NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Vitamina D: un nuovo ruolo contro le infezioni

Vitamina D: un nuovo ruolo contro le infezioni

Ma la caratteristica di tali cellule è quella di restare in stato di sonno, almeno fino quando non vengano attivate dalla Vitamina D, al contrario privi di questa spinta catalitica fornita dalla vitamina le cellule non svolgono appieno la loro funzione difensiva

da in Farmaci, Infezioni, Sistema immunitario, Vitamina D
Ultimo aggiornamento:

    vitamina d

    Un nuovo ruolo è quello ascritto alla Vitamina D da parte di una ricerca scientifica di Copenaghen ad opera del capo dei ricercatori professor Carsten Geisler e pubblicata da “Nature Immunology”.Tale vitamina parrebbe essere connessa al funzionamento del sistema immunitario e dunque entrare di diritto nella difesa dell’organismo.

    Si è così partiti dall’osservazione più accurata delle cellule T, leucociti che di fatto si pongono come baluardo contro le infezioni.Ma la caratteristica di tali cellule è quella di restare in stato di sonno, almeno fino quando non vengano attivate dalla Vitamina D, al contrario privi di questa spinta catalitica fornita dalla vitamina le cellule non svolgono appieno la loro funzione difensiva.

    Spiega il professor Geisler: “Quando una cellula T e’ esposta a un agente patogeno esterno, essa attiva un dispositivo di segnalazione o ‘antenna’, noto come recettore della vitamina D, con cui cerca di individuare la vitamina D. Ciò significa che le cellule T hanno bisogno della vitamina D, altrimenti la loro attivazione cessera’. Se le cellule T non riescono a trovare abbastanza vitamina D nel sangue, neanche inizieranno a mobilitarsi”. Una più precisa osservazione di tali cellule ha permesso agli scienziati di agire in momenti e punti diversi per ottenere la massima risposta individuale partendo anche dall’osservazione che nel caso di quiescenza della cellula mancherebbe un recettore specifico.

    Dunque si completa il grado di conoscenza che la scienza ha di questa vitamina che da sempre si conosce per via dell’azione rivestita in ambito all’assorbimento del calcio e, dunque, opporsi anche a malattie quale il cancro e la sclerosi multipla. La notizia per la quale la stessa vitamina rivesta tale importante ruolo per attivare il sistema immunitario e dunque partecipare al meglio alle difese dell’organismo è sicuramente sorprendente

    Tale nuova conoscenza potrà venir usata in campi come lotta alle malattie, alle reazioni autoimmunitarie ed il rigetto di organi.

    In più, secondo Carsten Geisler, il lavoro svolto potrebbe aiutare a combattere le malattie infettive e le epidemie a livello mondiale. Fonte:Marina Rode von Essen, Martin Kongsbak, Peter Schjerling, Klaus Olgaard, Niels Ødum, Carsten Geisler, “Vitamin D controls T cell antigen receptor signaling and activation of human T cells”, Nature Immunology 2010 doi:10.1038/ni.1851

    423

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FarmaciInfezioniSistema immunitarioVitamina D
    PIÙ POPOLARI