Bilirubina alta: Cause, sintomi e trattamento

Bilirubina alta - tantasalute.it
Bilirubina alta – tantasalute.it

Articolo aggiornato il 3 Gennaio 2024

La bilirubina è una sostanza prodotta naturalmente dal corpo come risultato della degradazione dell’emoglobina presente nei globuli rossi. La bilirubina è responsabile del colore giallo della bile e delle feci. Tuttavia, quando i livelli di bilirubina nel sangue sono elevati, si parla di “bilirubina alta” o “iperbilirubinemia”. Questa condizione può essere il segno di problemi di salute sottostanti che richiedono attenzione medica. In questo articolo, capiremo le cause, i sintomi e le opzioni di trattamento per la bilirubina alta.

Prima di capire quali sono le cause della bilirubina alta, è molto importante comprendere come si forma questa sostanza nel corpo. Quando i globuli rossi vecchi e danneggiati vengono distrutti, l’emoglobina all’interno di essi viene decomposta. Questo processo di degradazione produce la bilirubina, che è quindi trasportata dal sangue al fegato, dove viene coniugata e convertita in una forma solubile in acqua per l’eliminazione attraverso la bile.

Le cause della bilirubina alta

Tra le varie cause della bilirubina alta abbiamo:

  • Eccessiva distruzione dei globuli rossi: Se il corpo distrugge un numero insolitamente elevato di globuli rossi, la produzione di bilirubina aumenta. Questo può accadere in condizioni come l’anemia emolitica o in caso di emolisi (rottura) dei globuli rossi per altre ragioni.
  • Malattie del fegato: Il fegato è responsabile della coniugazione della bilirubina, ma se è danneggiato da malattie come l’epatite, la cirrosi o il tumore al fegato, potrebbe non essere in grado di elaborare la bilirubina correttamente.
  • Ostruzione delle vie biliari: Qualsiasi blocco o ostruzione delle vie biliari può impedire il normale flusso della bile e causare un amento dei livelli di bilirubina. Questo può essere causato da calcoli biliari, tumori o altre condizioni.
  • Epatite: L’infiammazione del fegato causata da infezioni virali o altre cause può influenzare la funzionalità del fegato o portare a un amento dei livelli di bilirubina.
  • Malattie ematiche: Alcune malattie del sangue, come la talassemia o la sindrome di Gilbert, possono influire sulla produzione o sulla coniugazione della bilirubina, causando un aumento dei livelli ematici.
Le cause della bilirubina alta - tantasalute.it
Le cause della bilirubina alta – tantasalute.it

I sintomi della bilirubina alta

I sintomi della bilirubina alta possono variare a seconda delle cause sottostanti e dei livelli di bilirubina nel sangue. Alcuni sintomi più comuni includono:

  • Itterizia: Questo è il sintomo più evidente della bilirubina alta. Si manifesta come una colorazione giallastra della pelle e degli occhi.
  • Fatica e debolezza: L’iperbilirubinemia può causare stanchezza e sensazione di debolezza generale.
  • Mancanza di appetito: Alcune persone con bilirubina alta possono sperimentare un calo dell’appetito e perdita di peso.
  • Dolore addominale: L’ostruzione delle vie biliari può causare dolore addominale superiore.
  • Urina scura e feci chiare: L’urina può diventare più scura del normale, mentre le feci possono diventare più chiare.

Ma perché si diventa gialli?

Il fegato si occupa di elaborare la bilirubina così da rimuoverla dall’organismo e lo fa mescolandola nella bile, che è un succo digestivo, e incanalandola verso l’intestino. Succede che un malfunzionamento del fegato o dei dotti che portano la bile all’intestino può causare l’ittero, quindi la bilirubina che si accumula nell’organismo fa diventare la pelle gialla.

L’ittero in sé non causa sintomi troppo gravi, ma può essere un segno di altri problemi. L’ittero nei neonati invece, è diverso e può causare gravi problemi. Ci sono alcuni soggetti con ittero che avvertono un prurito diffuso, che per fortuna si può alleviare con diversi farmaci.

Quando la bilirubina alta deve preoccupare?

La bilirubina alta può essere un segnale di vari problemi di salute, ma non sempre è motivo di preoccupazione immediata. La preoccupazione, infatti, dovrebbe essere basata sulla causa sottostante e sui livelli specifici di bilirubina nel sangue. Ecco alcune linee guida generali per capire quando la bilirubina alta può essere motivo di preoccupazione.

I medici considerano i livelli di bilirubina totali nel sangue per determinare se sono elevati o nella norma. I generale, la bilirubina totale superiore a 1,2 milligrammi per decilitro (mg/dL) può essere considerata alta, ma il range normale può variare da laboratorio e laboratorio. I medici valutano anche se i livelli di bilirubina sono in aumento costante o diminuzione, o se sono instabili. Questo può essere un indicatore importante della gravità del problema sottostante. Ancora, i medici spesso valutano la bilirubina insieme ad altri test di funzionalità epatica, come le transaminasi (ALT e AST) e l’albumina, per ottenere una panoramica completa della salute epatica.

La presenza di itterizia è un segno evidente di bilirubina alta. In ogni caso, la preoccupazione per la bilirubina alta dipende in gran parte dalla causa sottostante. Ad esempio, se la bilirubina alta è causata da un episodio temporaneo come l’uso di farmaci o un’infezione virale che si risolve spontaneamente, potrebbe non essere motivo di preoccupazione a lungo termine. Tuttavia, se è causata da una condizione cronica come l’epatite o una malattia epatica avanzata, può essere necessaria una gestione e un trattamento a lungo termine.

In generale, se hai livelli di bilirubina leggermente superiori alla norma ma non presenti sintomi gravi e la cosa è nota e gestibile, potrebbe non essere motivo di preoccupazione immediata. Tuttavia, se i livelli sono significativamente alti, se sperimenti sintomi gravi o se la causa non è chiara, è fondamentale consultare un medico. La bilirubina alta può indicare una serie di condizioni mediche, alcune delle quali richiedono trattamento immediato. Un medico sarà in grado di valutare la tua situazione specifica e consigliarti sulla gestione e il trattamento appropriati. 

ecco come curare i problemi di salute - tantasalute.it
ecco come curare i problemi di salute – tantasalute.it

Quanto tempo ci mette la bilirubina a scendere?

Il tempo necessario per la bilirubina nel sangue a scendere dipende dalla causa sottostante dell’iperbilirubinemia e dalla gravità del problema. In alcuni casi, i livelli di bilirubina possono normalizzarsi abbastanza rapidamente, mentre in altri possono richiedere settimane o mesi. Di seguito alcuni esempi per aiutarti a comprendere meglio i tempi:

  1. Iperbilirubinemia fisiologica del neonato: Nei neonati, è comune notare livelli elevati di bilirubina nei primi giorni di vita. Questo tipo di ittero tende a risolversi da solo entro una settimana o due senza trattamento.
  2. Epatite acuta: In caso di epatite virale acuta, i livelli di bilirubina possono essere significativamente elevati ma tendono a diminuire gradualmente durante il recupero. Potrebbero essere necessarie settimane o mesi per tornare ai livelli normali.
  3. Malattie epatiche croniche: In malattie croniche come la cirrosi o l’epatite cronica, la bilirubina può rimanere elevate per un periodo prolungato e talvolta non tornare mai completamente alla normalità.

Che differenza c’è tra bilirubina diretta e indiretta?

Ora capiamo insieme la differenza tra la bilirubina diretta e quella indiretta. La prima è quella che viene elaborata dal fegato e coniugata con altre sostanze chimiche per renderla solubile in acqua. La bilirubina diretta è quella che attraversa la bile e si trasforma poi in feci. Livelli alti di bilirubina diretta possono essere indicativi di problemi nel processo di coniugazione del fegato o di ostruzioni delle vie biliari. La seconda, invece, viene prodotta dalla degradazione dell’emoglobina nei globuli rossi e non viene subito elaborata dal fegato. La bilirubina indiretta è insolubile in acqua e viene trasportata nel sangue legata all’albumina. Può aumentare in caso di eccessiva distruzione dei globuli rossi o se il fegato non è in grado di elaborala correttamente.

La differenza tra le due è importante per diagnosticare le cause sottostanti dell’iperbilirubinemia. Ad esempio, se la bilirubina diretta è alta, potrebbe indicata un problema epatico. Se al contrario, abbiamo la bilirubina diretta alta, questa potrebbe essere dovuta a un’eccessiva produzione di bilirubina o a un problema di eliminazione del fegato. La combinazione dei due tipi di bilirubina e di altri test di funzionalità epatica aiuta i medici a determinare la causa sottostante e il trattamento appropriato.

bilirubina diretta e indiretta - tantasalute.it
bilirubina diretta e indiretta – tantasalute.it

Diagnosi e trattamento

La diagnosi della bilirubina alta inizia con un esame del sangue per misurare i livelli di bilirubina totale e diretti nel sangue. I livelli alti di bilirubina totale possono indicare la presenza di un problema, ma ulteriori test sono necessari per capire qual è la causa esatta.

Il trattamento della bilirubina alta dipende quindi dalla causa sottostante. Ecco quali sono alcune opzioni di trattamento comuni:

  • Trattamento della condizione di base: Se la bilirubina alta è causata da un’altra condizione, come ad esempio l’epatite o l’anemia emolitica, il trattamento mirato a quella condizione può ridurre i livelli di bilirubina.
  • Gestione della dieta: In alcuni casi, una dieta povera di grassi può essere consigliata per ridurre il carico sul fegato. Il controllo dell’apporto di grassi alimentari può migliorare la funzione epatica e la coniugazione della bilirubina.
  • Chirurgia: Se ci accorgiamo di un’ostacolazione delle vie biliari dovuta a calcoli biliari o altre cause, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per rimuovere l’ostruzione.
  • Terapia farmacologica: In alcune situazioni, possono essere prescritti farmaci per migliorare la funzione epatica o per ridurre la produzione di bilirubina.
  • Trattamenti complementari: Alcune persone esplorano trattamenti complementari come l’agopuntura o l’omeopatia, ma è importante consultare un medico prima di utilizzare qualsiasi terapia alternativa.

Concludendo, la bilirubina alta è un segnale di un problema sottostante che richiede attenzione medica. La diagnosi precoce e la gestione delle condizioni sottostanti sono cruciali per prevenire complicazioni e garantire una buona salute del fegato e di tutto l’organismo in generale. Consultare un medico è fondamentale per capire la causa esatta della bilirubina alta e sviluppare un piano di trattamento appropriato.