Attività che fanno stare bene il bambino: eccone cinque!

Quali sono le attività che fanno stare bene il bambino? Passare il tempo con i genitori giocando e ascoltando storie e incontrando gli amici all'aria aperta: ecco tutte le opzioni!

Madre e figlia che giocano
Foto Shutterstock | Yuganov Konstantin

Il tempo trascorso insieme ai propri figli è sempre prezioso, ma spesso può capitare di chiedersi quali sono le attività che fanno davvero stare bene il bambino. Sfruttare i contenuti multimediali, ad esempio, può essere un’ottima idea, sempre a patto che ci si ricordi di alternare questo tipo di fruizione a esercizi e attività che aiutino a sviluppare e coinvolgano anche la manualità e la creatività.

Continua a leggere

Per esempio, il podcast è uno dei modi per usufruire con attenzione di contenuti multimediali. I migliori podcast per bambini sono tanto divertenti quanto educativi, oltre che un modo di imparare qualcosa di nuovo insieme. Provate ad ascoltare quello di Pourfemme, dove vi suggeriamo come spiegare ai bambini temi come la fratellanza e l’accettazione della diversità.

Premi play per ascoltare i consigli su un’educazione divertente ed efficace

Ti è piaciuto il podcast? Scopri di più e ascolta la seconda parte in questo articolo

Seguendo il metodo Montessori, ad esempio, si potranno scegliere giochi e attività che insegnino al bambino a “fare da solo”, in cui l’adulto fornirà al piccolo solo degli input utili ad indirizzarlo verso un apprendimento attivo e di cui egli diverrà protagonista. Qui di seguito, allora, vi proponiamo una lista di cinque attività che fanno stare bene il bambino.

Continua a leggere

Leggere storie

Leggere le storie ai propri figli sembra essere diventata un’attività sempre meno praticata, eppure sottoporre il bambino a un po’ di lettura quotidiana lo aiuterà nello sviluppo dell’area del linguaggio e dell’immaginazione. Lo farà sentire coccolato e rilassato, condividendo un momento solo vostro prima di andare a dormire (ma non solo). Inutile dirlo: anche la capacità di creare storie in autonomia e il bagaglio lessicale ne usciranno arricchiti.

Diventare parte attiva nelle loro storie inventate

A tutti i bambini piace inventare storie con protagonisti i propri giocattoli, molti di loro lo faranno spesso e anche stando da soli ma ciò non deve impedirvi di prendere parte alle loro attività di narratori e registi. A volte sarà difficile, vi verrà da pensare “ma io non ho immaginazione, non sono capace”, eppure anche solo la vostra presenza e i vostri banali suggerimenti risulteranno sicuramente illuminanti ai loro occhi.

Guardare contenuti di qualità

Il giusto sta sempre nel mezzo, ci verrebbe da dire sia a chi è totalmente contrario all’uso della televisione e dei supporti virtuali con i bambini che a coloro che sottopongono i propri figli a ore e ore di cartoni animati e film senza problematizzare la questione. Il video è sicuramente un supporto accattivante e, se ben dosato, utilissimo a sviluppare le capacità cognitive dei nostri figli. Guardare contenuti di qualità come documentari per bambini, cartoni animati dal fine didattico come ad esempio Trolls, oppure Esplorando il corpo umano e programmi d’arte pensati per insegnare a usare manualità e fantasia, vi farà imparare tante cose. Inoltre darà sia a voi che a loro la possibilità di cimentarvi in attività nuove, fai-da-te.

Continua a leggere

Svolgere attività all’aria aperta

Ai bambini piace scorrazzare liberi, esplorare e immaginare mondi nascosti da scoprire. Gli piace incontrare nuovi amici o giocare con la palla insieme alla mamma e al papà. Tra le attività che fanno stare bene vostro figlio non potranno mancare pomeriggi di giochi sportivi all’aria aperta o sessioni di balli selvaggi e scatenati, allora. Alcuni metodi pedagogici e riabilitativi, inoltre, si basano sull’assunto che la stimolazione delle aree motorie aiuti a ottenere una prestazione migliore anche delle aree del cervello adibite all’apprendimento, alla comprensione, alla concentrazione e alla letto-scrittura.

Organizzare pomeriggi a casa con gli amichetti

Per stare bene basta poco, anche solo la compagnia delle persone care. Una verità valida anche per i nostri bambini, che sicuramente ameranno invitare gli amichetti a casa e trascorrere con loro pomeriggi all’insegna dei giochi, in mezzo alle loro cose e in ambienti conosciuti e familiari. Un’attività indubbiamente impegnativa e carica di responsabilità per i genitori, che, però, una volta ogni tanto potranno decidere di concedere una festa casalinga per la serenità e la felicità dei propri figli.