Arrivano 500 medici da Cuba per aiutare una regione italiana!

Il numero dei medici in Italia è insufficiente, anche a causa del numero chiuso della facoltà di Medicina. Ma alcune regioni stanno messe peggio di altre. Una di queste ha deciso di firmare un accordo con Cuba e di far arrivare 500 medici cubani che collaboreranno con i medici locali. Scopri di più.

medici con protezioni anti-Covid
Foto Pixabay | ElenJank

È arrivato l’annuncio da parte del Presidente della Regione Calabria e commissario della Sanità, Roberto Occhiuto: “Non ci sono abbastanza medici in Italia, il numero chiuso a Medicina ha privato il nostro Paese dei medici che sarebbero necessari. E tutte le Regioni stanno facendo di tutto per reclutare medici e non ci riescono. Ma questo problema è molto più grave in Calabria”.

La soluzione presa dal Presidente Occhiuto è far arrivare 500 medici da Cuba. Scopriamo i dettagli. 

La Regione Calabria fa arrivare 500 medici da Cuba

La sanità cubana è una delle migliori sanità pubbliche al mondo. A causa della scarsità dei medici in Italia, soprattutto in alcune regioni come la Calabria, il Presidente della Regione ha deciso di richiedere un contingente di 500 medici cubani e lo ha comunicato ai cittadini attraverso un video su Facebook.

L’accordo è stato sottoscritto dalla regione con la Comercializadora de servicios médicos cubanos (Csmc). L’azienda costituirà una filiale in Calabria e, man mano, smisterà i medici tra i vari ospedali regionali. La cooperazione dovrebbe durare tre anni.

Da molto tempo si discute della situazione sanitaria disastrosa di questa regione. Solo due anni fa il Post l’ha definita “la regione italiana con il peggior sistema sanitario” e, a riprova di questo, sono più di dieci anni che la sanità calabrese è commissariata.

In cosa consiste l’accordo tra la Regione Calabria e Cuba?

Non è la prima volta che i medici cubani volano in Italia come supporto ai medici italiani. È accaduto anche durante la pandemia di Covid della prima ondata, quando i medici cubani sono arrivati per supportare la sanità delle regioni più colpite, come la Lombardia e il Piemonte. Il loro apporto e il loro lavoro è stato straordinariamente utile.

I medici che arriveranno saranno precisamente 497 e collaboreranno con gli specialisti locali. A settembre ne arriveranno 33 e man mano aumenteranno.

Come ha concluso il Presidente Occhiuto, l’arrivo di questi medici riuscirà a garantire il diritto alla cura dei cittadini calabresi.