Cervello: tè migliora performance cerebrali

La bevanda ideale per “nutrire” al meglio il cervello, garantendo migliori performance cerebrali è il tè, ottimo alleato di concentrazione e attenzione, grazie alla L-teanina e alla caffeina

Tè, alleato del cervello

Tè, alleato del cervello Bisogno di concentrazione e di prestazioni cerebrali al top? La carica giusta potrebbe arrivare da una tazza di : secondo quanto emerso durante recenti ricerche italiane e internazionali, la tradizionale bevanda potrebbe garantire enormi potenzialità benefiche per il cervello. Prendersi una pausa e godersi a piccoli sorsi tutto l’aroma intenso del tè può rivelarsi la scelta più azzeccata, per assicurare al cervello l’energia giusta.

Continua a leggere
Continua a leggere

Infatti, una sperimentazione recente, pubblicata sulle pagine della rivista scientifica Nutritional Neuroscience, ha sottolineato nuovamente tutte le caratteristiche positive del tè, esaltandone virtù e potenzialità inaspettate, soprattutto per quanto riguarda le attività cognitive e le performance cerebrali.
 
Spazza via la stanchezza e la conseguente mancanza di lucidità mentale, che rischia di minare il rendimento intellettuale e professionale, e dona al cervello un ritrovato vigore, garantisce una vera e propria ricarica di energia. Ecco quanto è emerso dagli esperimenti realizzati dagli esperti, che hanno coinvolto 44 giovani volontari, sottopoendoli a una serie di test ed esercizi per valutare, misurare e monitorare le loro performance cerebrali.
 
Assegnati gli esercizi e una serie di compiti ben precisi, durante la loro esecuzione a un gruppo di partecipanti è stato somministrato, dopo 20 e 70 minuti, il tè e agli altri una bevanda placebo. Analizzando i risultati ottenuti, l’effetto del tè sulle performance cerebrali è stato evidente: i giovani che hanno bevuto il tè hanno ottenuto punteggi maggiori, sia in termini di vigilanza sia di concentrazione.
 
Il merito? Tutto o quasi di due sostanze, contenute nel tè, un aminoacido, la L-teanina, e la caffeina.