Dislessia

Troppi bambini italiani sono considerati dislessici

troppi bambini dislessici

I bambini dislessici non sono un numero così elevato come si dice e si pensa. In Italia sono troppi i bambini considerati malati di dislessia, in realtà i problemi “scambiati” ed erroneamente confusi con questa patologia, fanno parte di una classe di disturbi comuni. Alcuni personaggi famosi del passato erano veramente dislessici come Leonardo Da Vinci e Walt Disney, ma manifestando i classici sintomi di questa malattia.

Leggi l'articolo

Una forma di dislessia probabile causa dei problemi in matematica

dislessia problemi matematica

I problemi, che molti studenti, hanno in matematica possono essere la conseguenza di una forma di dislessia. Quest’ultima è un disturbo che causa difficoltà nel leggere correttamente le parole, mentre una forma simile che però riguarda i numeri, i calcoli, prende il nome di discalculia. Sino ad ora si sente parlare spesso di dislessia, oramai molto conosciuta, mentre è raro che si discuta della discalculia.

Leggi l'articolo

Dislessia: si recupera di più con l’emisfero destro attivo

dislessia emisfero destro

Nel caso della dislessia si recupera di più con l’emisfero destro attivo. Inoltre è possibile riuscire ad individuare in anticipo chi potrebbe recuperare meglio. Ad affermarlo sono state le conclusioni di uno studio compiuto in Giappone. I bambini che hanno maggiori connessioni neuronali nell’emisfero cerebrale destro possono avere migliori opportunità di recupero.

Leggi l'articolo

Dislessia: un disturbo che deve essere conosciuto e sensibilizzato

dislessia malattia apprendimento

Di recente è stato presentato in Italia, un decreto di legge atto a sensibilizzare ed a riconoscere la dislessia come il disturbo dell’apprendimento, che si manifesta nei bambini nell’età scolastica. Inoltre il decreto servirà per trovare le soluzioni, le terapie necessarie, un’apposita organizzazione scolastica per aiutare i piccoli pazienti. Il provvedimento si è reso necessario dato l’alto numero di bambini che presentano il disturbo della dislessia. Secondo le statistiche, infatti, in Italia sono circa 1.500.000 le persone che soffrono di dislessia, di cui il 4% sono in età pre-scolastica e scolastica.

Leggi l'articolo

Dislessia: serve l’aiuto precoce del logopedista

Contro la dislessia intervento precoce del logopedista

Prende il via oggi a Bari il Congresso Nazionale della Federazione dei Logopedisti Italiani (FLI), l’occasione per parlare dei disturbi del linguaggio e dell’apprendimento, che interessano circa 300 mila bambini, provocando problemi a scuola, ma anche disagi socio-emotivi, come isolamento e perdita di autostima.

Leggi l'articolo

Bambini: insegnar loro canzonette ritmando con le mani, aiuta lo sviluppo cognitivo

bambini festante

Chi lo direbbe, eppure è così…. Quello che fino ad oggi le mamme, le nonne di bambini piccoli, svolgevano in forma empirica, oggi ha il piglio della scientificità; ovvero, cantare canzoncine da fare apprendere ai piccoli battendo le mani aiuta a migliorare lo sviluppo cognitivo del bambino.

Leggi l'articolo

Dislessia: non è legata all’intelligenza

dislessia

La dislessia, ossia la difficoltà che alcuni bambini incontrano nel mettere in atto le loro capacità di lettura non sembra avere particolari legami con l’intelligenza. Prova tangibile ne è il fatto che esistono molti individui che presentano questo disturbo, ma che si rivelano particolarmente brillanti nel mettere in atto doti di intelligenza invidiabili.

Leggi l'articolo

Mente: le cause della discalculia

mente

Alcuni disturbi che riguardano la mente e l’apprendimento spesso non vengono riconosciuti e scambiati per qualcos’altro. E’ il caso per esempio della dislessia, scambiata spesso a livello scolastico per svogliatezza o per mancanza di impegno. Le stesse considerazioni valgono per la discalculia, che si manifesta come difficoltà nel riconoscere i numeri, nello svolgere le operazioni aritmetiche e nel memorizzare le tabelline.

Leggi l'articolo
Seguici