Vitiligine: foto per riconoscere la malattia e cure più indicate

Vitiligine: foto per riconoscere la malattia e cure più indicate
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

vitiligine malattia pelle

La vitiligine è una malattia della pelle che si caratterizza per il fatto che compaiono delle zone più chiare rispetto al colorito tipico del resto del corpo. Delle vere e proprie macchie bianche che si possono riscontrare in particolare sul volto, nella zona attorno alla bocca e gli occhi, sulle mani e sui piedi, sui genitali. Il tutto è dovuto ad una mancanza o carenza di melanina.

Vitiligine: foto per riconoscere la malattia

vitiligine foto

I segni della vitiligine sono ampiamente visibili. La causa della malattia è da attribuire al fatto che i melanociti di un individuo sono inattivi. Non si deve dimenticare che i melanociti sono quelle cellule che hanno la funzione di consentire alla pelle di assorbire tutta l’energia che serve per arrivare a produrre melanina, il pigmento scuro che ha anche un ruolo fondamentale nel difenderci dai raggi del sole. Di conseguenza chi soffre di vitiligine si trova ad avere a che fare con un problema estetico, ma anche con una mancanza di protezione adeguata nell’esposizione al sole. Gli individui che presentano la vitiligine sono più soggetti alle scottature e per questo è importante che utilizzino un filtro solare adatto ad alta protezione. In estate le zone bianche della pelle tendono a non abbronzarsi, ma a scottarsi e inoltre diventano più evidenti. Si può rimediare con l’applicazione di un fondotinta colorato, che presenti anch’esso un fattore di protezione solare.

Vitiligine: immagini e cause del disturbo

vitiligine cause

Le macchie bianche della vitiligine non sono da trascurare, anche perché potrebbero indicare la presenza di alcuni disturbi, che rappresentano anche la causa della malattia stessa. Le cause della vitiligine infatti sono diverse. Si parla di cause genetiche ed in effetti uno studio ha confermato le basi genetiche della vitiligine. Ma è implicata anche un’azione autoimmune dell’organismo. In sostanza l’individuo produrrebbe degli anticorpi contro se stesso, andando così a distruggere i melanociti. Ciò sarebbe confermato dal fatto che la vitiligine è spesso associata ad altri disturbi di natura autoimmune, come anemia, diabete e disturbi alla tiroide. Da ricordare che anche lo stress può incidere sulla formazione delle macchie bianche sulla pelle. Nel caso in cui siamo sottoposti ad una fatica eccessiva per il corpo e per la mente, il sistema nervoso produce le catecolamine, sostanze tossiche che possono provocare danni ai melanociti.

Vitiligine: le cure alle quali poter ricorrere

vitiligine cure

Ci sono diverse cure per la vitiligine. In particolare sono da considerare le nuove cure per la vitiligine. In ogni caso è sempre opportuno consultare un esperto, che saprà indicare il trattamento più adeguato alla nostra situazione, ricorrendo anche alle sempre più frequenti scoperte da parte della ricerca scientifica. Ad esempio una novità sulla vitiligine è emersa di recente dalla ricerca sulla vitamina D. Dobbiamo specificare che non esistono cure definitive per la vitiligine. I trattamenti terapeutici più usati consistono in delle specifiche creme a base di cortisone o in dei farmaci immunomodulatori. Si ricorre spesso anche alla fototerapia, che dura a lungo e stimola la pelle alla produzione di melanina. In certi casi si può ricorrere al trapianto, soprattutto quando si tratta di vitiligine localizzata.

Se siete interessati a saperne di più sulla vitiligine, ecco una serie di articoli che possono fare al caso vostro:

Vitiligine: dobbiamo rassegnarci a considerarla incurabile
Vitiligine: un nuovo trattamento per sconfiggerla quasi del tutto
Vitiligine: qualche altra informazione utile

827

Leggi anche:Vitiligine: novità dalla ricerca sulla vitamina DMalattie rare: Morbo di Wilson causato da accumulo di rameEmofilia A e B: una malattia del sangue poco conosciutaPelle: studio conferma basi genetiche della vitiligine

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Ven 18/03/2011 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici