Acido urico alto: cause, sintomi, dieta e rimedi

natinali 1024x768

Dieta e rimedi

Una dieta sbilanciata e particolarmente ricca di composti azotati (purine e proteine) può facilitare l’insorgenza dell’iperuricemia. Per ridurre i livelli di acido urico, pertanto, andrebbe limitato il consumo di alimenti quali selvaggina, carni, pollame, pesce grasso, crostacei, salumi e insaccati, mentre andrebbero prediletti i cibi a basso contenuto di purine quali latte, uova, formaggi, verdure, frutta e pasta. In caso di iperuricemia, inoltre, è molto importante non assumere un quantitativo eccessivo di calorie e bere in abbondanza. Vanno evitati gli alcolici e le bevande gassate, ma oltre all’acqua sono particolarmente indicati anche infusi e tisane. Per ridurre i valori di acido urico, unitamente ad una dieta adeguata, si può ricorrere all’utilizzo di farmaci o di rimedi naturali. Il frassino e la betulla, ad esempio, sono piante particolarmente indicate per trattare la gotta, sia che vengano assunte sotto forma di capsule, che di infusi o tinture.