NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Xolair: l’antiasmatico per eccellenza torna gratis

Xolair: l’antiasmatico per eccellenza torna gratis

Torna in farmacia, a totale carico del S

da in Asma, Farmaci, Primo Piano, Asma bronchiale allergico
Ultimo aggiornamento:

    Xolair

    Tireranno un bel sospiro di sollievo ed è proprio il caso di dirlo, i tanti pazienti affetti da asma allergico non controllato che si sono visti togliersi dal registro della rimborsabilità dei farmaci il Xolair e che ora si vedono riconosciuto nuovamente in forma gratuita.

    Il farmaco, che per questa patologia ha sicuramente un effetto terapeutico importante, il cui principio attivo è l’ Omalizumab e che conosciamo come un anticorpo monoclonale ovvero trattato con la tecnologia del DNA ricombinante e che s’è visto assegnare un importante premio come il Galeno che ha riconosciuto a Xolair la grande efficacia clinica. Il prodotto era stato momentaneamente sospeso, in fatto di rimborsabilità, perché era scaduto il relativo contratto che prevedeva la dispensa da parte del S.S.N.

    Stiamo riferendoci ad un farmaco la cui prescrizione è riservata ai medici specialisti che accertino lo stato di asma grave nel paziente anche in funzione di accurati esami clinici cui lo stesso paziente dovrà sottoporsi.

    Da ricordare che Xolair è somministrabile soltanto sottocute e non per iniezione endovenosa o intramuscolare in una dose massima che non dovrà superare la dose massima raccomandata pari a 375 mg di prodotto ogni 15 giorni.

    La sospensione della rimborsabilità del farmaco che tanti problemi avrà causato ai pazienti è stata però l’occasione per la Commissione Tecnica Scientifica dell’Agenzia del Farmaco per valutare i nuovi dati di efficacia e sicurezza che la ditta produttrice, la Novartis, s’è affrettata a presentare e alla luce degli elementi positivi forniti s’è proceduto ad inserire nel prontuario il Xolair affinché possa essere nuovamente prescritto ed il costo scaricato al S.S.N.

    “Con questa decisione – afferma G. Walter Canonica, Direttore della Clinica Pneumologica dell’Università di Genova – si rende nuovamente disponibile una terapia che rappresenta la più straordinaria novità terapeutica degli ultimi 10 anni contro l’asma allergico grave non controllato: omalizumab, primo farmaco biotecnologico disponibile per l’asma, ci ha dato la possibilità di trattare pazienti non controllati dalle comuni terapie, assicurando loro una qualità di vita che in precedenza non avevano”.

    371

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AsmaFarmaciPrimo PianoAsma bronchiale allergico
    PIÙ POPOLARI