Cellulite orbitaria: cause, sintomi e terapia [FOTO]

Cellulite orbitaria

Articolo aggiornato il 3 Gennaio 2024

La cellulite orbitaria è una condizione medica potenzialmente grave che colpisce l’orbita, che sarebbe la cavità contenente l’occhio. Questo disturbo richiede un’attenzione immediata, in quanto può portare a complicazioni gravi se non trattato tempestivamente. In questo articolo analizzeremo insieme le cause, i sintomi e le opzioni di trattamento della cellulite orbitaria.

Cellulite orbitaria: quali le cause, i sintomi e la terapia adeguata per contrastare questo disturbo? Si tratta di una malattia infiammatoria che colpisce le cellule adipose dell’area intorno all’occhio. E’ un problema di natura infettiva che può insorgere come una complicanza di una sinusite, soprattutto nei bambini, o di un disturbo ai denti. A causa delle complicazioni alle quali questa malattia potrebbe portare, è necessario intervenire tempestivamente in presenza di cellulite orbitaria, con un trattamento a base di antibiotici. Una patologia di questo tipo, se viene trascurata, può portare infatti anche ad un’ischemia della retina per l’aumento della pressione intraoculare.

Cellulite orbitaria - Foto di Engin Akyurt/ Pexels.com
Cellulite orbitaria – Foto di Engin Akyurt/ Pexels.com

Cause

La cellulite orbitaria è una malattia che colpisce le zone intorno all’occhio specialmente in conseguenza di una sinusite, soprattutto quando si è in presenza di una sinusite etmoidale. Si tratta, quindi, di un problema legato ad alcuni microrganismi, come S. aureus, S. piogene, S. pneumoniae e H. influenza. La cellulite orbitaria potrebbe insorgere anche in conseguenza di un problema ai denti.

La cellulite orbitaria si verifica quando i tessuti nell’orbita dell’occhio diventano infiammati per colpa di un’infezione. Le infezioni batteriche sono spesso la causa sottostante, con il Streptococco e il Staphylococco come agenti patogeni comuni responsabili della cellulite orbitaria. Queste infezioni possono diffondersi dalla regione circostante, come i seni paranasali, i denti o la pelle intorno all’occhio. Altre cause possibili includono ferite penetranti nell’area dell’orbita o l’estensione di infezioni sinusali non trattate.

Sintomi

Questa patologia è responsabile dell’insorgenza di alcuni sintomi a danno della vista. Si potrebbe verificare, infatti, un’alterazione della visione e della motilità oculare, come conseguenza del processo infiammatorio. Solitamente, in presenza di cellulite orbitaria, si osservano edema delle palpebre, una chemosi congiuntivale (a causa dell’accumulo di liquidi si verifica il rigonfiamento della congiuntiva), un esoftalmo irriducibile (il bulbo oculare si rigonfia verso l’esterno). Le palpebre possono essere calde e rosse e si potrebbe avvertire una sensazione di dolore all’occhio.
Solo in alcuni casi il quadro sintomatologico comprende anche:

  • nausea
  • vomito
  • febbre
  • debolezza

Nel dettaglio, i sintomi della cellulite orbitaria possono variare, ma spesso includono:

  • gonfiore e arrossamento dell’area intorno all’occhio
  • dolore nell’orbita o intorno all’occhio, spesso aggravato dal movimento dell’occhio
  • malessere generale
  • riduzione dell’acuità visiva o difficoltà nella gestione della luce
  • secrezione purulenta dagli occhi
  • limitazione del movimento dell’occhio a causa dell’infiammazione

Come si prende la cellulite orbitaria?

La cellulite orbitaria è causata da un’infezione che colpisce l’orbita, la cavità contenente l’occhio. Le infezioni batteriche sono la causa principale di questo problema, ma come si prende la cellulite orbitaria?

  • Infezioni persistenti: Molto spesso l’infezione inizia in una zona circostante all’orbita, come i seni paranasali, i denti, le palpebre o la pelle intorno all’occhio. L’infezione può quindi diffondersi all’orbita.
  • Ferite penetranti: Le ferite nell’area dell’orbita dovute ad esempio ad incidenti o lesioni agli occhi, possono rappresentare un’opportunità per i batteri di entrare nell’orbita e causare l’infezione.
  • Infezioni sinusali: Le infezioni dei seni paranasali, se trascurate o non trattate adeguatamente, possono diffondersi all’orbita attraverso la connessione tra i seni paranasali e l’orbita.
  • Contatto con secrezioni infette: Il contatto diretto con secrezioni o pus infetto da individuo affetto da cellulite orbitaria può contribuire alla diffusione dell’infezione.

Quando si prende la cellulite infettiva?

La cellulite infettiva, conosciuta semplicemente come “cellulite”, è un’infezione cutanea batteria che può verificarsi in qualsiasi parte del corpo. Ecco come si può contrarre la cellulite infettiva:

  1. Ferite o tagli: Una ferita o un taglio sulla pelle fornisce un punto di ingresso per i batteri. Se questi ultimi penetrano nella pelle attraverso una ferita, possono causare un’infiammazione e un’ulteriore infezione.
  2. Piaghe aperte o lesioni della pelle: Queste possono essere vulnerabili all’infezione se i batteri penetrano nella pelle attraverso queste zone.
  3. Morso o punture di insetti: Le punture di insetti possono causare cellulite infettiva perché permettono l’introduzione dei batteri nella pelle.
  4. Chirurgica o procedure mediche: Dopo alcuni interventi chirurgici la pelle può essere vulnerabile all’infezione. La cellulite post operazione è un esempio di cellulite infettiva.
  5. Difese immunitarie compromesse: Le persone con sistemi immunitari bassi sono più soggetti all’infezione.

La cellulite infettiva si può verificare in qualsiasi parte del corpo ed è spesso riconosciuta da sintomi come arrossamento, gonfiore, calore, dolore e indurimento della pelle. Il trattamento prevede antibiotici prescritti da un medico. In ogni caso, è importante cercare assistenza medica tempestiva se si sospetta di avere una cellulite infettiva, visto che potrebbe peggiorare e portare a complicazioni se non trattata adeguatamente.

Cellulite infettiva - Foto di Sora Shimazaki/ Pexels.com
Cellulite infettiva – Foto di Sora Shimazaki/ Pexels.com

Quando la cellulite è grave?

La gravità delle cellulite, o infezione cutanea batterica, può variare notevolmente da persona a persona. Possiamo classificare la cellulite in:

  • Cellulite lieve: In questa fase, la pelle si presenta arrossata, leggermente gonfia e calda a tatto. Il dolore è accompagnato da sintomi lievi e su un’area piccola. Questo tipo di cellulite risponde bene al trattamento antibiotico orale.
  • Cellulite moderata: La cellulite moderate può interessare una zona più estesa e causare sintomi più pronunciati, tra cui gonfiore significativo, arrossamento intenso, dolore e aumento della temperatura della pelle. Questo tipo di cellulite risponde bene al trattamento antibiotico intravenoso.
  • Cellulite grave: La cellulite grave invece, rappresenta uno stato avanzato dell’infezione. In questa fase, infatti, i sintomi sono più evidenti e possono includere febbre alta, gonfiore o indurimento della pelle, dolore intenso, disfunzioni sistemiche e diffusione dell’infezione a tessuti circostanti. La cellulite grave risponde bene al trattamento ospedaliero, con antibiotici intravenosi e il drenaggio chirurgico dell’area infetta.

La gravità della cellulite dipende da diversi fattori, tra cui la tempestività del trattamento, il posto in cui si manifesta l’infezione, lo stato generale di salute del paziente e la suscettibilità individuale. È molto importante ricordare che la cellulite è una condizione che richiede una valutazione medica tempestiva e un trattamento adeguato. Il ritardo nel trattamento della cellulite può portare a complicazioni gravi, tra cui la diffusione dell’infezione, sepsi e danni ai tessuti circostanti. Pertanto, se si sospetta una cellulite grave o si manifestano sintomi così significativi, è importante cercare subito aiuto medico.

Quali alimenti infiammano la cellulite?

La cellulite è una condizione dell’infiammazione della pelle e dei tessuti sottostanti causata da un’infezione batterica. In realtà, non esistono alimenti specifici che infiammano direttamente la cellulite o che ne siano la causa principale. Tuttavia, una dieta equilibrata e sana può aiutare a sostenere al meglio il sistema immunitario e aiutare a prevenire l’infezione o ad accelerare il recupero.

Per sostenere la salute generale della pelle e ridurre il rischio di infezioni cutanee, inclusa la cellulite, si consiglia di mangiare alimenti ricchi di antiossidanti. Tra questi abbiamo la frutta, la verdura e alimenti ad alto contenuto di antiossidanti che possono aiutare a combattere l’infiammazione e sostenere la salute della pelle. Molto importante il consumo di alimenti ricchi di vitamine e minerali. La vitamina C e minerali come il rame e lo zinco sono essenziali per la salute della pelle. Non dimentichiamoci dell’acqua, è essenziale se vogliamo mantenere una pelle idratata e contribuire al normale funzionamento del sistema immunitario. Inoltre, alcuni studi suggeriscono che una dieta ricca di zuccheri raffinati può promuovere l’infiammazione nel corpo. Per questo limitare il consumo di dolci può essere utile.

Quali alimenti infiammano la cellulite - Foto di Jane Doan/ Pexels.com
Quali alimenti infiammano la cellulite – Foto di Jane Doan/ Pexels.com

Complicanze

E’ importante agire tempestivamente quando si presenta il problema, per evitare delle possibili complicazioni. Si potrebbero, infatti, verificare la trombosi dell’arteria centrale della retina e un danno alla retina dovuto all’aumento della pressione nell’occhio. Quando l’infezione non resta circoscritta all’orbita, si potrebbero verificare altre complicanze, se il problema non viene trattato adeguatamente e in tempo, come trombosi del seno cavernoso o della vena corticale e ascessi epidurali, subdurali o cerebrali.

Terapia

Come si cura la cellulite orbitaria? La cura disponibile consiste nella terapia antibiotica, per rimuovere il batterio responsabile dell’infiammazione. Per trovare sollievo dalla condizione di infiammazione si possono associare ai farmaci dei rimedi naturali, come gli impacchi alla camomilla. Quando la terapia con gli antibiotici non si dimostra sufficiente a risolvere il problema, potrebbe essere necessario incidere i tessuti dell’occhio allo scopo di effettuare un drenaggio.

Come abbiamo detto all’inizio di questo articolo, la cellulite orbitaria richiede una gestione immediata, poiché può portare a gravi complicazioni, tra cui l’orbita compressa e la perdita permanente della vista. Il trattamento può includere:

  • Antibiotici: I medici possono prescrivere degli antibiotici a largo stretto o specifici per il tipo di batteri responsabili dell’infezione. Il trattamento antibiotico deve iniziare immediatamente.
  • Drenaggio chirurgico: In alcuni casi, può essere necessario drenare il pus accumulato per ridurre la pressione e il rischio di gravi danni.
  • Monitoraggio medico: Il paziente deve essere attentamente monitorato per valutare il progresso della terapia e l’eventuale diffusione dell’infezione.
  • Riposo e idratazione: Il riposo e una corretta idratazione possono sostenere il sistema immunitario nella lotto con l’infezione.
  • Controllo dei sintomi: Il medico può prescrivere farmaci per il controllo del dolore o dell’infiammazione.

Concludendo, è importante notare che la cellulite orbitaria è una condizione molto grave che richiede un trattamento medico tempestivo. Il ritardo del trattamento può portare a gravi complicazioni, come la perdita della vista o la diffusione dell’infezione a diverse parti del corpo. Per questo motivo, se si sospetta la cellulite orbitaria a causa di sintomi oculari gravi, è fondamentale cercare assistenza medica immediata. La prevenzione è importantissima.