Vitamina B9: proprietà, a cosa serve e in quali alimenti si trova

Vitamina B9: proprietà, a cosa serve e in quali alimenti si trova

La vitamina B9 ha molte proprietà: aiuta il cervello, contribuisce allo sviluppo del feto, favorisce la circolazione e la vista

da in Vitamina B, Vitamine
Ultimo aggiornamento:

    vitamina b9 proprieta a cosa serve alimenti

    La vitamina B9, meglio conosciuta come acido folico, ha molte proprietà. Svolge un ruolo importante nel funzionamento del cervello, nell’efficacia della vista e nella circolazione sanguigna. E’ essenziale nella divisione cellulare e nella formazione del materiale genetico. La sua carenza provoca diversi disturbi, fra i quali il rallentamento della crescita e problemi che interessano l’apparato gastrointestinale. L’acido folico è utile per trattare l’anemia e determina un apporto benefico nella cura di tante malattie: depressione, gastrite, dispepsia, artrite, diarrea, spina bifida. Si trova nei più diversificati alimenti: latte, fegato, ortaggi, verdure, legumi, lievito di birra.

    Proprietà e a cosa serve

    La vitamina B9 si rivela importante per determinare un esatto funzionamento del cervello, infatti detiene un ruolo da non trascurare nel trattamento di alcune malattie che coinvolgono il sistema nervoso, fra le quali la depressione e la schizofrenia pirolurica.

    L’acido folico riesce a stimolare il fegato, combatte i problemi di anemia e promuove molti benefici che riguardano la circolazione e la vista. In particolare il fabbisogno di questa vitamina è più alto in gravidanza, perché il feto ne ha bisogno per il suo sviluppo.

    Non bisogna, infatti, dimenticare che l’acido folico interviene nella formazione del materiale genetico e nella divisione cellulare.

    Molti sono i problemi in cui il feto può incorrere, se durante la gestazione la donna non sta attenta ai livelli di vitamina B9: danni cerebrali, spina bifida, rallentamento della crescita, difficoltà di apprendimento nei bambini. Inoltre altre conseguenze possono essere il parto prematuro e le emorragie post-partum.

    Una carenza di acido folico diventa evidente, perché, oltre a causare un rallentamento della crescita, porta ad avere i capelli bianchi, all’infiammazione della lingua, alla diarrea, a disturbi metabolici, a problemi gastrointestinali e a mancanza di energia e di memoria. Inoltre si possono avere dei danni alle mucose, come, per esempio, alle gengive e problemi neurologici. L’eccesso di vitamina B9 viene invece espulso naturalmente dal corpo.

    Gli alimenti in cui si trova

    La vitamina B9 in una minima quantità viene prodotta dalla flora batterica intestinale. Per le restanti necessità si può ricorrere anche a degli specifici integratori, ma sarebbe meglio curare molto l’alimentazione, stando attenti a cosa si mangia.

    Ci sono diversi cibi ricchi di acido folico: fegato, latte, sia fresco che pastorizzato, ortaggi verdi, verdure (cicoria, spinaci), patate, carote, legumi (fagioli), germe di grano, lievito di birra, uova, nocciole. Per proteggere la vitamina B9, le verdure vanno conservate nel frigorifero e inoltre è da preferire la cottura a vapore, evitando quella eccessiva in acqua, in quanto la sostanza è solubile.

    527

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Vitamina BVitamine
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI