Cocaina: i danni e gli effetti collaterali per la salute

da , il

    Cocaina: i danni e gli effetti collaterali per la salute

    Cocaina: quali sono i danni e gli effetti collaterali per la salute derivanti dall’uso e dall’abuso di questa droga? La cocaina è uno stimolante psicoattivo, che agisce colpendo direttamente il cervello. La droga si estrae dalle foglie della pianta di coca. E’ conosciuta fin dall’antichità ed è venduta sotto forma di polvere fine di colore bianco. Le principali vie di somministrazione di questa sostanza sono orale, intranasale e intravenosa. Inoltre la cocaina può essere somministrata per inalazione. L’iniezione consente alla droga di passare direttamente nel sangue e in questo modo l’intensità dei suoi effetti è maggiore.

    Effetti a breve termine

    Gli effetti della cocaina, considerando quelli a breve termine, si manifestano quasi subito. Possono scomparire in un arco di tempo che va da pochi minuti fino ad un massimo di un’ora. Ecco quali sono gli effetti sul momento:

    • euforia,
    • loquacità,
    • comportamento vigile per le sensazioni che si percepiscono,
    • non si avverte il bisogno di cibo e di riposo,
    • vasocostrizione dei vasi sanguigni,
    • dilatazione delle pupille,
    • aumento della temperatura corporea,
    • aumento del battito cardiaco,
    • innalzamento del livello della pressione sanguigna,
    • senso di irritabilità e di ansia,
    • tremori, vertigini e contrazioni muscolari,
    • complicazioni gastrointestinali, come dolori addominali e nausea,
    • disturbi neurologici, compreso il mal di testa.

    Durata degli effetti

    La durata degli effetti a breve termine può dipendere soprattutto dalla via di somministrazione utilizzata. Più velocemente la cocaina viene assorbita, più intenso sarà l’effetto, ma tenderà anche a durare di meno. Generalmente la somministrazione per inalazione comporta un maggiore lasso di tempo per ottenere gli effetti e questi ultimi, in questi casi, possono durare da 15 a 30 minuti. Quando la cocaina viene fumata, gli effetti tendono a divenire più rapidi, ma sono compresi in un arco di tempo che va dai 5 ai 10 minuti.

    Effetti a lungo termine

    La cocaina crea dipendenza, per cui è molto difficile che volontariamente un individuo sia in grado di decidere quando smettere di utilizzarla. Questa droga comporta anche il rischio di ricadute, anche dopo un lungo periodo di astinenza. Gli effetti a lungo termine, derivanti dall’abuso di cocaina, possono essere molto gravi:

    • problemi cardiaci, con veri e propri attacchi di cuore
    • convulsioni,
    • perdita del senso dell’olfatto con fuoriuscita del sangue dal naso,
    • problemi di deglutizione,
    • cancrena dell’intestino,
    • reazioni allergiche soprattutto dovute all’effetto di sostanze aggiunte alla cocaina.

    Cocaina e i danni al cervello

    Sono stati ravvisati anche danni permanenti al cervello dopo il consumo continuativo della cocaina. In seguito all’uso prolungato della cocaina possono essere sviluppati cambiamenti comportamentali di grande entità; inoltre si manifestano comportamenti improntati all’aggressività, all’irresponsabilità e all’isolamento sociale.

    Una ricerca conclusasi presso il MGH – Massachusset General Hospital, inerente il disordine psichico causato dall’uso e dall’abuso delle sostanze tossiche, ha rivelato anomalie che colpiscono proprio la corteccia frontale. L’abuso della cocaina causa disfunzioni nella parte deputata a scelte decisionali correlate alla ricompensa.

    La causa della incapacità di correlare pensiero e volontà dipenderebbero non solo da un fatto chimico ma da un vero e proprio assotigliarsi della corteccia frontale, che riducendosi nelle aree deputate e invertendosi si riflette in poca capacità o diversa reazione di fronte alle opportunità di scelta.

    Danni al cuore

    La salute del cuore può essere veramente ad elevato rischio se si fa uso di cocaina. Nonostante l’azione di questa sostanza non provochi, apparentemente, nessun sintomo è certo, secondo importanti studi, che i danni che provoca sono molto gravi. La mancanza di sintomi aggrava la situazione in quanto non ci si rende conto della grave situazione, non prendendo provvedimenti. La relazione tra l’uso di cocaina e i danni cardiaci è il risultato di uno studio condotto dai ricercatori delle Unità di Risonanza Magnetica e di Medicina Cardiovascolare della Fondazione Monasterio-CNR di Pisa, guidati dai dottori Giovanni Donato Aquaro e Michele Emdin.

    Il rischio di ischemia, e quindi di infarto, ma anche di morte improvvisa, sono elevatissimi, nonostante non si accusino i classici sintomi.

    Aggiornamento a cura di: Redazione Tanta Salute