Come evitare il pericoloso batterio Legionella con questi 5 metodi

Allarme legionella a Palermo. Dopo aver proceduto all'evacuazione dell'albergo Politeama, un altro edificio è stato sgomberato per evitare che si diffondesse un nuovo focolaio. Scopriamo come evitare questo pericoloso batterio.

Ragazza che si fa una doccia
Foto Unsplash | Laura Marques

Allarme legionella a Palermo. Dopo aver proceduto all’evacuazione dell’albergo Politeama, un altro edificio è stato sgomberato per evitare che si diffondesse un nuovo focolaio.

L’ASL sta monitorando attentamente la situazione. Questo batterio potrebbe risultare fatale, scopriamo nell’articolo come evitare di contagiarsi.

Che cos’è la legionella?

La legionella è un batterio che si sviluppa nell’acqua e può essere trasportato attraverso di essa, ad esempio nel circuito dell’acqua dell’impianto di riscaldamento o nell’acquedotto.

La Legionella viene solitamente trasmessa da goccioline d’acqua contaminate. I batteri si diffondono nell’aria in particolare attraverso l’acqua nebulizzata ed entrano nel corpo umano attraverso la respirazione. Le seguenti fonti di infezione sono particolarmente comuni:

  • doccia;
  • vasca idromassaggio;
  • rubinetto dell’acqua;
  • umidificatore;
  • nebulizzatore.

La legionella non può trasmettersi da persona a persona.  I sintomi possono essere simil-influenzali, ma possono arrivare anche ad una polmonite grave.

Infatti la polmonite misteriosa che ha causato alcuni morti in Argentina, si è scoperta essere legionella.

Come evitare la legionella?

La regolare e corretta manutenzione degli impianti idrici e di riscaldamento costituisce un’efficace misura di prevenzione contro questo pericoloso batterio.

Il riscaldamento dell’acqua a temperature oltre i 60°C uccide il batterio, come pure un’adeguata clorazione o il trattamento con raggi ultravioletti.
In caso di infestazione da Legionella, ci sono diverse opzioni per eliminare l’agente patogeno:

Bilanciamento idraulico: la Legionella può essere lentamente eliminata ed evitata per il futuro grazie a regolazioni ottimizzate dell’impianto di riscaldamento su tutti i pavimenti e sui termosifoni.

Disinfezione termica: aprendo tutti i rubinetti dell’impianto di riscaldamento e facendo scorrere acqua calda a 70 gradi per almeno tre minuti si decimeranno le colonie di legionella.

Disinfezione chimica: neutralizzazione delle linee della legionella mediante cloro, acqua ossigenata e ozono.

Irraggiamento UV: la disinfezione fisica del serbatoio dell’acqua calda mediante luce UV interrompe i processi metabolici e anche la riproduzione dei batteri. Questo di solito è combinato con l’integrazione di un sistema di disinfezione UV con acqua calda.

Ultrafiltrazione: grazie all’installazione di un micro filtro all’ingresso dell’acqua fredda, le particelle particolarmente piccole vengono rimosse dall’acqua, tra queste anche la legionella.