Vitamina B1: proprietà, a cosa serve e in quali alimenti si trova

Vitamina B1: proprietà, a cosa serve e in quali alimenti si trova

La vitamina B1 ha diverse proprietà: interviene nella trasformazione del glucosio in energia, influisce sul sistema nervoso, si trova soprattutto nella carne di maiale, nelle interiora e nei cereali integrali

da in Alimentazione, Vitamina B, Vitamine
Ultimo aggiornamento:

    vitamina b1 proprieta a cosa serve alimenti

    La vitamina B1 ha delle importanti proprietà. Fra queste, in maniera particolare, bisogna ricordare come essa sia capace di influenzare il sistema nervoso e di partecipare al processo che nell’organismo consente di convertire il glucosio in energia. La vitamina B1, detta anche tiamina, viene assorbita rapidamente nell’intestino tenue e poi portata, attraverso il sistema circolatorio, al fegato, ai reni e al cuore. Il nostro corpo ha bisogno di un apporto quotidiano di questa sostanza. Essa si trova in diversi alimenti, ma in grandi quantità soltanto in alcuni, come la carne di maiale e le interiora.

    Le proprietà e a cosa serve

    Le proprietà della vitamina B1 sono davvero rilevanti, perché incidono profondamente nel metabolismo. Essa interviene come enzima nel convertire gli zuccheri in energia. Proprio per questo motivo diventa assolutamente necessaria in tutte quelle situazioni che implicano un consumo di energia molto elevato, come, ad esempio, quando si fa sport. Tra l’altro la tiamina è essenziale per proteggere il cuore e per la formazione e la conservazione dei globuli rossi.

    E’ benefica anche sull’attitudine mentale, perché, intervenendo sul sistema nervoso, ha uno stretto legame con le capacità di apprendimento. Si rivela una sostanza che non può mancare nel processo di crescita dei bambini e per migliorare il tono muscolare dello stomaco e dell’intestino.

    La vitamina B1 ha un ruolo importante anche nello stabilizzare l’appetito, infatti, durante la digestione, riesce a migliorare l’assimilazione dei cibi e soprattutto di sostanze come amidi, zuccheri ed alcool.

    Bisogna ricordarsi, comunque, che anche l’alcool eccessivo, oltre al fumo e alla troppa quantità di zucchero, possono limitare l’assorbimento della vitamina B1; il caffè è capace di distruggerla, la cottura degli alimenti riesce a distruggerla soltanto in parte.

    La tiamina può andare incontro ad un impoverimento a causa di un enzima presente nelle vongole crude, nelle ostriche e nel pesce crudo, anche se i frutti di mare in generale rappresentano una buona fonte di questa vitamina.

    In quali alimenti si trova

    Il fabbisogno giornaliero di vitamina B1 corrisponde a 1,2 mg per gli uomini adulti e a 0,9 mg per le donne. Per i bambini, a seconda dell’età e del peso, i valori vanno da 0,4 mg a 0,7 mg. Possiamo ricavarla attraverso l’alimentazione, in particolare da alcuni cibi. Le fonti più ricche sono costituite dalla carne di maiale e dalle interiora. Se conduciamo una dieta ricca di lievito di birra, di germe di grano e di crusca, disporremo di sufficienti livelli di tiamina, prevenendo anche l’accumulo di depositi di grassi nelle pareti delle arterie.

    D’altronde anche i cereali vanno annoverati fra quegli alimenti da tenere in considerazione, se vogliamo fare una buona scorta di vitamina B1. E’ da dire, però, che essi andrebbero consumati integrali, perché la tiamina è contenuta nel germe e nella crusca, nella pula del riso e in quelle parti dei cereali che di solito vengono eliminate durante la macinazione.

    594

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneVitamina BVitamine
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI