Come curare mal di testa e dolori con l’acqua di zenzero

L’acqua di zenzero è un valido aiuto per combattere mal di testa e dolori, oltre che disturbi di varia natura. Nello specifico, ad essere utilizzato è il rizoma di zenzero, che vanta proprietà antinfiammatorie, calmanti, analgesiche e antiossidanti e che lo rendono un prezioso alleato per la salute dell’organismo. Ma come curare mal di testa e dolori con l’acqua di zenzero, quindi? Scopriamo di più su questa ricetta del benessere.

da , il

    Come curare mal di testa e dolori con l’acqua di zenzero

    Contro il mal di testa e i dolori, l’acqua allo zenzero può essere un valido rimedio naturale. Il rizoma di zenzero vanta, infatti, proprietà antinfiammatorie, analgesiche, calmanti e antiossidanti, che lo rendono un alleato prezioso per la salute dell’organismo. Si tratta, nello specifico, di una pianta aromatica utilizzata sin dai tempi più antichi, proprio per le note proprietà benefiche e medicinali che la contraddistinguono: lo zenzero è sempre stato, infatti, ampiamente utilizzato per combattere l’emicrania e vari disturbi. Scopriamo insieme come si può preparare velocemente l’acqua allo zenzero contro dolori e forti mal di testa, quando anche con le medicine il fastidio non si attenua.

    Acqua di zenzero per mal di testa, i benefici

    Lo zenzero fa parte di quegli alimenti in grado di alleviare o prevenire il mal di testa. Nello specifico, viene utilizzato il rizoma della pianta aromatica di origine asiatica, il cui nome scientifico è Zingiber Officinalis: si tratta di un tubero dal sapore piccante che, grazie alla sua versatilità, viene utilizzato in cucina in numerosi piatti. Tra le tante sostanze in esso contenute, è presente il gingerolo, una sostanza dagli effetti analgesici, antinfiammatori e antiossidanti.

    La cefalea colpisce circa il 20 per cento della popolazione, soprattutto le donne e a soffrirne sono circa 7 milioni di italiani, senza contare le persone che ne sono interessate soltanto occasionalmente. Il mal di testa può avere diverse cause ma, in ogni caso, lo zenzero rappresenta un valido alleato: questo rientra, infatti, tra quei cibi antinfiammatori molto efficaci al riguardo.

    Ad avere effetti benefici contro l’emicrania è il rizoma tagliato a fettine o a cubetti o polverizzato e che può essere assunto in infusione o masticato semplicemente; ma il meglio lo dà quando viene assunto sciolto (o infuso) in acqua calda, ecco perché è importante scoprire come realizzare l’acqua di zenzero.

    Le proprietà contro i dolori dell’acqua di zenzero

    Lo zenzero è una spezia che vanta, inoltre, delle proprietà antinfiammatorie e contiene delle molecole antistaminiche e delle sostanze narcotiche naturali, le quali diminuiscono la percezione del dolore nel caso di cefalea, di emicrania e in generale di tensioni associate allo stress: basta, ad esempio, consumare mezzo cucchiaino al giorno di rizoma polverizzato e sciolto in acqua calda.

    Lo zenzero impedisce, inoltre, alla prostaglandina di causare infiammazioni e dolori a livello dei vasi sanguigni: questa sostanza può, infatti, produrre un’infiammazione ai vasi sanguigni del cervello.

    Questa spezia rappresenta, inoltre, un valido aiuto contro i dolori influenzali, i dolori muscolari, i dolori articolari, i dolori mestruali, l’artrite, il mal di gola, la gastrite e le ulcere intestinali, fra le tante cose.

    Ricetta dell’acqua di zenzero

    Ma qual è la ricetta dell’acqua di zenzero utile contro l’emicrania e i dolori a essa associati? Il rizoma di zenzero è ricco di proprietà antinfiammatorie, calmanti, analgesiche e antiossidanti e preparare una bevanda curativa utilizzandolo è la soluzione ideale per trarne beneficio, in special modo combinando le proprietà dello zenzero a quelle del limone e del miele.

    L’acqua di zenzero è molto semplice da preparare e può rivelarsi un grande aiuto in caso di mal di testa forti.

    Ingredienti

    Come curare il mal di testa con lo zenzero? La preparazione di questa bevanda idratante deve includere degli ingredienti facili da reperire. Scopriamo quali sono:

    • Zenzero fresco, circa 50 grammi;
    • 3 tazze d’acqua, circa 750 millilitri;
    • Succo di mezzo limone;
    • 2 cucchiai di miele biologico.

    Preparazione

    Il procedimento per preparare l’acqua allo zenzero, una volta recuperati gli ingredienti necessari, è estremamente semplice e veloce. Ecco gli step da seguire:

    1. Lavate bene il rizoma di zenzero;
    2. Eliminate la pellicina esterna del rizoma con un coltellino o un pelapatate;
    3. Portate l’acqua in ebollizione, tenendola a fuoco basso per circa 2 minuti;
    4. Tagliate lo zenzero in fettine o, se preferite, a cubetti;
    5. Immergete lo zenzero all’acqua, quando questa avrà raggiunto l’ebollizione;
    6. Lasciate bollire ancora a fuoco basso, per qualche minuto;
    7. Filtrate con un colino;
    8. Aggiungete il succo di mezzo limone;
    9. Aggiungete del miele biologico.

    Potete assumere questa tisana per il mal di testa sia tiepida che fredda, nella quantità di circa 2-3 tazze al giorno.

    Le controindicazioni dell’acqua allo zenzero

    Infine, esistono delle controindicazioni da tenere presenti: l’acqua di zenzero vanta, infatti, molti benefici, ma può avere anche degli effetti collaterali da tenere in considerazione in alcuni casi. È meglio evitarla in caso di colite, morbo di Crohn, allergie, ulcere duodenali e durante l’allattamento e la gravidanza, quando potrebbe interferire (se assunta in grandi quantità e con regolarità) con la formazione ormonale del feto.

    Lo zenzero può, inoltre, interferire con l’assunzione di alcuni farmaci, come quelli per il diabete o il sistema circolatorio.

    Il consiglio è, quindi, quello di consultare il proprio medico prima di procedere con l’assunzione dell’acqua di zenzero e, in ogni caso, non esagerare con le dosi da assumere.