Dieta: meglio tagliare i carboidrati che i grassi

I ricercatori dell'Università del Nevada hanno dimostrato che per dimagrire è più efficace una dieta che taglia i carboidrati piuttosto che i grassi, anche se il mantenimento del peso forma potrebbe essere più complicato e il rischio di riprendere i chili persi è più alto

da , il

    Dieta: meglio tagliare i carboidrati che i grassi

    Per perdere peso non c’è niente di meglio che affidarsi ad alimenti brucia grassi, in grado di stimolare il metabolismo e di far perdere il grasso in eccesso. Trovare la dieta giusta per dimagrire è l’obiettivo che in molti si pongono spesso senza riuscire a trovare la soluzione più adatta. A questo proposito molto interessante vi è una ricerca condotta dai ricercatori dell’Università del Nevada, che ha spiegato come è più efficace tagliare i carboidrati piuttosto che i grassi quando l’obiettivo è perdere i chili di troppo.

    Lo studio

    Si è infatti scoperto che a pari calorie una dieta con un taglio di carboidrati condotta per tre mesi fa dimagrire di più rispetto ad un’altra dieta che si basa sulla riduzione dei grassi. In particolare l’effetto maggiore si riscontra nelle donne obese che mostrano una certa resistenza all’insulina e che quindi sono molto vicine all’insorgenza del diabete. Gli studiosi infatti hanno scoperto che chi soffre di resistenza all’insulina metabolizza i carboidrati in modo anomalo. Per questi individui ridurre la quantità di carboidrati consumati è una strategia essenziale, capace di sortire effetti importanti.

    Conclusioni

    In realtà ridurre i carboidrati è un sistema che funziona in generale per perdere peso nel più breve periodo possibile. Il problema consiste nel fatto che spesso i chili in più ritornano nel giro di due anni: tutto questo succede perché è difficile resistere a non assumere carboidrati, visto che questo tipo di alimentazione viene considerata troppo lontana da quella che conduciamo di solito.

    Le nostre abitudini alimentari infatti vanno modificate a poco a poco, altrimenti corriamo il rischio di non trovare più sostegno nella forza di volontà al di là dei primi mesi di dieta. Un’alternativa valida potrebbe essere la sostituzione dei carboidrati raffinati con quelli integrali. Un metodo che garantisce un risultato meno veloce, ma più stabile nel tempo.