Dieta low carb, fa bene per davvero?

Una dieta a basso contenuto di carboidrati aiuta a dimagrire e, soprattutto, fa bene alla salute? Ecco un nuovo studio sugli effetti della dieta low carb.

Ragazza che si misura il girovita
Foto Freepik | prostooleh

Da alcuni anni va molto di moda la dieta low carb, ovvero un regime a contenuto ridotto (quando non addirittura azzerato) di carboidrati. Sembra infatti che questo tipo di alimentazione possa far perdere molti chili e proteggere da diversi problemi di salute. Ma cosa dice la scienza? Un nuovo studio ha analizzato con cura gli effetti sull’organismo di una dieta povera di carboidrati, ecco cosa ha portato alla luce.

Dieta low carb, i veri effetti sull’organismo

Partiamo dal presupposto che non esiste una sola dieta low carb, bensì un’infinita varietà di combinazioni alimentari caratterizzate da un basso contenuto di carboidrati. Una di queste è la dieta chetogenica, che mira a stimolare il consumo dei grassi accumulati per fornire energia all’organismo. Secondo quanto affermato da alcuni esperti, questi regimi alimentari permetterebbero non solo di dimagrire velocemente, ma anche di contrastare l’insorgenza di malattie come i disturbi cardiovascolari e il diabete.

Un’importante revisione pubblicata su Cochrane Database of Systematic Reviews ha preso in considerazione ben 61 studi, che nella loro totalità hanno coinvolto quasi 7mila persone in sovrappeso. I partecipanti seguivano generalmente due tipi di dieta: una a basso contenuto di carboidrati e una più equilibrata. Il primo gruppo, in un periodo di tempo compreso tra i 3 e gli 8 mesi e mezzo, ha mediamente perso 1 kg in più rispetto all’altro gruppo. Tuttavia, se i soggetti venivano sottoposti a stessa restrizione calorica, questa differenza scendeva ad appena mezzo kg. Nel lungo periodo, dunque, non sembrano esservi particolari benefici sul dimagrimento con la dieta low carb.

Per quanto riguarda le condizioni di salute generali, i due gruppi avevano valori molto simili di pressione sanguigna, colesterolo e glicemia. Potrebbe sembrare che la dieta a basso contenuto di carboidrati sia quindi efficiente quanto una qualsiasi restrizione calorica. Tuttavia c’è da tenere in considerazione il rischio di non apportare tutti i nutrienti necessari all’organismo. Eliminare i cibi con il più alto contenuto di carboidrati spesso significa rinunciare anche ad altre sostanze importanti, come le fibre, il calcio e i folati. È dunque fondamentale bilanciare bene l’alimentazione, per non incappare in pericolose carenze.