Diabete gestazionale, questa è la dieta che previene il rischio

In gravidanza è importante fare attenzione alla dieta: uno studio svela che adottare un'alimentazione sana sin dall'inizio previene il diabete gestazionale.

Diabete gestazionale
Foto Unsplash | Cassidy Rowell

Articolo aggiornato il 23 Febbraio 2024

Durante la gravidanza, il corpo di una donna subisce molti cambiamenti. In particolare, a livello ormonale l’organismo provoca spesso un aumento di peso che può causare una risposta alterata delle cellule all’insulina, la famosa insulino-resistenza. Ciò comporta un innalzamento dei livelli di glucosio, e si parla di diabete gestazionale. È un problema che affligge moltissime future mamme, e che può rappresentare un serio pericolo per la sua salute (e per quella del feto). Ma una dieta salutare, se adottata sin dall’inizio della gestazione, può prevenire il rischio di sviluppare questa malattia.

Cosa è nello specifico il diabete gestazionale?

Il diabete gestazionale è una forma di diabete diagnosticata per la prima volta durante la gravidanza. Come in altri tipi di diabete, questa condizione influisce sull’assorbimento dello zucchero (glucosio) nelle cellule. I livelli elevati di zucchero nel sangue associati al diabete gestazionale possono avere un impatto sulla gravidanza e sulla salute del bambino.

Nonostante le preoccupazioni legate alle complicanze durante la gravidanza, ci sono aspetti positivi da considerare. Durante la gestazione, è possibile gestire il diabete gestazionale adottando una dieta sana, facendo regolare attività fisica e, se necessario, assumendo farmaci. Il controllo accurato dei livelli di zucchero nel sangue è essenziale per mantenere la salute tua e del tuo bambino, prevenendo eventuali complicazioni durante il parto.

In molti casi, dopo il parto, i livelli di zucchero nel sangue tendono a tornare alla normalità nel caso di diabete gestazionale. Tuttavia, è importante essere consapevoli del fatto che avere avuto questa forma di diabete aumenta il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 in futuro. Pertanto, sarà necessario sottoporsi a controlli regolari per monitorare eventuali cambiamenti nei livelli di glucosio.

Donna incinta prende appunti-SHVETS production-pexels.com.

Quali sono le cause?

Il diabete gestazionale si manifesta quando il corpo non riesce a produrre una quantità sufficiente di insulina durante la gravidanza. L’insulina, un ormone prodotto dal pancreas, funge da chiave per consentire alle cellule del corpo di assorbire lo zucchero nel sangue e utilizzarlo come fonte di energia. Durante la gravidanza, il corpo attraversa cambiamenti significativi, tra cui l’aumento della produzione di ormoni e l’aumento di peso. Questi cambiamenti contribuiscono a una minore efficienza nell’uso dell’insulina da parte delle cellule del corpo, fenomeno noto come resistenza all’insulina. La resistenza all’insulina comporta un aumento della necessità di insulina da parte del corpo.

È normale che tutte le donne in gravidanza sperimentino una certa resistenza all’insulina verso la fine della gestazione. Tuttavia, alcune donne manifestano una resistenza all’insulina già prima di rimanere incinte. Queste donne iniziano la gravidanza con un maggiore fabbisogno di insulina e presentano un rischio più elevato di sviluppare il diabete gestazionale.

Diabete gestazionale, la dieta che lo previene

Il diabete gestazionale, che secondo alcune stime colpisce addirittura il 6-7% delle donne in gravidanza, è un serio problema. Aumenta infatti il rischio di aborto precoce, malformazioni congenite nel feto e parto complicato, mentre nella futura mamma può provocare la gestosi, una condizione molto pericolosa, e incrementa le probabilità di sviluppare, in futuro, il diabete di tipo 2. Per questo motivo è importante tenere sotto controllo la patologia, mediante esami accurati e un’alimentazione equilibrata. Ancor meglio, sarebbe bene evitare prevenirla: secondo un recente studio, una dieta salutare diminuirebbe il rischio di sviluppare la malattia.

La ricerca condotta dall’Università di Turku (in Finlandia) ha analizzato i dati di 351 gestanti in sovrappeso o obese – due condizioni che aumentano le probabilità di incorrere nel diabete gestazionale. I suoi risultati sono stati pubblicati sull’European Journal of Nutrition: quello che emerge dallo studio è che seguire un’alimentazione sana sin dall’inizio della gravidanza aiuta a prevenire l’insorgere della pericolosa patologia. Ma quali sono i cibi da consumare nei primi mesi della gestazione per ridurre il rischio?

La dieta mediterranea è un regime alimentare particolarmente indicato, soprattutto per la sua prevalenza di proteine vegetali, fibre e grassi monoinsaturi. Frutta e verdura, legumi e cereali (in particolare integrali) dovrebbero essere alla base dell’alimentazione di una futura mamma. Sono invece da evitare i cibi grassi e quelli processati, che aumentano i livelli infiammatori dell’organismo.

Rispondiamo ad una domanda che molte mamme si pongono, cosa mangiare e cosa no quando si ha il diabete gestazionale?

Le donne con diabete gestazionale possono gestire i livelli di zucchero nel sangue apportando modifiche alla dieta e mantenendo uno stile di vita attivo. In alcuni casi, potrebbe essere necessario l’uso di insulina o di farmaci come la metformina. Durante la gravidanza, è importante fare attenzione alla dieta, evitando determinati cibi, tra cui crostacei crudi. Il Servizio Sanitario Nazionale fornisce ulteriori informazioni su quali alimenti dovrebbero essere evitati o consumati con attenzione durante la gravidanza.

Tutti i carboidrati possono influenzare i livelli di zucchero nel sangue, quindi è cruciale avere consapevolezza degli alimenti che li contengono. La tipologia e la quantità di carboidrati consumati possono avere un impatto significativo sui livelli di zucchero nel sangue, con particolare enfasi sulla quantità. Il dietista può fornire consigli personalizzati sulle dimensioni delle porzioni più adatte a te. Inoltre, la scelta di carboidrati più salutari è fondamentale. Distribuire l’assunzione di carboidrati durante il giorno, evitando grandi quantità in un’unica porzione, può contribuire a mantenere stabili i livelli di zucchero tra i pasti. Per gli spuntini nel caso di diabete gestazionale, è consigliabile optare per alternative più salutari, come lo yogurt greco condito con noci, semi o frutta come mela o pera, al posto di torte, biscotti, patatine e cioccolato. Questa scelta aiuta a gestire in modo più efficace la glicemia durante il giorno.

Altri alimenti che possono contribuire a mantenere stabili i livelli di zucchero includono mandarini, semi e pomodorini, che possono essere abbinati a uova, carne o pesce tritati per ottenere un impatto moderato sui livelli di zucchero nel sangue. Una opzione potrebbe essere anche due focacce d’avena con una modesta quantità di crema di formaggio, accompagnate da un vasetto di gelatina senza zucchero, tra le altre scelte. È importante prestare attenzione alle dimensioni delle porzioni; l’eccesso, anche con alimenti sani, può avere effetti negativi.

Le complicazioni principali per il bambino

Il diabete gestazionale, se non gestito attentamente, può risultare in livelli elevati di zucchero nel sangue, portando a potenziali complicazioni per te e il tuo bambino, tra cui un aumentato rischio di interventi chirurgici come la sezione cesareo. Discutiamo prima delle complicazioni che possono colpire il bambino. Innanzitutto il diabete gestazionale può essere causa di un peso eccessivo alla nascita: livelli elevati di zucchero nel sangue possono infatti causare una crescita eccessiva del bambino, aumentando il rischio di complicazioni durante il parto.

La Nascita precoce (pretermine) è un’altra complicazione, un elevato livello di zucchero nel sangue aumenta il rischio di travaglio e parto prematuro, oppure può richiedere un parto anticipato a causa delle dimensioni del bambino. Ricordiamo ai nostri lettori, inoltre, che i bambini nati prematuri possono sperimentare la sindrome da distress respiratorio, rendendo la respirazione più difficile. Questa condizione di salute della mamma può far sviluppare al bambino ipoglicemia, cioè bassi valori di zucchero nel sangue. Dopo la nascita, alcuni bambini possono avere bassi livelli di zucchero nel sangue, che, se gravi, possono causare convulsioni. La somministrazione di glucosio può aiutare a normalizzare i livelli. Il diabete gestazionale può anche essere causa di obesità e diabete di tipo 2 futuri, i bambini nati da madri con diabete hanno infatti un rischio maggiore di sviluppare obesità e diabete di tipo 2 in età adulta. Il diabete gestazionale, inoltre, nei casi peggiori, se non trattato può aumentare il rischio di morte del bambino prima o subito dopo la nascita.

Le complicazioni per le mamme

Le complicanze dovute al diabete gestazionale, come detto, possono non interessare solo il bambino ma anche le mamme, vediamo di seguito come. Il diabete gestazionale quando non trattato in maniera adeguata aumenta il rischio di ipertensione e preeclampsia, causando gravi complicanze della gravidanza. L’alta pressione sanguigna nella madre, infatti, è negativa sia per la salute della mamma che del bambino che dovrà nascere.

Le donne con diabete gestazionale, inoltre, hanno una maggiore probabilità di sottoporsi a un taglio cesareo, ed aumenta anche la possibilità di sviluppare nuovamente la condizione in future gravidanze. Ricordiamo inoltre che tale condizione di salute incrementa anche il rischio di imbattersi nel diabete di tipo 2 nel corso della vita.

Donna incinta legge
Donna incinta legge-Josh Willink-pexels.com

Attenzione al peso

Aumentare eccessivamente di peso durante la gravidanza può rendere più complesso mantenere i livelli di zucchero nel sangue entro un range sano, aumentare la pressione sanguigna e influire sulla salute complessiva. Tuttavia, è importante sottolineare che la gravidanza non è il momento adatto per aderire a una dieta estremamente rigorosa, e non dovresti cercare attivamente di perdere peso in questo periodo.

Invece, apportare modifiche equilibrate alla tua dieta e ai livelli di attività fisica può essere utile per evitare un aumento eccessivo di peso. Il tuo team di assistenza sarà a tua disposizione per guidarti in questo processo, aiutandoti a mantenere il livello di zucchero nel sangue entro un intervallo sicuro. L’obiettivo è promuovere una gestazione sana senza concentrarsi sulla perdita di peso, garantendo al contempo la salute ottimale sia per te che per il tuo bambino.

Quando bisognerebbe vedere un medico?

È consigliabile cercare assistenza sanitaria tempestivamente, soprattutto quando si inizia a pensare di concepire, in modo che il medico possa valutare il rischio di diabete gestazionale e monitorare il tuo stato di salute generale. Una volta rimasta incinta, il controllo del diabete gestazionale diventa parte integrante delle cure prenatali fornite dal tuo medico. Se si sviluppa il diabete gestazionale, potrebbe essere necessario sottoporsi a controlli più frequenti, specialmente durante gli ultimi tre mesi di gravidanza. In questo periodo, il medico monitorerà attentamente i livelli di zucchero nel sangue e la salute del bambino per garantire una gestione adeguata della condizione e prevenire eventuali complicazioni.