Dieta del guerriero: dimagrisci mangiando quel che (davvero) vuoi

dieta de guerriero cos'è
Cos’è la dieta del guerriero e come funziona (tantasalute.it)

Articolo aggiornato il 8 Gennaio 2024

La dieta del guerriero sta diventando sempre più popolare tra coloro che cercano un’alimentazione che permetta di dimagrire senza rinunciare a mangiare, cos’è.

La dieta del guerriero è un approccio estremo al digiuno intermittente che può portare a risultati sorprendenti per chi è in grado di seguirlo correttamente. Tuttavia, è importante considerare le proprie esigenze individuali e consultare un professionista della salute prima di iniziare qualsiasi regime dietetico. Ricordiamoci sempre di ascoltare il nostro corpo e fare scelte alimentari che promuovano la salute e il benessere a lungo termine.

Questo regime si basa sull’idea di riconnetterci alla nostra natura di guerrieri e resistere a 20 ore di digiuno, prendendo ispirazione dalla dieta dei soldati romani. Ma come funziona esattamente la dieta del guerriero?

Dieta del guerriero, come funziona

La warrior diet consiste nella suddivisione drastica dell’alimentazione quotidiana in sole due fasi, in cui si assumono gli alimenti in diversa misura.

La prima fase, chiamata “sottoalimentazione”, dura 20 ore ed è caratterizzata da un’intensa restrizione calorica. Durante questo periodo, si consumano pochi cibi naturali, ricchi di enzimi e sostanze nutrienti, rigorosamente non raffinati.

La seconda fase, chiamata “sovralimentazione”, dura 4 ore ed è il momento in cui è possibile concedersi un pasto più abbondante e soddisfacente. Durante questa finestra di tempo, si può mangiare quello che si desidera, senza particolari restrizioni.

dieta del guerriero come funziona
Come funziona la dieta del guerriero (tantasalute.it)

Ma qual è il principio alla base di questo approccio estremo al digiuno intermittente? L’idea alla base della dieta del guerriero è che il nostro corpo sia progettato per adattarsi a periodi di restrizione alimentare. Durante la fase di sottoalimentazione, l’organismo viene spinto ad utilizzare le riserve di grasso come fonte di energia. Questo risultato è ottenuto grazie al meccanismo di chetosi, in cui il corpo inizia a bruciare i grassi accumulati.

Questa dieta può sembrare drastica e difficile da seguire, ma molti seguaci sostengono che i risultati siano sorprendenti. I sostenitori della dieta del guerriero riportano una perdita di peso significativa, un aumento dell’energia e una migliore sensazione di benessere generale. Inoltre, molti sostengono che seguire questa modalità alimentare consenta di rinunciare il metabolismo e migliorare la sensibilità all’insulina, che è un fattore chiave per gestire il peso corporeo.

Ma attenzione, la dieta del guerriero non è adatta a tutti. Prima di avventurarsi in nuove diete dimagranti, è necessario chiedere il parere del medico o del nutrizionista di riferimento. Inoltre, coloro che hanno problemi di salute come il diabete, ipoglicemia o anoressia dovrebbero evitare questa dieta, così come le donne in gravidanza o mamme in fase di allattamento.

Inoltre, è fondamentale prestare attenzione alla qualità degli alimenti consumati durante la finestra di sovralimentazione. Pur essendo possibile concedersi ciò che si desidera, è importante scegliere cibi equilibrati dal punto di vista nutrizionale per ottenere i migliori risultati.