Cosa mangiare e cosa evitare quando si ha la gastrite: tutto quello che c’è da sapere

Gastrite cosa mangiare
La dieta per la gastrite: cosa mangiare e cosa evitare – Tantasalute.it

Articolo aggiornato il 4 Febbraio 2024

Acidità e dolore allo stomaco possono essere sintomi di gastrite in questi casi è meglio evitare alcuni cibi e preferirne altri ecco quali

La gastrite è un’infiammazione della mucosa dello stomaco che può causare sintomi fastidiosi come bruciore di stomaco, dolore addominale e nausea.

Una dieta appropriata può aiutare a ridurre l’infiammazione e alleviare i sintomi della gastrite.  Ecco cosa mangiare e cosa evitare per una corretta gestione della malattia.

Cosa mangiare e cosa evitare se hai la gastrite

Quando si rende necessario seguire una dieta alimentare per alleviare i sintomi della gastrite, è fondamentale evitare cibi che possono irritare la mucosa dello stomaco.

Gastrite cibi evitare
Gastrite sintomi e cura: cosa sapere sulla propria alimentazione – Tantasalute.it

Alcuni esempi di alimenti da evitare includono:

  • cibi piccanti,
  • fritti,
  • grassi,
  • cioccolato,
  • caffè,
  • bevande alcoliche
  • bibite gassate.

Questi cibi possono aumentare la produzione di acido nello stomaco e aggravare i sintomi della gastrite. Ma non significa che bisogna privarsi di tutto, infatti ci sono alcuni alimenti che possono aiutare a ridurre l’infiammazione e lenire la mucosa gastrica.

Prima di tutto, però è consigliabile, ridurre al minimo o eliminare completamente gli alimenti acidi come agrumi, pomodori e cibi sottaceto. Questi alimenti possono irritare ulteriormente la mucosa dello stomaco. È anche consigliabile evitare l’assunzione di alimenti ricchi di fibre insolubili come i semi e la buccia delle verdure crude, poiché possono essere difficili da digerire e irritare lo stomaco.

Invece, una dieta prevenire e curare i sintomi della gastrite dovrebbe essere a base di cibi facilmente digeribili, tra cui:

  • pollo,
  • tacchino,
  • pesce magro,
  • riso bianco,
  • patate bollite
  • pasta.

Questi alimenti forniscono al corpo le sostanze nutritive necessarie senza affaticare lo stomaco. È anche importante includere nella dieta cibi ricchi di vitamina C, come arance, fragole e kiwi, che possono contribuire alla riparazione della mucosa gastrica.

Bisogna tenere presente anche che esistono alcuni alimenti che possono aiutare a ridurre l’infiammazione e promuovere la guarigione dello stomaco. Ad esempio, il miele ha proprietà antibatteriche e antinfiammatorie che possono lenire la mucosa gastrica. Anche lo yogurt con probiotici può favorire la guarigione e ridurre l’infiammazione. Le verdure a foglia verde, come spinaci e cavolo riccio, sono ricche di antiossidanti che possono proteggere lo stomaco e ridurre l’infiammazione.

Un altro dettaglio importante è quello di consumare frequentemente piccoli pasti durante il giorno e non fare pasti abbondanti, in modo da non sovraccaricare lo stomaco. Bere molti liquidi, come acqua, tisane e bevande a base di erbe, può aiutare ad alleviare i sintomi della gastrite e a ritardarne la ricomparsa.