Depressione o ansia resistenti ai medicinali? I ricercatori hanno trovato una soluzione

Ci sono casi di depressione maggiore o di stati ansiosi, nei quali la medicina tradizionale e la psicoterapia hanno poco successo. Ecco perché uno studio pilota ha raggiunto un risultato grandioso dimostrando la tolleranza, l'efficacia e la farmacocinetica di una compressa di ketamina a rilascio prolungato in questi pazienti. Scopriamo i dettagli.

Donna che piange disperata per la depressione
Foto Pexels | Kat Smith

Ci sono casi di depressione maggiore o di stati ansiosi, nei quali la medicina tradizionale e la psicoterapia hanno poco successo. Ecco perché uno studio pilota ha raggiunto un risultato grandioso dimostrando la tolleranza, l’efficacia e la farmacocinetica di una compressa di ketamina a rilascio prolungato proprio in pazienti con depressione o ansia resistenti al trattamento.

Questa sostanza a rilascio prolungato si è rivelata sicura e ben tollerata. Scopriamo i dettagli.

La Ketamina contro la depressione maggiore

La ketamina ha anche effetti collaterali. Questi includono in particolare la dissociazione e l’aumento della pressione sanguigna o l’aumento della frequenza cardiaca. Ecco perché una formulazione a rilascio prolungato potrebbe minimizzare questi effetti.

Lo studio pilota di cui abbiamo parlato sopra ha già testato la sicurezza,  l’efficacia e la farmacocinetica di una compressa di ketamina a rilascio prolungato in pazienti con depressione o ansia resistenti al trattamento.

Questo può ridurre al minimo gli effetti avversi del trattamento.

I risultati dello studio sulla ketamina come medicinale contro depressione e ansia

I pazienti partecipanti allo studio hanno mostrato miglioramenti dell’umore con la ketamina sottocutanea. Sono stati registrati e tenuti sotto controllo gli effetti desiderati e gli effetti collaterali.

Sette pazienti hanno ricevuto 60 mg come prima dose e poi (ogni 12 ore) 60 mg fino a un massimo di 240 mg di ketamina nella compressa a rilascio prolungato. Tutti i pazienti hanno avuto un miglioramento del punteggio dell’umore di almeno il 50%.

La ketamina a rilascio prolungato si è rivelata sicura e ben tollerata. Non ci sono state variazioni nei parametri vitali (pressione sanguigna e frequenza cardiaca) e solo un breve e lieve caso di dissociazione alla dose di 180 mg.

La sicurezza e la tollerabilità della ketamina potrebbero essere migliorate da una formulazione orale a rilascio prolungato. I dati di questi studi pilota sono molto ottimisti, sull’utilizzo di pillole di ketamina a rilascio prolungato da utilizzare nella depressione o nei disturbi d’ansia resistenti al trattamento.