Dall’Italia arriva un aerosol contro le varianti di Covid-19

L'aerosol si è dimostrato efficace sia contro Covid-19 che contro le sue variante, dalla Alfa alla Delta, ed è basato su polifosfati a catena lunga

coronavirus aerosol
Foto Getty Images | Jane Barlow – WPA Pool

Dopo lo spray nasale contro il Covid, in Italia è stato messo a punto un aerosol contro il Coronavirus e le sue varianti. Il prodotto è stato testato nei laboratori del Ceinge-Biotecnologie avanzate di Napoli e al momento si è dimostrato efficace contro il virus e le varianti. L’aerosol è realizzato in collaborazione con un’azienda farmaceutica coreana. Adesso, l’obiettivo è quello di lavorare affinché possa partire la sperimentazione sull’uomo.

L’aerosol contiene PolyPs: ecco cosa sono

L’arerosl messo a punto in Italia contiene PolyPs, ovvero dei polifosfati a catena lunga. Questi sono simili a composti chimici che vengono comunemente utilizzati come additivi alimentari. Questi PolyPs sono, fino ad oggi, stati sperimentati in laboratorio su altri virus, come ad esempio l’Hiv. Studi recenti hanno poi dimostrato l’efficacia di questi polifosfati a catena lunga anche sul Coronavirus. In particolare, è emerso che questi riescono a legarsi all’ormai nota proteina Spike, quella con cui Covid-19 si affancia alle cellule del nostro corpo e provoca la malattia.

Pubblicata sulla rivista scientifica Science Signaling, a questa importante ricerca è stata anche dedicata la copertina. Lo studio è condotto dal gruppo del genetista Massimo Zollo del dipartimento di Medicina molecolare e biotecnologie mediche dell’Università Federico II di Napoli. Inoltre, è anche coordinatore della task force del Ceinge che si occupa del Coronavirus.

Com’è stata condotta la ricerca

In Italia sono già stati fatti degli esperimenti per riuscire a capire se questo aerosol è effettivamente efficace contro Covid-19. La risposta è sì, i composti sono efficaci sia contro il virus e che contro le sue varianti, dalla Alfa alla Delta. Secondo quanto emerso, per capirne l’efficacia i ricercatori hanno condotto dei test su delle colture di cellule sane delle mucose nasali. Quello che la ricerca ha rivelato è che i polifostati a catena lunga contenuti dell’aerosol, denominati PolyP120, riescono ad impedire l’ingresso nel corpo a Covid-19. In questo modo, quindi bloccano il virus che non può così replicarsi nelle cellule umane.