Influenza

L’influenza viene di solito intesa come quella stagionale che si presenta ogni anno nella stagione fredda e cambia di volta in volta. Ma esistono altri tipi di influenza come quella intestinale, quella primaverile e molte altre con diversi sintomi, cause, cure e rimedi in base alla tipologia.

Influenza A: 7 nuovi casi di aviaria in Cina [VIDEO]

cover of 139090320243052e77fa268ec2

Nuovi casi di influenza A si sono registrati in Cina. Sono 7 le persone che sono state segnalate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Il nuovo numero si va ad aggiungere ai 24 casi confermati durante la scorsa settimana. Ritorna, quindi, la preoccupazione per una pandemia di influenza aviaria, dal momento che spesso il virus H7N9 ha delle conseguenze letali. Basti pensare che dallo scorso mese di marzo in Cina le persone contagiate sono state 175 e in totale si sono registrate 50 vittime. Una delle 7 persone segnalate dall’OMS è morta il 9 gennaio, mentre le altre 6 sono ricoverate e versano in condizioni gravi.

Guarda il video e leggi l'articolo

Influenza e vitamina C: le regole per evitare il deficit

influenza e vitamina c regole evitare deficit

Contro l’influenza la vitamina C è fondamentale, sia perché stimola le difese immunitarie e, quindi, rende più veloce la guarigione, sia per il fatto che è indispensabile in termini di prevenzione. Secondo una recente ricerca, in inverno si finisce con il ridurre i livelli di vitamina C che vengono introdotti nel nostro organismo. Ciascuno di noi ne avrebbe bisogno circa 105 milligrammi al giorno, ma spesso non si seguono delle regole precise, per garantire la soglia minima. Bisogna stare attenti, perché si potrebbe incorrere in un vero e proprio deficit di vitamina C. Questo pericolo dovrebbe essere evitato, perché questa vitamina svolge numerose funzioni da non sottovalutare: ci protegge dall’anemia sideropenica, migliora l’umore, stimola il sistema immunitario e svolge un’azione antinvecchiamento. Scopriamo come fare per non farla mancare mai.

Leggi l'articolo

Influenza 2014: in arrivo il picco

influenza 2014 picco

Per l’influenza 2014 è il tempo del picco. Quest’ultimo è atteso in particolare tra la metà di gennaio e l’inizio di febbraio, anche se già sono stati colpiti quasi mezzo milione di Italiani. Il problema è stato determinato dai repentini cambiamenti di temperatura, ma adesso, in questo periodo, con l’arrivo del freddo più pungente, si diffonderà maggiormente il virus influenzale. Nel corso delle feste di Natale ad essere colpiti dall’influenza sono stati 450.000 nostri connazionali. Fra questi, più del 20% è costituito da bambini sotto i 5 anni. Fino al mese di dicembre si è portata avanti la campagna per la vaccinazione, tuttavia c’è ancora tempo specialmente per le persone ad alto rischio di complicazioni.

Leggi l'articolo

Influenza 2013/2014: i sintomi per riconoscerla

influenza 2013 2014 sintomi

L’influenza 2013/2014 è già arrivata anche in Italia, anche se il picco è atteso per il periodo compreso tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio. Diffuse sono anche le sindromi respiratorie parainfluenzali, le quali sono favorite dal ribasso e dagli sbalzi di temperatura. Gli esperti spiegano che queste infezioni parainfluenzali sono causate da virus specifici, come il coronavirus, l’adenovirus e il rinovirus. I sintomi determinati da questi microrganismi sono meno intensi rispetto a quelli dell’influenza classica, tuttavia essi possono durare anche per più tempo, fino a 15 giorni. Come possiamo fare per riconoscere un’influenza vera e propria e distinguerla da questi fenomeni parainfluenzali?

Leggi l'articolo

Influenza 2013-2014: il primo caso a Trieste

influenza 2013 2014

L’influenza 2013-2014 è già arrivata anche nel nostro Paese. A Trieste si è verificato il primo caso. Lo ha comunicato il Centro Nazionale per l’Influenza dell’Istituto Superiore di Sanità. Il primo isolamento in Italia di un virus, che si stima possa colpire dai 3 ai 5 milioni di nostri connazionali, è avvenuto nel laboratorio dell’Università di Trieste. Il caso è quello di una bambina di 4 anni, che non è stata vaccinata. Il virus rintracciato, che è stato isolato da un campione clinico prelevato dalla bambina, è di tipo A, sottotipo H3N2.

Leggi l'articolo

Influenza intestinale: durata, rimedi e cosa mangiare

L'influenza intestinale

Il termine influenza intestinale non è molto esatto, perché più che altro si dovrebbe parlare di gastroenterite. Quest’ultima è l’infiammazione dello stomaco e dell’intestino, che è determinata da virus. Molti confondono questi con il virus dell’influenza. In realtà le due malattie non sono collegate tra di loro, anche perché il virus intestinale può essere anche molto diverso rispetto a quello che determina l’insorgenza dell’influenza. Molto spesso il fenomeno interessa i bambini. Anche per questo è opportuno sapere cosa mangiare, quant’è la durata della patologia e quali sono i rimedi più efficaci, ai quali si può fare ricorso.

Leggi l'articolo

Influenza e raffreddore: come curarli con l’omeopatia

influenza, rimedi omeopatici

Influenza e raffreddore si presentano con sintomi molto fastidiosi: naso che cola, congestione delle vie aeree superiori, starnuti, brividi, febbre. Di solito non vediamo l’ora di rimediare a questo quadro sintomatologico, per riuscire a trovare un po’ di sollievo. Le cure messe a disposizione dalla medicina tradizionale rappresentano comunque soltanto un’alternativa, perché possiamo provare anche con l’omeopatia. Sono tante le soluzioni omeopatiche a cui possiamo fare riferimento. Scopriamo insieme tutti i rimedi che possono fare al caso nostro.

Leggi l'articolo

La dieta per prevenire e combattere l’influenza

dieta per prevenire e combattere influenza

La dieta è fondamentale per prevenire e combattere l’influenza. La nostra alimentazione svolge un ruolo di primo piano contro i malanni di stagione. Ecco perché è importante riuscire a scegliere gli alimenti giusti per affrontare in maniera corretta il presentarsi dei sintomi influenzali. Ma possiamo fare anche di più: è possibile rafforzare attraverso determinati cibi il nostro sistema immunitario, affinché riesca a difenderci meglio dai virus influenzali. Ci sono delle regole ben precise da rispettare, per quanto riguarda il regime alimentare. Vediamole insieme.

Leggi l'articolo

Vaccino antinfluenzale 2013-2014: benefici, controindicazioni ed effetti collaterali

vaccino

Il vaccino antinfluenzale rappresenta un efficace strumento di prevenzione dell’influenza stagionale 2013-2014, di cui possono beneficiare specialmente i soggetti più a rischio, come i bambini, gli anziani e coloro che soffrono di patologie croniche, specialmente a carico dell’apparato respiratorio. In molti ancora si interrogano sui rischi e sui benefici che può comportare il vaccino e spesso si ripetono allarmismi sull’uso di questa strategia preventiva dei sintomi influenzali. In ogni caso ogni anno il sistema sanitario nazionale avvia vere e proprie campagne di vaccinazione per proteggere chi si trova particolarmente a rischio.

Leggi l'articolo

Influenza 2013-2014: i rimedi naturali per prevenirla e curarla

influenza 2014 rimedi naturali

L’influenza 2014 si può combattere anche con i rimedi naturali, che sono validi sia per la prevenzione che per la cura. Nel primo caso si devono seguire delle regole fondamentali per l’igiene, mentre, per quanto riguarda il secondo punto, si può fare ricorso a delle soluzioni che la natura mette a nostra disposizione. Tutto ciò garantisce un benessere essenziale per il nostro organismo, senza che si debbano utilizzare necessariamente i soliti farmaci a base di prodotti chimici. Vediamo quali sono tutti i rimedi naturali per l’influenza.

Leggi l'articolo

Influenza 2013-2014: vaccino, sintomi, cura e quando chiamare il medico

influenza 2014 vaccino sintomi quando chiamare il medico

Per l’influenza 2014 si prevede un nuovo tipo di vaccino, che ha l’obiettivo di prevenire la comparsa dei sintomi tipici della nuova stagione influenzale. Questi ultimi consistono essenzialmente nella febbre, nella tosse, nel mal di gola, nel naso che cola e nella nausea. Sono condizioni che siamo abituati a fronteggiare nel corso dell’anno e che anche in questo prossimo periodo si ripresenteranno. In genere basta qualche giorno di riposo e qualche antinfiammatorio, per porre riparo al tutto. In alcuni casi, però, bisogna stare particolarmente attenti e ricorrere al consulto di un medico.

Leggi l'articolo

Nuova Sars: cos’è, contagio, prevenzione e casi in Italia

nuova sars cos e contagio prevenzione casi italia

La nuova Sars è l’infezione da coronavirus MERS-CoV. Secondo le autorità sanitarie mondiali il pericolo non deve essere sottovalutato. Il virus in questione, infatti, riesce ad attaccare le vie respiratorie e l’apparato gastrointestinale. Fu proprio uno dei germi della famiglia dei coronavirus che causò l’epidemia di Sars, la quale nel 2003 dalla Cina si diffuse in molti altri Paesi. Adesso anche in Italia è arrivato un virus affine a quello della Sars, che provoca polmonite acuta e disturbi renali. Il contagio avviene per contatto diretto, per questo è molto importante la prevenzione, con le modalità tipiche da adottare nel caso dell’influenza.

Leggi l'articolo

Aviaria: nuovo virus letale a Taiwan, è allarme mondiale

aviaria nuovo virus letale

L’aviaria fa registrare un allarme generale. Il tutto è stato determinato dalla diffusione di un nuovo virus letale a Taiwan, che ha già causato la contaminazione di centinaia di persone in Cina. Alcuni individui sono morti. La situazione non promette affatto bene, perché il microrganismo avrebbe oltrepassato i confini e avrebbe infettato un uomo di 53 anni, le cui condizioni di salute appaiono preoccupanti. Gli esperti hanno voluto sottolineare che si tratta di uno dei virus più pericolosi che le autorità sanitarie si siano mai ritrovate ad affrontare.

Leggi l'articolo

Influenza H1N1 nel 2013: sintomi, incubazione e cure

influenza h1n1 2013 sintomi incubazione cure

L’influenza H1N1 nel 2013 è già arrivata anche in Italia. Sono stati registrati i primi casi, che hanno messo in evidenza come i sintomi non differiscano molto da quelli dell’influenza classica stagionale: febbre, dolori muscolari, cefalea, stanchezza, mancanza di appetito e a volte anche nausea, vomito e diarrea. Può presentarsi in forma lieve, ma di frequente ha anche un decorso che si rivela abbastanza serio. Infatti può causare delle complicazioni, legate soprattutto al peggioramento di patologie croniche. Ne possono conseguire polmonite e insufficienza respiratoria. Ecco perché è importante rivolgersi subito alle cure adeguate, per evitare di incorrere in conseguenze gravi.

Leggi l'articolo

Influenza 2012-2013: sintomi, durata, cura e prevenzione in vista del picco

influenza 2012 2013 sintomi durata cura prevenzione

L’influenza 2012-2013 ha già determinato 1,6 milioni di contagi. A breve arriverà il picco della malattia. Si prevede che tra gennaio e febbraio si supereranno i 2 milioni di persone affette dai sintomi influenzali. Le chiamate ai medici e le visite sono quasi raddoppiate e si rivolgono alle cure soprattutto coloro che, per motivi di lavoro, sono costretti a restare in ambienti chiusi, dove è maggiore il rischio di diffusione del virus. Un’impennata di contagio si è avuta anche fra i neonati, i bambini di età compresa fra 0 e 4 anni e gli adolescenti.

Leggi l'articolo
Seguici