Caldo e pressione bassa: cosa è consigliato mangiare per alzarla

pressione bassa caldo soluzioni
Pressione bassa causata dal caldo, come migliorarla (tantasalute.it)

Articolo aggiornato il 7 Gennaio 2024

Il caldo porta un generale senso di spossatezza all’organismo ed è accompagnato dalla pressione bassa: cosa è consigliato mangiare.

Soffrire di pressione bassa, si sa, è un vero e proprio inconveniente. E a prestare particolare attenzione non sono solo coloro che sono costretti a far i conti con un disturbo simile, ma tutti perché l’abbassamento della pressione può essere molto pericoloso.

Tutti temono la pressione alta, senza sapere però che è proprio quella bassa a fare più danni in assoluto con rischi molto severi per la salute.

Caldo e pressione: come alzarla

La cosa importante, oltre a monitorare la situazione e segnalare al proprio medico anomalie o comunque sensazioni strane, senso di svenimento, stordimento e altri problemi, è anche imparare a ripristinare la pressione nei casi in cui subisca un improvviso picco.

pressione bassa cosa mangiare
Cosa mangiare in caso di pressione bassa (tantasalute.it)

La dieta è fondamentale per l’ipotensione. È importante, quindi, evitare l’uso di alcolici, pasti molto abbondanti, elaborati e pesanti – soprattutto di sera – non mangiare cose ricche di zucchero o carboidrati, non bere niente che sia molto caldo perché questo aumenta la sudorazione e abbassa ulteriormente la pressione. Sono molto utili allo scopo, i cereali integrali che contengono le vitamine B e C. E anche i minerali come ferro, potassio e magnesio.

Il potassio viene sempre indicato come elemento essenziale per la dieta. Ha un effetto drenante e disintossicante. E permette di regolare la pressione. Quando c’è una carenza di potassio, quindi, è facile che ci si senta affaticati, deboli e con poca forza. Per ottimizzare si può utilizzare riso, verdure, ananas e banane che contengono un ottimo quantitativo di potassio. Il magnesio è altrettanto importante perché elimina i sintomi della stanchezza. In caso di assenza, è facile che si verifichi irritabilità e debolezza o problemi di sonno. È fondamentale integrare nell’alimentazione: patate, fagiolini, pomodori, zucchine, peperoni, insalata, pesche, frutti di bosco ma anche una buona dose di frutta secca che va mangiata ogni giorno.

Per aiutare è utile anche il tè verde, ricco di antiossidanti che permettono di regolare la pressione. Anche il cioccolato fondente, che è un flavonoide, è ottimale per le arterie. E la pappa reale, invece, per il tono muscolare. Anche la frequenza dei pasti è da non sottovalutare, meglio farne 5 o 6 al giorno ma piccoli.

Una colazione ottimale è rappresentata da caffè, tè, succo d’arancia fresco e da alcuni carboidrati buoni come muesli o porridge e sempre frutta fresca. Importante bere almeno 1.5 litri di acqua al giorno, seguire una dieta sana e bilanciata. In caso di abbassamento della pressione è utile bere acqua con un cucchiaio di sale, bere del caffè o del tè, mangiare un po’ di cioccolata, succhiare una caramella di liquirizia pura.