Brufoli nell’orecchio: cosa fare, come comportarsi e perché fare attenzione

Brufoli nell'orecchio - TantaSalute.it
Brufoli nell’orecchio – TantaSalute.it

Articolo aggiornato il 26 Ottobre 2023

I brufoli nell’orecchio sono una fastidiosa e dolorosa manifestazione che può comparire in ogni momento, e su ogni persona, pregiudicando il corretto benessere del padiglione esterno dell’orecchio o del condotto uditivo.

Meno frequenti di quelli che possono sorgere sulla fronte o sul naso, sono un’infiammazione dolorosa che possono causare – nei casi più gravi – anche la perdita dell’udito o un dolore accentuato alla mascella.

Perché si sviluppano i brufoli nelle orecchie?

Le cause dei brufoli nelle orecchie sono le medesime dei brufoli nel naso o nella fronte: un’eccessiva produzione di sebo, delle cellule di pelle morta, pori ostruiti, batteri e/o infezioni fungine che giocano un ruolo pregiudicante sulla salute di questa parte del viso.

Spesso alla base di tutto c’è il cerume: non essendo in grado di drenare correttamente, ostruisce i pori e porta a piccole formazioni di pus in diverse zone dell’orecchio.

Come prevenire i brufoli nell’orecchio e i punti neri

La formazione dei brufoli nell’orecchio può essere evitata in tutto o in parte attraverso una serie di facili metodi di prevenzione.

In particolare, diventa fondamentale pulire quotidianamente le orecchie con acqua tiepida e un panno, con cui passare sulla superficie del padiglione auricolare al fine di rimuovere in modo delicato il cerume. Una specifica attenzione va poi riposa anche nel momento in cui si fa la doccia e ci si lava i capelli. In ogni caso, il cerume in questi casi non deve essere spinto ancora più all’interno del condotto uditivo.

Infine, ricordiamo come tutti gli elementi che entrano in contatto con le orecchie, come ad esempio il cellulare, un cappello, gli auricolari, dovrebbero essere puliti e lavati con regolarità al fine di contenere la diffusione di sporcizia e batteri.

Brufoli nell’orecchio: come toglierli? I migliori rimedi

Come prevenire i brufoli nell’orecchio e i punti neri - TantaSalute.it
Come prevenire i brufoli nell’orecchio e i punti neri – TantaSalute.it

Molte persone si domandano se una volta comparsi, i brufoli nell’orecchio possano essere rimossi spremendoli. In realtà, la risposta è negativa!

Una volta comparsi, i brufoli dovrebbero essere lasciati al loro destino, evitando di spremerli: così facendo, infatti, si potrebbe peggiorare la situazione e il liquido purulento nel condotto uditivo potrebbe favorire ulteriori infiammazioni. Se però il brufolo è stato accidentalmente spremuto, allora l’orecchio deve essere pulito accuratamente il prima possibile.

Ciò premesso, se i rimedi preventivi non hanno funzionato e il brufolo si è sviluppato, ci sono alcuni rimedi casalinghi e naturali che possono essere adottati per aiutarci a liberarci di questa infiammazione.

Li abbiamo elencati qui di seguito:

  • Tea tree oil e aloe vera: l’olio dell’albero del tè e l’aloe vera hanno effetti antinfiammatori e disinfettanti. Per trattare i brufoli nell’orecchio, è sufficiente una piccola quantità di liquido, fatta cadere su un cotton fioc. Di qui, si può posizionare sul brufolo, avendo l’accortezza di essere precisi, considerato che l’obiettivo dovrà essere quello di evitare che il liquido penetri nel condotto uditivo.
  • Unguenti contro i brufoli: in farmacia, parafarmacia ed erboristeria è possibile acquistare degli unguenti contro i brufoli nelle orecchie. Tra i principali ci sono quelli a base di olio di scisto, che contiene un effetto antibatterico che può inibire le condizioni di infiammazione.
  • Olio di jojoba: l’olio di jojoba è un’altra importante sostanza naturale per l’eliminazione dei batteri che determinano i brufoli. Si applica direttamente con un cotton fioc sulla zona interessata. Dopo 30 minuti dall’applicazione si potrà procedere con l’eliminazione dell’olio in eccesso e dello sporco sciolto.

Attenzione, però: i brufoli nell’orecchio possono essere rimossi in questo modo solamente se si trovano nel padiglione esterno. Quelli che invece sono presenti nel condotto uditivo devono essere trattati da un medico otorinolaringoiatra e non autonomamente con rimedi casalinghi.

Punti neri nell’orecchio

Un altro problema che potrebbe manifestarsi nell’orecchio è quello dei punti neri: se presenti nell’orecchio, potrebbero essere una spia di disidratazione o, come avviene più frequentemente, un’eccessiva produzione di sebo, soprattutto se la persona che risulta essere affetta dai punti neri nell’orecchio è caratterizzata da pelle particolarmente grassa.

Tra gli altri elementi che possono favorire la formazione di punti neri nell’orecchio ci sono anche altri fattori che vengono condivisi con altre condizioni come i brufoli, come l’uso di auricolari sporchi, cambiamenti ormonali, scarsa igiene, fattori genetici.

Per contenere il pericolo di formazione di punti neri nelle orecchie, è bene ricordarsi di pulire regolarmente le orecchie e gli auricolari, le cuffie e gli apparecchi acustici.