Differenze tra ffp2 e ffp3, quale scegliere?

Indossare mascherine ci protegge dal virus,ma quali sono le differenze tra ffp2 e ffp3? Vediamo in questa guida quale mascherina scegliere

mascherine ffp2 ffp3 coronavirus
Foto Pixabay | di OrnaW

Il possibile contagio da coronavirus può essere efficacemente ridotto o eliminato con l’uso di mascherine facciali certificate. Per questo motivo, Tantasalute inaugura il suo shop online proprio con una selezione di mascherine FFP2 (DPI) certificate CE.
Scopri le offerte che ti abbiamo riservato, clicca qui o sul bottone qua sotto!
Banner Blog

Quali sono le differenze tra ffp2 e ffp3? Quale scegliere? Sappiamo che questo codice sta a significare la capacità filtrante dei tessuti che compongono la mascherina, ma vediamo nel dettaglio le varie differenze tra le mascherine utili per la protezione dal coronavirus che troviamo in commercio.

In vendita si trovano mascherine anti coronavirus di vari tipi. Dalle chirurgiche monouso, usa e getta alle mascherine di stoffa lavabili e riutilizzabili. Poi ci sono le mascherine ffp2 e ffp3, ossia dotate di particolari tessuti che hanno la capacità di filtrare l’aria che inspiriamo, prima che arrivi nel naso e quindi nei polmoni.

Differenze tra ffp2 e ffp3

Le mascherine antivirus dotate di filtro ffp2 e ffp3 sono quelle più efficaci per evitare il contagio da virus e batteri. Questo perché sono composte da materiali speciali e il loro tessuto non tessuto ha una trama molto fitta che riesce a bloccare particelle molto molto piccole, come batteri e virus, appunto. Per il loro potere filtrante sono anche chiamate maschere respiratorie di protezione, ovvero dispositivi di protezione individuale. E sono usate per la protezione di medici in ambito ospedaliero, per esempio.

L’elevato potere filtrante differenzia le mascherine ffp2 e ffp3, in percentuale. E le rende idonee a bloccare le particelle di SARS-CoV-2.

Quale mascherina scegliere?

Per rispondere a questa domanda occorre valutare l’ambito in cui viene usata la mascherina. In genere le mascherine filtranti delle particelle, le “ffp”, sono dispositivi che proteggono sia chi li indossa, sia gli altri. Non a caso sono usati per proteggere gli operatori sanitari coinvolti direttamente nella assistenza a pazienti infetti o potenzialmente infetti dal coronavirus.

Attenzione però, parliamo di ffp2 e ffp3, perché le mascherine ffp1 non sono utili a proteggere da agenti patogeni che si trasmettono per via aerea tanto piccoli come il SARS-CoV-2.
Inoltre va sottolineato che se le mascherine sono dotate di valvole, queste hanno il vantaggio di dare maggiore comodità nella respirazione, ma fanno anche fuoriuscire i patogeni, quindi non sono utili per proteggere gli altri.

Scopri le nostre mascherine (DPI) FFP2 e le offerte che abbiamo in serbo per te. Clicca qui sotto per accedere al nostro shop!
Banner Blog