuntura, però, non vengono utilizzati aghi, ma vengono premute le dita su punti specifici del corpo per attivare determinati punti di stimolo.

Come funziona la digitopressione?

La digitopressione, come l’agopuntura, ha lo scopo di ripristinare l’ equilibrio naturale nel corpo e quindi di curare le malattie. La Medicina Cinese afferma che le malattie siano causate da blocchi nel corpo che compromettono il flusso di energia.

Con la digitopressione specifica su alcuni punti del corpo, vengono sbloccati alcuni centri e riattivati i flussi di energia. La digitopressione pare aiuti non solo a diminuire i disturbi fisici come il dolore, ma anche a perdere peso e ridurre lo stress.

La Charité di Berlino ha pubblicato uno studio sull’efficacia della digitopressione: con l’aiuto di un’app, per esempio, più della metà delle donne ha avvertito meno dolore durante il sanguinamento mestruale dopo sei mesi.

Il vantaggio della terapia con la digitopressione è che puoi diventare facilmente un autodidatta. Ci sono molti libri e video sulla digitopressione e una volta che hai imparato i punti da sbloccare, potrai farlo ogni volta in cui ne avrai bisogno.

Consigli da applicare per una digitopressione efficace

Contro emicrania, dolore al collo, asma, affanno e raffreddore: il punto di digitopressione si trova all’esterno dell’avambraccio sinistro, a circa un dito sopra il polso.

Per dolori generali, febbre, infiammazioni o problemi digestivi, stringi la mano e allungala. Premi un dito nella rientranza in cui si incontrano le ossa del pollice e dell’indice.

Per stress, rabbia, depressione, mal di testa, ipertensione e crampi mestruali, metti il ​​pollice tra l’alluce e l’alluce accanto ad esso. Ora vai alla larghezza di tre dita verso la caviglia. Ora sei nella depressione tra i tendini. Questo è il punto di digitopressione.

Contro tachicardia, dolore toracico, nervosismo e vampate di calore: il punto di digitopressione si trova tra i due tendini centrali al centro del polso.

Per diarrea, gonfiore e costipazione, quattro dita sotto la rotula, c’è una depressione tra il muscolo tibiale anteriore e lo stinco. Qui troverai il punto di digitopressione.
Massaggiando, girando o toccando il punto, puoi aumentare gli effetti della digitopressione. Si raccomanda di premere i punti per un periodo compreso tra mezzo minuto e tre minuti.