Acido Urico: Misurazione, valori ideali e dieta consigliata

Acido Urico: Misurazione, valori ideali e dieta - tantasalute.it
Acido Urico: Misurazione, valori ideali e dieta – tantasalute.it

Articolo aggiornato il 3 Gennaio 2024

L’acido urico è un sottoprodotto naturale del metabolismo delle purine che avviene all’interno del nostro organismo. Quello che vogliamo segnalare oggi è che però un’eccessiva presenza di acido urico può causare problemi come la gotta, una forma di artrite dolorosa. Pertanto, è cruciale monitorare e mantenere livelli adeguati di acido urico per prevenire complicazioni.

Acido Urico: Misurazione, valori ideali e dieta consigliata
  1. Livelli di Acido Urico troppo alto
  2. Come abbassare i livelli di acido urico

Seguire una dieta bilanciata e adottare alcune raccomandazioni può contribuire a ridurre i livelli di acido urico e prevenire le problematiche di salute correlate. L’organismo elimina l’acido urico attraverso il processo di filtrazione renale, ed è essenziale conoscere le soglie di normalità per questo composto. Cosa implica avere un alto livello di acido urico? Come influisce sulla salute? Come è possibile ridurlo? È fondamentale comprendere e saper interpretare i risultati delle analisi relative a questa sostanza.

Alcuni cibi contengono quantità significative di purine, come frattaglie, selvaggina, formaggi fermentati, uova di pesce e crostacei. Normalmente, il nostro corpo ne contiene piccole quantità nel sangue. Un eccessivo consumo di alimenti ricchi di purine o di bevande come birra o alcol può portare a un aumento dei livelli di acido urico nel sangue. Questo aumento è spesso associato a condizioni come la gotta o la formazione di calcoli renali. Si consiglia di limitare il consumo di alcuni alimenti che possono contribuire all’accumulo di acido urico nell’organismo. Va sottolineato che la reazione a questi alimenti può variare da persona a persona. Consultare un professionista sanitario o un nutrizionista per ottenere consigli personalizzati in base alle proprie condizioni è sempre consigliato. In generale, è consigliabile evitare o consumare con moderazione cibi ricchi di purine. Le purine sono sostanze naturali presenti in alcuni alimenti che, durante il metabolismo, si trasformano in acido urico nel corpo. Ecco alcuni alimenti da limitare o evitare.

dieta alimentare corretta - tantasalute.it
dieta alimentare corretta – tantasalute.it

Anche i frutti di mare, come cozze, gamberetti, granchi e ostriche, contengono elevate quantità di purine. È quindi consigliabile moderarne il consumo nella dieta. L’alcol, soprattutto birra e superalcolici, può aumentare la produzione di acido urico e ostacolarne l’eliminazione attraverso i reni. Si raccomanda di limitare o evitare il consumo di alcol. È importante notare che i bassi livelli di acido urico sono rari e l’impatto sul corpo è principalmente correlato alla causa sottostante che li provoca.

Livelli di Acido Urico troppo alto

Le vere problematiche si hanno quando i livelli di Acido Urico nel sangue risultano elevati. In generale, i livelli normali di acido urico nel sangue tendono a essere inferiori a 80 mg/l. Quando si osserva una concentrazione più elevata, si parla di iperuricemia. Questo può accadere in diverse situazioni, tra cui:

  • Gravidanza
  • Obesità
  • Alcolismo
  • Consumo di alcuni farmaci (diuretici, farmaci antitumorali, beta-bloccanti, ecc.)
  • Dieta ricca di proteine
  • Intenso sforzo muscolare
  • Menopausa
  • Diabete

Se migliori le tue abitudini alimentari puoi prevenire complicazioni come la gotta e migliorare la tua salute in generale. In questo senso è consigliabile includere nella tua alimentazione frutta ricca di vitamina C, verdure fibrose, cibi ricchi di antiossidanti, cereali integrali e assicurarsi sempre di mantenere un buon livello di idratazione. Questi sono elementi cruciali per mantenere sotto controllo l’acido urico e promuovere la salute.

 

Livelli di Acido Urico troppo alto - tantasalute.it
Livelli di Acido Urico troppo alto – tantasalute.it

Come abbassare i livelli di acido urico

Come abbiamo sottolineato già, la dieta gioca un ruolo fondamentale. Bere acqua è una delle azioni fondamentali volte a ridurre i livelli di acido idrico all’interno del tuo organismo. Tra i mille benefici di una idratazione completa, dunque, possiamo inserire anche l’abbassamento di questi livelli che tanto ci danno fastidio. Idratazione e Alimentazione, dunque, sono le due parole chiave per le persone che vogliono guarire da questo scompenso.

Tuttavia, l’alimentazione non è certo tutto. Ci sono altri rimedi mirati a migliorare questa situazione spiacevole, sia farmacologici che banalmente abitudinari. Quando i livelli di acido urico nel sangue sono troppo alti, il medico può prescrivere farmaci come l’allopurinolo per aiutare a ridurli o stabilizzarli. In caso di attacco di gotta, la colchicina può essere utilizzata per trattare l’attacco, anche se non è consigliabile a lungo termine. La dieta adeguata è fondamentale e complementare al trattamento e può spesso essere sufficiente quando l’iperuricemia non è grave.

Ma osserviamo alcune piccole azioni quotidiane volte a ridurre il livello di acido urico:

  1. Impegnati a mantenere un peso regolare: L’obesità può contribuire all’aumento dei livelli di acido urico. Ritrovare il peso forma e perdere eventuali chili in eccesso con l’aiuto, se necessario, di uno specialista, può contribuire alla riduzione della tua problematica.
  2. Pratica esercizio fisico regolare: L’attività fisica regolare può aiutare a mantenere un metabolismo sano, favorire la perdita di peso e migliorare la funzionalità renale, per una migliore gestione dei livelli di acido urico.
  3. Abbassa lo stress: Lo stress, nelle sue manifestazioni più violente, può scatenare episodi di gotta o peggiorare i sintomi legati a livelli elevati di acido urico. Adottare tecniche di gestione dello stress efficaci, come la meditazione, la respirazione profonda, lo yoga o la terapia, può aiutare moltissimo.
  4. Attento al consumo di alcol: L’alcol può aumentare la produzione di acido urico. Gli esperti raccomandano di limitare o evitare il consumo di alcol per mantenere livelli equilibrati di acido urico.
  5. Evitare traumi articolari: I traumi articolari sono l’ennesimo vettore degli attacchi di gotta nelle persone con alti livelli di acido urico. È importante evitare attività fisiche intense o movimenti bruschi che potrebbero sollecitare eccessivamente le articolazioni.