Punture di insetti: le immagini per riconoscerle (Foto)

1 di 8
    continua
    http://www.tantasalute.it/foto/punture-di-insetti-le-immagini-per-riconoscerle_365.html
    Come riconoscere le punture di insetti
    Come riconoscere le punture di insetti. Nelle stagioni più calde, spesso ci ritroviamo a contatto con insetti come formiche, api, pulci, vespe, mosche, ragni o zanzare, che possono pungerci o morderci e provocare lievi o gravi disturbi al nostro organismo. Ma come riconoscere le varie punture degli insetti? Sfogliamo insieme la gallery per scoprirlo.

    Come riconoscere le punture di insetti

    Nelle stagioni più calde, spesso ci ritroviamo a contatto con insetti come formiche, api, pulci, vespe, mosche, ragni o zanzare, che possono pungerci o morderci e provocare lievi o gravi disturbi al nostro organismo. Ma come riconoscere le varie punture degli insetti? Sfogliamo insieme la gallery per scoprirlo.

    Puntura di zanzara

    Puntura di zanzara

    La puntura di zanzara si presenta con un pomfo più o meno arrossato, che causa un fastidioso prurito alla pelle.

    Puntura di tafano

    Puntura di tafano

    La puntura di tafano provoca una lesione più gonfia e profonda accompagnata da un forte dolore acuto.

    Puntura di ape, vespa o calabrone

    Puntura di ape, vespa o calabrone

    La puntura di un'ape, una vespa o di un calabrone può provocare un forte rossore alla pelle, gonfiore e dolore (il dolore si avverte maggiormente nel momento in cui avviene la puntura).

    Puntura di scorpione

    Puntura di scorpione

    La puntura di scorpione, oltre a provocare un forte prurito e gonfiore, può alterare la temperatura corporea, provocare intorpidimento e formicolio della parte colpita.

    Morso della pulce

    Morso della pulce

    Le pulci solitamente mordono i piedi e le caviglie, lasciando dei piccoli segni rossi e pruriginosi.

    Morso del ragno

    Morso del ragno

    Il morso del ragno violino può provocare crampi muscolari, brividi, nausea, pressione alta, sudorazione e mal di testa; nei casi più gravi, la zona colpita può iniziare un processo di necrosi e risultare fatale se non presa per tempo.

    Morso della zecca

    Morso della zecca

    Il morso della zecca non provoca né dolore, né prurito, generalmente non ci si accorge nemmeno di essere stati morsi.