Vitamina b, alleata per prevenire l’Alzheimer

Vitamina b, alleata per prevenire l’Alzheimer

Contro l’Alzheimer, il decadimento cognitivo e la perdita della memoria, ottimi alleati imprevisti sono le vitamine, B e D, e l’acido folico

da in Alzheimer, Malattie, News Salute, Prevenzione, Vitamina B
Ultimo aggiornamento:

    vitamina B contro l'Alzheimer

    Una buona dose di vitamina B ogni giorno toglie il medico, o, meglio, l’Alzheimer di torno: ecco come si potrebbe riassumere, parafrasando un vecchio detto, il risultato di un recente studio della Oxford University, presentato in occasione del British Science Festival, che ha individuato nella sostanza alcune proprietà protettive contro la demenza impreviste.

    La strategia di prevenzione di sicuro successo, quando si tratta di proteggere memoria e capacità cognitive, dal declino progressivo garantito dall’Alzheimer, potrebbe avere come ingrediente principale proprio le vitamine B, almeno stando alla sperimentazione d’oltremanica.

    Il segreto dell’effetto preventivo sarebbe nascosto in una pillola di vitamina b, basterebbe assumerne una ogni giorno per contrastare la comparsa della malattia e diminuire il declino della memoria del 70% nelle persone anziane.

    Vitamina B, insospettabile quanto infallibile alleata, ma non solo. Secondo i ricercatori britannici, che hanno coinvolto nello studio 270 persone, di 70 anni di età, con problemi di memoria e un lieve decadimento cognitivo, anche le pillole di vitamina D e di acido folico risultano particolarmente indicate, perché sono in grado di dimezzano il tasso di riduzione del volume cerebrale in alcuni pazienti.


    “Tra i 40 e i 50 anni d’età si verificano molti cambiamenti a livello cerebrale prima di arrivare ai sintomi clinici. Nella mezza età la gente dovrebbe cominciare a pensare ai loro livelli di vitamina. Abbiamo bisogno di ulteriori ricerche per dimostrare che si può effettivamente ritardare la demenza” ha osservato uno degli autori dello studio inglese.

    318

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlzheimerMalattieNews SalutePrevenzioneVitamina B
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI