by

Vitamina C: a cosa serve, benefici e alimenti che la contengono

Venerdì 22/02/2013 da Gianluca Rini in Alimentazione, Vitamina C

    vitamina c a cosa serve benefici alimenti

    La vitamina C è in grado di apportare molti benefici all’organismo. E’ utile contro il raffreddore, stimola il sistema immunitario, ritarda l’invecchiamento cellulare, facilita la guarigione delle ossa fratturate e delle ferite. Inoltre si dimostra fondamentale per permettere l’assorbimento di altre sostanze nutritive, che concorrono al nostro benessere generale. I principali alimenti che la contengono e che consentono di assumerla sono costituiti dagli agrumi, dal pomodoro, dagli spinaci, dalle fragole e dal ribes nero. Eventualmente si può fare ricorso anche all’utilizzo di appositi integratori.

    A cosa serve: i benefici

    La vitamina C è importante per riuscire a contrastare l’influenza, in quanto promuove la salute e l’efficacia delle difese immunitarie. Inoltre, essendo un antiossidante, svolge l’azione essenziale di ritardare l’invecchiamento cellulare, contrastando l’azione dei radicali liberi e facendo restare giovani i tessuti. Riesce a prevenire e a curare lo scorbuto, che è una malattia determinata proprio dalla carenza vitaminica.

    Grazie alle sue funzioni si possono curare l’anemia e le infezioni delle vie urinarie. Contribuisce a produrre l’emoglobina e i globuli rossi nel midollo osseo, senza contare che si rivela molto importante per far guarire le ferite e le ossa fratturate.

    E’ necessaria per formare il collagene, una proteina che serve a produrre il tessuto connettivo. Di conseguenza non può mancare per riparare i tessuti, per proteggere i capillari, le gengive e i denti.

    La sua azione si esplica anche nel favorire l’assorbimento di alcune sostanze nutritive, come, ad esempio, l’acido folico, il ferro e la vitamina E. La sua funzione è determinante nella sintesi dei grassi e delle proteine e nel metabolismo di alcuni aminoacidi.

    In gravidanza è utile per ridurre il rischio di sviluppare infezioni del tratto urinario.

    Gli alimenti che la contengono

    Il fabbisogno di vitamina C per un adulto è pari a circa 60 mg al giorno. Le dosi per i bambini variano a seconda dell’età, dai 40 milligrammi per i neonati ai 45 fra i 9 e i 13 anni.

    La soluzione ideale è quella di consumare vegetali freschi o succhi. Possiamo ricorrere anche all’assunzione di papaia fermentata in polvere: si tratta di prenderne una bustina ogni mattina, dopo aver fatto colazione, per un mese. Ci sono anche fiale per uso sottocutaneo e intramuscolare.

    Sono ricchi della vitamina in questione gli agrumi, i pomodori, gli spinaci, i broccoli, gli asparagi, le fave, la papaia, i kiwi, i frutti di bosco, ma anche i cavoletti di Bruxelles, i ravanelli, il ribes nero e i peperoni verdi.

    SCRITTO DA Gianluca Rini PUBBLICATO IN AlimentazioneVitamina C Venerdì 22/02/2013