Caldo estremo: quali sono i rischi per il nostro cuore, attenzione a questo

caldo estremo e problemi al cuore
Le alte temperature possono essere particolarmente pericolose per chi ha problemi cardiovascolari – tantasalute.it

Articolo aggiornato il 3 Gennaio 2024

I mesi estivi possono essere molto pericolosi per chi soffre di problemi cardiovascolari. Scopriamo perché succede e come comportarsi.

L’estate è una stagione meravigliosa, sinonimo di cieli azzurri, lunghe giornate di luce e avventure all’aria aperta. Tuttavia, nonostante le gioie che porta, il caldo estivo può rappresentare anche una sfida per la nostra salute, specialmente per quella del cuore. L’aumento delle temperature può infatti mettere a dura prova il nostro sistema cardiovascolare, aumentando il rischio di problemi come l’ipertensione, la disidratazione e gli attacchi cardiaci. È quindi fondamentale essere consapevoli di questi rischi e adottare le giuste precauzioni per proteggere il nostro cuore durante i mesi più caldi dell’anno.

Durante i mesi estivi e le ondate di calore, il nostro corpo deve lavorare intensamente per mantenere una temperatura interna stabile. L’aumento del flusso sanguigno verso la pelle è vitale per la nostra difesa e ci aiuta a dissipare il calore attraverso la sudorazione. Tuttavia, questo processo richiede un lavoro extra per il nostro cuore, che pompa sangue più velocemente e in quantità maggiore, mettendolo sotto pressione.

Gli effetti del caldo sul sistema cardiovascolare

Il caldo estivo, seppur piacevole per molti, può rappresentare una sfida per il nostro sistema cardiovascolare. L’aumento della frequenza cardiaca, la vasodilatazione, le variazioni della pressione sanguigna e i repentini cambi di temperatura possono mettere sotto stress il cuore e i vasi sanguigni. Queste condizioni possono essere particolarmente problematiche per le persone con condizioni preesistenti come l’ipertensione o la bassa pressione sanguigna. Ecco perché è importante prendere precauzioni, come rimanere adeguatamente idratati, evitare l’esposizione diretta al sole nelle ore più calde, evitare gli sbalzi di temperatura e limitare l’attività fisica.

caldo rischi cuore
Ecco quali sono i possibili effetti del caldo estremo per chi ha problemi cardiaci – tantasalute.it

Un altro fenomeno molto comune è la perdita di liquidi e sali minerali essenziali come il potassio e il magnesio. Questa condizione, nota come ipokaliemia o ipomagnesiemia, può aumentare il rischio di aritmie, ovvero irregolarità nel ritmo cardiaco, soprattutto in individui già predisposti a queste problematiche. Inoltre, i pazienti con cardiopatia ischemica o diabete possono essere particolarmente sensibili a queste complicazioni.

Un’adeguata idratazione, evitare sforzi eccessivi all’aperto e cercare luoghi freschi durante le giornate più calde sono tutte strategie fondamentali per proteggere la nostra salute. Se soffri già di patologie cardiache o altre malattie croniche, è fondamentale consultare un medico per stabilire un piano di gestione adeguato durante l’estate. Ricordiamo sempre che la prevenzione è il primo passo verso il mantenimento della salute e del benessere.